L22, Eclettico Design - Lombardini22 - Palazzo Ex Poste Salerno
  1. Home
  2. Award 2019
  3. Renovation
  4. Palazzo Ex Poste Salerno

Palazzo Ex Poste Salerno

L22, Eclettico Design - Lombardini22

Renovation / Completed
L22, Eclettico Design - Lombardini22

L’ex Palazzo delle Poste e Telegrafi di Salerno è un immobile prestigioso vsorto nell’ambito delle trasformazioni urbanistiche che investirono anche la città di Salerno con la nascita del Regno d’Italia. Per le sue caratteristiche storiche e strutturali la nuova proprietà vi ha visto la possibilità di trasformarlo in una tipologia residenziale high-end, pur conservando l'Ufficio Postale al piano terreno, ed ha affidato il progetto a Lombardini22 che lo ha sviluppato con i brand L22, per la ristrutturazione architettonica generale, ed Eclettico Design, per il progetto di Interior degli appartamenti.
Architettura
L’edificio, a pianta rettangolare, è composto di 5 piani fuori terra (rialzato, primo, secondo, terzo e quarto piano) oltre a un piano interrato per una superficie complessiva di circa 9.300 mq. Nel 1968, il corpo di fabbrica centrale affacciato sul Lungomare Trieste venne sopraelevato per realizzare un collegamento, al primo piano, tra le due ali laterali. Per la sua particolare importanza storico-artistica, l’edificio è vincolato dai Beni Culturali e Paesaggistici, per cui l’intervento di L22 è in gran parte filologico conservativo.
La facciata è stata riportata al suo aspetto originario per quanto riguarda la scansione cromatica dei diversi livelli, avendo anche cura di differenziare, al quarto piano, la parte centrale dalle due laterali. La sopraelevazione verso il lungomare, dove si attestano due ingressi carrai che conducono al piccolo cortile interno, è stata eliminata mantenendo di quel corpo la quinta di facciata originale. Nel cortile è stato ricavato un nuovo volume tecnologico, metallico e quindi dichiaratamente in contrasto con l’esistente, da cui si accede ai parcheggi meccanizzati sottostanti, mentre una nuova pavimentazione in sanpietrini accompagna, con sinuosi disegni in campi sovrapposti, i flussi pedonali, carrabili e il verde.
Parti comuni interne
Palazzo Poste Salerno è dotato di tre ingressi: il principale (scala A), baricentrico e pedonale, è ubicato su Corso Garibaldi e conduce tramite una scalinata al piano rialzato e quindi allo scalone monumentale, tutelato, che collega i quattro piani superiori; i due ingressi laterali (scale B e C) sono accessibili dal Lungomare Trieste e dal cortile interno attraverso i passi carrai. Il progetto delle aree comuni interpreta il carattere dell’edificio ispirandosi ai materiali e ai decori esistenti. La pavimentazione della scala principale, in parte rifatta, è in seminato con inerti simili agli originali esistenti, la porta vetrata dell’atrio d’ingresso riprende motivi decò in ferro. Nei pianerottoli delle scale, simili motivi ricorrono a pavimento e dialogano nei controsoffitti gole luminose dalla geometria corrispondente. La decorazione si propaga dalle porte d’ingresso, dove zerbini incassati e lampadari sospesi creano dei punti focali, mentre i corridoi sono scanditi da lampade applique su pareti in marmorino opaco dalla tonalità calda. In generale l’illuminazione ha un carattere “teatrale” che risuona con le finiture e i materiali impiegati: il volume in legno dell’ascensore centrale, l’oro/ottone della cabina (porta e imbotte comprese), i corrimano in ottone spazzolato, il marmo dei gradini e dei pianerottoli. Con lo stesso spirito sono stati disegnati il nuovo desk della portineria e il casellario della posta.
Interior design
Emblematici del nuovo Palazzo Poste Salerno sono le grandi abitazioni duplex al terzo e quarto piano dell’edificio, dotati di accesso diretto alle terrazze-giardino con piscina in copertura. Tutti progettati da Eclettico Design, due sono gli appartamenti definibili come “show dimostrativi” delle declinazioni possibili di un lusso convinto ma dotato di equilibrio e misura. Uno più classico e raffinato, scandito da eleganti modanature che incorniciano gli spazi e dominato dai toni algidi del bianco, del madreperlaceo e dalla luce (la chiamiamo “casa A”), uno più caldo e intenso, con texture vibranti alle pareti e superfici in rapporti più liberi tra loro (che chiamiamo “casa B”). I due livelli che li compongono vedono le funzioni più private al piano inferiore, mentre la zona giorno e le aree di rappresentanza sono distribuite al piano superiore, in più stretta comunicazione con le terrazze soprastanti. Il cuore degli appartamenti, la zona giorno, è invece una sequenza orizzontale di spazi fluidi e interconnessi che, in modi diversi nelle due abitazioni, compongono un’ampia zona living articolata in area formale, familiare, area conversazione con camino, connessa all’area pranzo e studio attraverso quinte, talvolta sottolineando gli ambienti con soffitti ribassati e sempre lasciando libere le finestre in un’infilata di fonti di luce naturale. Qui sono gli accurati accostamenti di colori, oggetti, arredi, finiture, texture e tessuti a dare il carattere caldo, accogliente e anche sensuale agli ambienti: sono la pelle nabuk dei divani, il velluto delle poltrone, la lana, le sete e i rayon dei tappeti e dei cuscini, le carte da parati dalla texture fil pose e così via. Ambienti anche arricchiti da immagini selezionate ed espansi con traguardi visivi verso i patii interni. A questo livello, nella casa A, è poi ricavata una palestra completa di zona relax e, opportunamente delimitata, la zona ospiti. Mentre la casa B, al piano inferiore, offre un forte elemento di contrasto rispetto al suo linguaggio generale con una spa dalle forme organiche, fluide e sinuose, ed è come entrare in un altro mondo. Come un altro mondo si può raggiungere attraverso i patii, salendo verso le soprastanti terrazze panoramiche con piscina: salotti-giardino all’aperto dedicati al benessere del corpo e al piacere visivo a 360 gradi, grazie alla vista davvero spettacolare sul Golfo di Salerno e sulla Costiera amalfitana.

