Nemesi Architects - Loft Rieti, un percorso che parte dalle superfici scolpite
  1. Home
  2. Award 2020
  3. Interior
  4. Loft Rieti, un percorso che parte dalle superfici scolpite

Loft Rieti, un percorso che parte dalle superfici scolpite

Nemesi Architects

Interior / Completed
Nemesi Architects

Il progetto di Nemesi Architects del loft di via Garibaldi a Rieti è situato in un contesto storico, all’interno di un immobile di inizio settecento e vincolato. Si tratta di un appartamento di circa 350 mq, su due livelli.
L’originale allestimento d’epoca, privo di valore intrinseco, è totalmente rivisto, in un intervento dal sapore fortemente contemporaneo, che definisce una spazialità urbana ricca e sorprendente. Struttura portante del progetto è l’idea di percorso, che si materializza a partire dalle superfici scolpite che dividono longitudinalmente la zona notte dalla zona giorno, dando vita ad un sistema attrezzato: in corrispondenza dell’ingresso parte un volume dinamico longitudinale a forma di fuso che attraversando tangenzialmente il soggiorno arriva fino alla camera da letto master dove termina con un baldacchino scolpito.
Il secondo elemento longitudinale, parallelo al primo, è formato da una parete monolitica nera con vestiaire dove sono organizzati i volumi dei servizi (bagni e guardaroba), che sembrano ricavati dall’erosione del volume stesso.
Sul fronte opposto di questo volume si trova la zona giorno: una ricca parete scenografica dalla forte dimensione scultorea, connota questa zona, accogliendo al suo interno il camino, la libreria e altri piani funzionali. La zona giorno, precedentemente articolata in spazi separati, è concepita come un continuum spaziale attraverso un sistema di varchi che mettono in connessione i diversi ambienti (cucina, soggiorno e zona pranzo). Al primo livello si trova lo studio con il bagno di servizio, collegati al piano sottostante con una scala metallica. L’alternarsi di superfici astratte e lisce a superfici scolpite e materiche costruisce un gioco di rimandi che danno vita ad un vero e proprio paesaggio architettonico.

Credits

 Rieti
 Privato
 12/2019
 350
 0
 Nemesi Architects
 arch. Michele Molè e Susanna Tradati, capo progetto: arch. Alessandra Giannone
 Francia e Povaroni
 Laminam (rivestimenti parietali), Iguzzini (corpi illuminanti), Bticino (domotica e frutti elettrici), Fantini e PibaMarmi (forniture bagni), Resa Design (vasca), Daikin (forniture impiantistiche)
 Dario Loreti

Curriculum

Fondato a Roma nel 1997, Nemesi Architects si distingue nel panorama contemporaneo dell’architettura per la capacità di coniugare nel proprio lavoro identità italiana e avanguardia. L’arch. Michele Molè è fondatore direttore di Nemesi, in associazione con l'arch. Susanna Tradati. L'approccio innovativo di Nemesi architects, è collegato all'utilizzo del BIM e nel design parametrico e computazionale, fino alla progettazione e ingegnerizzazione di prototipi realizzati con tecnologia robotica ad elevata complessità. La tecnologia è lo strumento per realizzare architetture fortemente creative e capaci di interpolare diversi imput (economici, ambientali, tecnici, etc), per offrire un servizio ad alto valore aggiunto. Numerosi tra i progetti realizzati da Nemesi sono oggetto di premi, riconoscimenti, e pubblicazioni in riviste italiane ed internazionali, tra questi Padiglione Italia ad Expo 2015 e il nuovo Headquarter Eni , a Milano.

http://www.nemesistudio.it/

Community Wish List Special Prize

Contribuisci con il tuo voto

Votazioni chiuse

Tag
#Shortlisted #Nemesi Architects 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054