Riccardo Renzi, Mario De Stefano, Claudio Piferi con Rosa Romano, Valerio Alecci, e con Elena Ceccarelli, Anna Dorigoni, Massimo Mariani, Ilaria Massini (Dipartimento di Architettura DIDA, Università degli studi di Firenze) - 1st IGEBC China, Office and Exhibition Center, un edificio a consumo quasi zero
  1. Home
  2. Award 2020
  3. Office&Business
  4. 1st IGEBC China, Office and Exhibition Center, un edificio a consumo quasi zero

1st IGEBC China, Office and Exhibition Center, un edificio a consumo quasi zero

Riccardo Renzi, Mario De Stefano, Claudio Piferi con Rosa Romano, Valerio Alecci, e con Elena Ceccarelli, Anna Dorigoni, Massimo Mariani, Ilaria Massini (Dipartimento di Architettura DIDA, Università degli studi di Firenze)

Office&Business / Future
Riccardo Renzi, Mario De Stefano, Claudio Piferi con Rosa Romano, Valerio Alecci, e con Elena Ceccarelli, Anna Dorigoni, Massimo Mariani, Ilaria Massini (Dipartimento di Architettura DIDA, Università degli studi di Firenze)

La presente proposta presenta un lavoro di ricerca sul progetto di architettura sviluppato da alcuni professori e ricercatori del Dipartimento di architettura dell’Università degli Studi di Firenze nel 2018.

Il team multidisciplinare è stato guidato da Riccardo Renzi (progettazione architettonica) come coordinatore scientifico e composto da Mario De Stefano (progettazione strutturale) e Claudio Piferi (progettazione tecnologica); il gruppo ha avuto la collaborazione dei docenti Rosa Romano e Valerio Alecci; inoltre ha avuto la collaborazione delle specializzande Elena Ceccarelli, Anna Dorigoni per la parte architettonica e dei dottorandi Massimo Mariani e Ilaria Massini per la parte tecnologica.

La ricerca è stata sviluppata dopo che il gruppo di lavoro è stato invitato, in qualità di candidato dell’Università di Firenze-Dipartimento dell’architettura, a progettare un nuovo edificio espositivo e direzionale in Cina al 1st International Sustainable Building Design Competition (1st IGEBC) promosso dal China New Building Materials Design & Research Institute con sede nella città di Hangzhou in collaborazione con la Società cinese di Studi Urbani con sede a Pechino.

Il progetto per il nuovo edificio è stato inizialmente premiato come finalista tra quasi centocinquanta proposte progettuali selezionate da una giuria internazionale.

Successivamente è stata premiato come uno dei trenta progetti vincitori, da costruire.

Tutte le opere vincitrici sarebbero dovute essere state realizzate, ora interrotte dall’emergenza Covid-19, presso l’Energy Efficient Building New Technologies and Products Expo 2020 che avrebbe avuto luogo nella città di Changzhou (provincia di Jiansu) nei pressi di Shanghai.
La cerimonia di premiazione si è tenuta il 3 aprile 2019 a Shenzhen, con mostra dei lavori premiati il giorno successivo, durante il 15th International Conference on Green and Energy-Efficient Building New Technologies and Products Expo.

L’obiettivo del concorso internazionale su invito era la costruzione di un nuovo quartiere di architettura sostenibile nel 2020, dove ogni candidato invitato aveva a disposizione uno o più lotti edificabili. Il masterplan generale del nuovo distretto sostenibile era stato precedentemente disegnato dall’ente organizzatore all’inizio del 2018 prima del lancio della competizione; i gruppi di ricerca selezionati a progettare sui singoli lotti non avevano facoltà di modificare il masterplan definito. Ogni singolo lotto di progetto assegnato aveva una misura media di circa 250 mq con perimetro fisso ed ogni edificio non poteva superare una superficie media di 750 mq in elevazione senza ricorrere a piani interrati; ogni edificio inoltre aveva l’obbligo di allinearsi a parte del perimetro del lotto assegnato.

L’obiettivo iniziale della ricerca, attraverso la partecipazione al concorso, ruotava attorno al ruolo della composizione architettonica e del progetto tecnologico in relazione al requisito primario individuato dal banditore, ossia prefigurare un edificio a consumo energetico quasi zero.
La ricerca, partendo da queste esigenze è stata integrata con ulteriori aspetti di indagine articolandosi secondo una riflessione più ampia che fosse in grado di dimostrare un superamento della dicotomia progetto architettonico- progetto tecnologico; l’obiettivo di questo ampliamento di ambito è stato teso a dimostrare che un progetto contemporaneo può essere sia energeticamente efficiente, quindi altamente tecnologico, sia capace di esprimere valori classici dell’architettura attraverso un sistema linguistico contemporaneo.

Credits

 Changzhou
 1st International Sustainable Building Design Competition (IGEBC)
 
 750
 1'650'000
 Riccardo Renzi (Progetto Architettonico), Mario De Stefano (Progetto Strutturale), Claudio Piferi (Progetto Tecnologico) con Rosa Romano (Energy Management), Valerio Alecci (Strutture), e con Elena Ceccarelli, Anna Dorigoni, Massimo Mariani, Ilaria Massin
 Dipartimento di Architettura - DIDA, Università degli studi di Firenze

Curriculum

Design Team: Riccardo Renzi (team leader), Architetto, Ricercatore in Composizione Architettonica e Urbana; Mario De Stefano, Ingegnere, Ordinario di Tecnica delle Costruzioni;
Claudio Piferi, Architetto, Associato di Tecnologia dell'architettura; con Rosa Romano, Architetto, Ricercatore in Tecnologia dell'architettura; Valerio Alecci, Architetto, Ricercatore in Tecnica delle Costruzioni; e con Elena Ceccarelli, Architetto; Anna Dorigoni, Dott.ssa in Architettura; Massimo Mariani, Architetto; Ilaria Massini, Architetto. Dipartimento di Architettura - DIDA, Università degli studi di Firenze.

Community Wish List Special Prize

Contribuisci con il tuo voto

Votazioni chiuse

Tag
#Shortlisted #Cina  #Acciaio  #Uffici  #Facciata vetrata  #Edificio-Complesso Espositivo  #Pannelli in calcestruzzo prefabbricati  #Calcestruzzo prefabbricato  #Riccardo Renzi, Mario De Stefano, Claudio Piferi con Rosa Romano, Valerio Alecci, e con Elena Ceccarelli, Anna Dorigoni, Massimo Mariani, Ilaria Massini (Dipartimento di Architettura DIDA, Università degli studi di Firenze)  #Changzhou 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054