Credits

 Salerno
 R.C.M. Costruzioni
 06/2018
 8000
 Confidential
 Project Leader: Adolfo Suarez
 Cristian Catania Irma Lupica Marina Di Savino Alessandra Bonomini Marta Silvestri Sabrina Rigobello Marina Ranieri Enrico Bocconi Azadinho Matteo Noto Andrea De Cet Massimiliano Besana Amalia Guerrero Morena Vampo Urti Zaho Francesco Vitale Impianti Roberto Cereda – Project Leader Team Alessandra Parsani Roberto Manzoni Marta Corbetta Hassene Trabelsi Interior Igor Rebosio – Project Leader Team Laura Alberti Valentina Corradini Maddalena Boatto Anna Giunchi Alex Scurti Stefano Bon Tuan Triggiani Paola Moroni
 R.C.M. Costruzioni
 Fea Tecnica – ing. Umberto Di Cristinzi
 Finiture vano ascensore:Prodema Pavimenti zone comuni: Nexus Luci: Viabizzuno, IGuzzini, Mooi Marmista: Cianciullo Marmi S.r.l Ascensori Kone Arredi spazi comuni Gabana Arredamenti
 Beppe Raso

Curriculum

L22 è il brand del gruppo Lombardini22 specializzato nella progettazione architettonica e ingegneristica nei mercati Urban&Building, Retail, Hospitality. Eclettico è il brand dedicato all’interior design di lusso per i mercati Hospitality e Residential. Lombardini22 è un gruppo leader nello scenario italiano dell’architettura e dell’ingegneria che opera a livello internazionale attraverso sei brand: L22 ed Eclettico; DEGW, specializzato nel settore del Workplace con i servizi di Consultancy & Design; FUD Factory, dedicato al Physical Branding e al Communication Design; CAP DC Italia, dedicato alla progettazione di Data Center; Atmos, specializzato nella ricerca di nuovi equilibri tra suono, luce, colore e aria, attraverso soluzioni d’ingegneria applicate alla fisica dello spazio. Lombardini22 da sempre privilegia il metodo del Design Thinking, basato sul pieno coinvolgimento del cliente nella leadership e nel controllo del progetto e sull’interazione di competenze eterogenee.

Community Wish List Special Prize

Contribuisci con il tuo voto

Votazioni chiuse

Tag
#Shortlisted #L22, Eclettico Design - brand del gruppo Lombardini22  #Italia  #Salerno  #Complesso multifunzionale 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054