Studio Angelo Luigi Tartaglia - Kitchen in Rome
  1. Home
  2. Award 2019
  3. Kitchen Design Special Contest
  4.  

Kitchen in Rome

Studio Angelo Luigi Tartaglia

completed
Studio Angelo Luigi Tartaglia

La Zona di intervento è ad alto valore archeologico, trovandosi a ridosso dell' Appia Antica. Un manufatto risalente agli anni immediatamente successivi al secondo conflitto mondiale, per anni utilizzato come stabilimento artigianale ed officina meccanica , negli anni novanta è stato trasformato in attività commerciale con annessi magazzini. Per poter realizzare un'abitazione confortevole per la propria figliola, il proprietario ha deciso di trasformare tre ampi magazzini della sua attività commerciale in residenza. L'opportunità di realizzare un manufatto abitativo in una preesistenza industriale è sempre di grande stimolo. I tre volumi si trovano su livelli diversi e quello principale a sua volta è stato diviso a doppia altezza. Nel primo di essi si è eliminato un pilastro centrale sostituendolo con una travatura reticolare per realizzare un'unica ampia campata. Questo ambiente è stato dedicato esclusivamente a soggiorno con ampi divani e una serie di puff policromi, dal quale, con una scala in metallo e legno, rastremata ad invito dalla partenza allo sbarco, si accede ad una galleria, in cui due volumi parallelepipedi contengono due ambienti bagno , l'uno per gli ospiti e l'altro per la stanza hobby. Al termine della galleria, si apre l'area pranzo con un angolo conversazione sotto la scala che conduce alla zona notte dei figli. L'area pranzo comunica direttamente con un'ampia cucina composta di basi di lavoro, colonne attrezzate ed isola preparazione-snack. La zona di lavoro è tenuta volutamente bassa, essendo l'altezza di questo ambiente non eccessiva. Tutte le basi sono rivestite di granito nero assoluto così come lo schienale. Lo stesso granito nero assoluto è usato come fascia di protezione del pavimento in legno, in corrispondenza dell'area di lavoro. In essa troviamo lavaggio, costituito da lavello sottotop in acciaio inox a due vasche della Franke, di cui una dotata di tritarifiuti, lavastoviglie completamente integrata della Smeg, piani cottura della Barazza. Per creare un filtro che creasse percettivamente un minimo di separazione tra la cucina e l'ingresso verso la suite matrimoniale, si è posizionata una quinta in vetro colorata in verde acido come il divano prospiciente con bolle trasparenti. Riguardante la funzionalità ergonomica della cucina, per espressa volontà della clientela abbiamo dovuto posizionare lo snack verso la zona lavorazione, creando una soluzione di continuità nei movimenti che spesso si compiono durante la preparazione dei pasti. La richiesta è stata manifestata in quanto l'unica parete su cui si sarebbe potuto posizionare il televisore, era quella opposta alle basi di lavorazione ed i clienti avrebbero voluto consumare i pasti giornalieri, soprattutto a colazione ed a pranzo, guardando la televisione. Tutto l'impianto della cucina è stato studiato su disegno, ma realizzato con componenti della Modulnova, scegliendo due toni di laccature, grigio e bianco. Anche l'isola è rivestita, perimetralmente, da lastre di granito nero assoluto. Tutte le lavorazioni del marmo, sono state realizzate artigianalmente. Si è cercato di mantenere l'immagine quanto più pulita possibile nascondendo sia la colonna frigo che quella congelatore incassando elettrodomestici Liebherr. Essendo in numero dispari le colonne, non si è potuta mantenere la simmetria di quella con inserimento dei forni. I clienti amano molto cucinare e non avrebbero voluto che gli odori persistessero per lungo tempo all'interno di tutto l'ambiente aperto. Si è ovviato a questo problema inserendo una cappa industriale con forte potenza aspirante realizzata con un motore inserito all'interno di un parallelepipedo in acciaio inox. La canalizzazione della stessa, che conduce all'esterno fumi e vapori è anch'essa ricoperta con un carter in acciaio inox. Completano l'arredo sgabelli in tecnopolimeri della Segis, color rosso. • Architetto : arch. Angelo Luigi Tartaglia • Team : arch. Armando Tomasi arch. Iunior Paolo Ambrosi • Località : Via Appia Pignatelli - Roma (Italia) • Superficie : 250 mq • Completato: 2013 • Materiali : o pavimento realizzato con assi in legno massello o finiture pareti = pittura bianca, smalto rosso e finiture bronzo o cucina Ditta Modulnova o forno Ditta AEG electrolux o frigo Liebherr o congelatore Liebherr o piano cottura Ditta Barazza mod. Select incasso da 30 o lavello sottotop e miscelatore Ditta Franke o cappa industriale con rivestimento in acciaio inox su disegno o parete "Bubble" in vetro su disegno o sgabelli Ditta Segis mod. Noon o divano verde sotto scala Ditta Arper mod. Loop o tavolo Ditta Pallucco mod. Grand Ecart design Jean Nouvel o sedie Ditta Magis mod. Chair_One o quadro "Intrecci" di Cristiano e Patrizio Alviti o lampade a sospensione sopra il tavolo pranzo Ditta Pallucco mod. Coral o spremiagrumi Ditta Alessi mod. Juicy Salif design Philippe Stark o fruttiera Ditta Alessi serie La Stanza Dello Scirocco design Mario Trimarchi o bollitore Ditta Alessi mod. Hot Bertaa design Philippe Stark o scolapasta Ditta Alessi mod. Max le Chinois design Philippe Stark o fruttiere Ditta Alessi serie Mediterraneo design LPWK - Emma Silvestris • Fotografo : Gianni Franchellucci

Credits

 Roma
 Privato
 05/2013
 250
 40000
 arch. Angelo Luigi Tartaglia
 arch. Armando Tomasi, arch. Iunior Paolo Ambrosi
 Cucina Modulnova
 Gianni Franchellucci

Curriculum

Biografia Da anni impegnato nella ricerca di linguaggi espressivi innovativi, attento alle dinamiche del cambiamento dei costumi, ha maturato la propria esperienza professionale sia in Italia che all'Estero. Dalla crisi identificativa dell’ Architettura degli ultimi decenni, la propria ricerca progettuale si è spostata verso un linguaggio concettuale, le cui matrici ispiratrici sono le più diversificate, senza mai perdere di vista le esigenze della committenza unitamente a quelle tecnico-costruttive. Mantenendo alta la libertà di pensiero ed attingendo la propria ispirazione dallo studio dei grandi Nomi del passato, di qualsiasi epoca, manifesta nei propri lavori una ricercata elaborazione compositiva. Specializzato in Architettura degli Interni,dal 2000 ha esercitato attività didattica presso la Facoltà di Architettura “Valle Giulia” di Roma. Impegnato in progetti sia in Italia che all'estero, molti dei quali pubblicati su libri e riviste a livello internazionale.

https://www.angeloluigitartaglia.it/int-loft-in-rome-2013

Wish
Voti Ricevuti

Votazioni chiuse