Iraci Architetti - VILLA M
  1. Home
  2. Award 2019
  3. Villa
  4. VILLA M

VILLA M

Iraci Architetti

Villa / Future
Iraci Architetti

La villa, adagiandosi al terreno scosceso, si sviluppa su unico livello, mimetizzando la sua copertura con un tetto giardino, ed aprendosi totalmente verso l’orizzonte sul mare, con la sorpresa di un tetto che non è un tetto, ma che assume la forza di un elemento totalizzante.
L’ingresso alla villa avviene attraverso la copertura, esternamente mediante una scala, ed interamente mediante un ascensore. Integrandosi totalmente con il paesaggio circostante, valorizzando le viste e gli scorci.
Gli spazi creano un equilibrio percettivo tra vuoto e pieno, trasparenza e matericità e continuità tra interno ed esterno.
Il contesto è parte integrante del progetto finito e porta al limite lo stacco tra vegetazione e spazio abitato.
Le zone comuni sono totalmente racchiuse da ampie vetrate scorrevoli, eliminando cosi qualsiasi confine, in un costante continum interno ed esterno. Mentre lo spazio privato e notturno si incunea perimetralmente verso l’interno.
Il verde superiore viene portato al piano inferiore attraverso delle corti, creando così delle isole verdi che fanno da filtro naturale tra la zona notte e la zona giorno.
La zona giorno identificata da un volume di vetro è aggettante rispetto ai volumi pieni della zona notte, come quasi a volersi proiettare verso lo specchio della piscina, che con uno sfioro a cascata va a fondersi con l’orizzonte del mare.
L’apparente chiusura della zona notte attraverso i pannelli scorrevoli in listelli di cedro permettono una privacy flessibile da totale chiusura a totale apertura.
Alle spalle la montagna, dall’altra il mare verso cui si protrae con un volume le cui vetrate incorniciano il mare che diventa uno sfondo che permea gli spazi.
Il legame con la natura circostante è garantito dall’utilizzo di materiali locali naturali: legno, che racchiudono con l’effetto brise-soleil tutta la zona notte creando dei giochi di ombra e luce che si proiettano sul pavimento in pietra locale che dall’esterno entra all’interno.
La pietra a vista, per i setti laterali di chiusura, ed in legno per i setti interni che racchiudono le camere da letto in totale continuità materica tra interno ed esterno, dal pavimento alle pareti, per incontrare il vetro quando si sente la necessità di totale compenetrazione tra dentro e fuori.
Una casa da vivere senza confini, disposta su livelli differenziati che dall’alto scendono a scaletta fino al mare.

Credits

 Palase
 privato
 02/2018
 800
 600000
 IRACI ARCHITETTI
 GEOM CONCETTO PIDATELLA, ARCH SERENA VIVIRITO, ARCH MARIO RENDA,DESIGNER VERONICA PERRICONE, ARCH VALERIA TORRISI, ING PAOLA GIUFFRIDA, ARCH NICHOLAS IRACI, ARCH SIMONE CELESTE, ARCH CARLA NICOLOSI, GRAPHIC DESIGNER SIMONA COSENTINO

Curriculum

Lo studio si occupa di edilizia residenziale privata, opere commerciali, industriali e pubbliche, strutture ricettive e di design industriale, gestendo in maniera completa il processo di creazione, dall’ideazione al cantiere, architetture a piccola ed a grande scala. All’inizio di ogni processo creativo, vengono generalmente dedotte, dal tessuto urbano, le linee guida per la composizione planimetrica e, da una serie di arretramenti dai fili stradali e svuotamenti in alzato, la forma architettonica. All’essenzialità dei gesti compositivi, si aggiunge il ricorso ad altrettanti elementi del linguaggio contemporaneo, quali la piegatura , l’incastro, volumi, aggetti, vuoti e pieni chiaroscuri, masse e trasparenze. L’uso di differenti pelli esterne contribuisce, inoltre, a far rilevare i suoi progetti come il risultato dell’innesto tra blocchi monolitici. Progettare architettura è un processo dinamico, un percorso, che spinge a continue nuove scoperte.

http://www.iraciarchitetti.it

Community Wish List Special Prize

Contribuisci con il tuo voto

Votazioni chiuse

Tag
#Mentioned #Residenza  #Iraci Architetti  #Albania  #Palase 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054