TFM ARCHITECTS - NICE NATURAL BEING
  1. Home
  2. Award 2019
  3. Space for Nice Ideas
  4. NICE NATURAL BEING

NICE NATURAL BEING

TFM ARCHITECTS

Space for Nice Ideas / Future
TFM ARCHITECTS

NICE NATURAL BEING

PREMESSA
Nel dipinto di Thomas Cole “The Architect’s Dream” architetture di stili ed epoche diverse vengono accostate l’una all’altra in una vista senza tempo, impossibile da datare. Questo edificio si staglia in un contesto di epoche e stili diversi, NICE NATURAL BEEING vuole oltrepassare il tempo, ricercando una dimensione in equilibrio con l’unica cosa che è sempre esistita la natura.
Innegabili i riferimenti a forme antiche, a forme greche, romane, rinascimentali; alle forme che prima di tutte hanno tratto ispirazione dalla natura. Archi rovesciati che si rincorrono danno vita a volumi perfettamente circolari, volumi in equilibrio tra loro, volumi pensati per essere vissuti dalle persone e dove le persone possono sentirsi immersi in un ecosistema funzionale.
Non esiste futuro senza natura e natura è il nostro futuro. Questa idea è l’essenza di Nice Natural Being, i volumi che compongono il progetto sono posizionati in punti precisi, le loro dimensioni non sono casuali; come gli alberi in un bosco che con le loro radici e le loro chiome usano il terreno e la luce di cui hanno bisogno, anche i volumi di Nice Natural Being fanno lo stesso.
Quello che si è creato è un edificio dove le persone possono vivere in costante rapporto con la natura, sia a livello volumetrico, negli spazi interni, sia a livello visivo con il verde che lo circonda. Collocando l’uomo all’interno di un ecosistema.

SCELTE PROGETTUALI GENERALI
La struttura portante è di fatto la parte caratterizzante dell’immobile, costituita da pannelli di X-LAM opportunamente sagomati ad arco rovescio. La scelta di questo materiale, formato essenzialmente di legno, è motivata dalla volontà di perseguire il concetto di eco-sostenibilità degli immobili del futuro, in quanto ha il minor indice di energia grigia (energia necessaria per produrre un materiale) tra tutti i materiali da costruzione. L’X-LAM e utilizzato sia per le strutture verticali (muri e pilastri) sia per le strutture orizzontali (solai e coperture). I diversi volumi circolari hanno la capacita, intrinseca nella loro forma, di avere la minor superficie a contatto con l’esterno a parità di area racchiusa; in più ogni involucro può essere gestito autonomamente, evitando lo speco di energia in quanto si utilizza solo lo spazio necessario.
L’involucro dell’edificio è formato da due materiali: X-LAM e vetro, questi si alternano lungo le facciate dell’edificio con un ritmo continuo. Il vetro ha lo scopo di tamponare il perimetro e gestire l’illuminazione interna, con l’obbiettivo di far entrare la maggior quantità possibile di luce naturale opportunamente filtrata dai vetri selettivi.
I volumi di NNB traslano sul piano orizzontale dando vita a terrazzi verdi esterni, mantenendo costante su tutti i livelli la vista e il rapporto con la natura esterna che vive sull’edificio. Si tratta di terrazzi e tetti verdi capaci di accogliere prati, siepi e piccole specie arboree. La copertura è un tetto verde dove la natura condivide lo spazio con i pannelli fotovoltaici.

IL PROGRAMMA FUNZIONALE
Un Concetto importante per questo progetto e la distribuzione del programma funzionale, che segue quanto richiesto dal bando in termini dimensionali e spaziali ma va a scomporre le varie funzioni con lo scopo di incrementare il benessere delle persone. Discostandosi dal concetto tradizionale di raggruppare tutte le funzioni all’interno di un unico edificio ma suddividerle in volumi interconnessi.

Credits

 
 
 
 7000000
 
 

Curriculum

TFM ARCHITECTS
TFM è un gruppo di lavoro formato da 3 architetti: Tea Capoia, Francesco Coser e Mauro Gardin, i primi due di classe 1991 mentre l’ultimo 1990.
Tutti laureati all’università IUAV di Venezia nel 2017 con una tesi sull’isola veneziana di Poveglia e la sua riqualificazione.
Durante gli studi abbiamo collaborato con noti studi locali (Venezia) con i quali abbiamo vinto riconoscimenti in concorsi internazionali.
Terminati gli studi ognuno ha trascorso un periodo all’estero presso uno studio di progettazione, rispettivamente a Barcellona, Londra e Stoccolma. Finito questo periodo e tornati in Italia, hanno conseguito l’abilitazione professionale e ora collaborano con studi di progettazione BIM con il programma Revit.
Tutto il team ha lavorato in prorogati di grande scala a livello internazionale, sia in concorsi di architettura sia in progetti esecutivi.
La collaborazione dello studio TFM è stata costante dalla laurea fino ad ora.

Community Wish List Special Prize

Contribuisci con il tuo voto

Votazioni chiuse

Tag
#TFM Architects  #Italia  #Oderzo 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054