Iraci Architetti - Nukli 26, La Villa A Strapiombo Sul Mare
  1. Home
  2. Award 2020
  3. Villa
  4. Nukli 26, La Villa A Strapiombo Sul Mare

Nukli 26, La Villa A Strapiombo Sul Mare

Iraci Architetti

Villa / Future
Iraci Architetti

Uno spazio progettuale complesso con un obiettivo prioritario, il mare che deve penetrare visivamente in ogni ambiente. Un costone a strapiombo determina una accessibilità dall’alto con un appoggio sulla superficie irregolare mettendo in evidenza con una forma astratta un tetto a verde che diventa protagonista all’inizio per poi lasciare con la sua forma totalmente irregolare, ma armonica sul fronte, spazio formale alla villa che guarda il mare. L’accesso alla villa può avvenire sia attraverso una scala morbida con doppia sosta o direttamente da un percorso di verde che gradatamente si proietta sull’accesso fronte mare per poi ritornare nell’ingresso principale attraverso un percorso coperto. L’ingresso è caratterizzato da uno spazio che determina l’insieme dei percorsi distribuiti per raggiungere in maniera indipendente i vari ambienti. Il layout rispecchia la priorità vista mare, cosi la zona giorno articolata dalla forma irregolare della copertura si snoda con ampie vetrate continue che segnano un confine invisibile tra l’interno e l’esterno scomparendo impacchettandosi e lasciando una continuità integrale. Il confine della piastra esterna in pietra naturale viene assorbita da una piscina che segue l’esatto andamento del terreno su cui viene collocata intersecandosi con una piastra rivestita in legno di teak che segna il confine ideale con l’area notte della villa. La separazione visiva tra zona giorno e notte è segnata da un patio a verde forato da una circonferenza da cui penetra un albero, unico elemento verticale che collega la villa alla copertura, ed unico segno di perpendicolarità presente nel tetto giardino. Il patio crea una separazione tra la camera per gli ospiti e le due aree principali. I materiali utilizzati rappresentano il luogo con l’inserimento generale di una pietra naturale in tutti gli ambienti ed il rivestimento della parete esterna che accompagna il percorso sul retro, mentre il legno viene posto sul solarium ed in alcuni elementi di arredo. Le vetrate dai telai quasi invisibili accompagnano il volume regolare del fronte con continuità poggiando sulla piastra di pavimentazione venendo in avanti rispetto alla struttura e finendo direttamente a contatto con la piastra di copertura. La parte terminale della superficie a disposizione degradando verso la spiaggia viene lasciata naturale senza interventi che possano stravolgere il preesistente.

Credits

 Palase
 privato
 07/2021
 530
  1'000'000
 IRACI ARCHITETTI
 ARCH ANTONIO IRACI, ARCH CARLA MAUGERI, GEOM CONCETTO PIDATELLA, ARCH SERENA VIVIRITO, ARCH MARIO RENDA,DESIGNER VERONICA PERRICONE, ING PAOLA GIUFFRIDA, ARCH NICHOLAS IRACI, ARCH SIMONE CELESTE, ARCH GIADA STRACI

Curriculum

Lo studio si occupa di edilizia residenziale privata, opere commerciali, industriali e pubbliche, strutture ricettive e di design industriale, gestendo in maniera completa il processo di creazione, dall’ideazione al cantiere, architetture a piccola ed a grande scala. All’inizio di ogni processo creativo, vengono generalmente dedotte, dal tessuto urbano, le linee guida per la composizione planimetrica e, da una serie di arretramenti dai fili stradali e svuotamenti in alzato, la forma architettonica. All’essenzialità dei gesti compositivi, si aggiunge il ricorso ad altrettanti elementi del linguaggio contemporaneo, quali la piegatura , l’incastro, volumi, aggetti, vuoti e pieni chiaroscuri, masse e trasparenze. L’uso di differenti pelli esterne contribuisce, inoltre, a far rilevare i suoi progetti come il risultato dell’innesto tra blocchi monolitici. Progettare architettura è un processo dinamico, un percorso, che spinge a continue nuove scoperte.

https://www.iraciarchitetti.com

Community Wish List Special Prize

Contribuisci con il tuo voto

Votazioni chiuse


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054