Valentina Fisichella - CAROUSEL for LIFE
  1. Home
  2. Award 2018
  3. Special Projects
  4. CAROUSEL for LIFE

CAROUSEL for LIFE

Valentina Fisichella

Special Projects / Completed
Valentina Fisichella

Carousel for Life è un progetto culturale di Valentina Fisichella generato da una ricerca condotta sull’architettura per l’infanzia, finalizzato a orientare una nuova visione che definisca criteri qualitativi di progettualità e produzione: è un’iniziativa che ribalta il punto di vista tradizionale e vuole affermare i bambini al centro del mondo.
L'architettura ha il nobile compito culturale di educare alla bellezza, di dare forma allo spazio in cui viviamo. Lo spazio circonda, cura e fa crescere; i bambini si impossessano con gioia dello spazio, lo esplorano e lo vivono senza freni e senza remore, in un moto perpetuo che è la loro modalità di conoscere. Se i bambini sono i protagonisti dello spazio, allora noi abbiamo il dovere di ripensare l’approccio progettuale di tutto ciò che li riguarda, intervenendo su edifici, spazi, oggetti, a tutti i livelli.
In questo ambito l'Italia è rimasta indietro rispetto all'evoluzione di altri Paesi: ad oggi non esiste un sistema normativo organico, né tanto meno una legislazione che possano indirizzare una corretta progettualità ed un consapevole utilizzo dei materiali. Nessun indirizzo sulla qualità degli spazi per i bambini. Nessuno standard o criterio sulla formazione dello spazio necessario a crescere. O a guarire, nel triste caso degli ospedali per i più piccoli.
FederlegnoArredo ha deciso di adottare il progetto di ricerca di Valentina Fisichella, ufficializzando la concreta volontà di innescare un nuovo corso tramite la realizzazione di un’installazione iconica che ha inaugurato a MADE expo 2017 l’approfondimento sul tema: grazie al know-how delle imprese della filiera del legno-arredo, FLA ha messo a disposizione le proprie soluzioni innovative e sostenibili, e attivato un dibattito che potrà creare e aprire nuove prospettive.

Il primo ambito: school
Tra i cinque ambiti in cui sarà progressivamente declinata l’iniziativa - school, healthcare, home, public space, hospitality - il particolare momento storico ha suggerito di approfondire, in prima battuta, la tematica dell’edilizia scolastica, con l’obiettivo di innescare nuove dinamiche che aiutino a superare la profonda inadeguatezza di cui gli edifici soffrono da decenni.
La scuola, ad ogni età, dovrebbe rappresentare il luogo nel quale il percorso educativo si trasmette visibilmente anche attraverso l’architettura: infatti la dimensione narrativa dello spazio ha la capacità di permeare nel profondo anche i più piccoli, e pertanto risulta fondamentale caratterizzarlo come luogo di apprendimento e sviluppo, di relazioni e di affetti, di costruzione della propria autonomia e fisionomia.
Riconoscere il ruolo pedagogico degli edifici scolastici equivale a dichiarare la centralità del benessere globale dei bambini. La scuola è il primo luogo collettivo vissuto dai bambini: la sua progettazione sostenga la costruzione dei rapporti sociali, la crescita in condivisione, ma anche la concentrazione del pensiero e le sfrenate elaborazioni della fantasia.

Progetto inteso come operazione sincretica, che si riferisca ad adeguati requisiti tecnico-strutturali in grado di garantire sicurezza e confort in ogni circostanza; che studi l’illuminazione, sia naturale sia artificiale, adeguata a comunicare e orientare, accogliere e migliorare la percezione visiva; che si occupi di acustica e di suoni, che vanno smorzati o enfatizzati con opportuna modulazione per rassicurare o viceversa stimolare emotivamente; che operi con calibrate variazioni di colore, matericità e tattilità, sensibili alle multiformi configurazioni dello spazio.
Fondamentale anche il ruolo giocato dagli ambienti esterni, che dialetticamente generano antinomie rispetto agli ambienti chiusi: crescere all’aperto significa conoscere la natura delle cose, ricercare forme e processi, percepire profumi e colori; significa anche fare una diversa esperienza dello spazio, leggere da fuori gli edifici, scoprire la bellezza.

FederlegnoArredo ha scelto lo spazio reception dei padiglioni 5-7 di Fiera Milano-Rho per realizzare l’evento Carousel for Life durante MADE expo 2017 (http://www.madeexpo.it/eventi-convegni/Carousel-for-Life.html).
L’allestimento espositivo è centrato intorno ad un elemento peculiare che incarna lo spirito dell’iniziativa, sintetizzato anche graficamente dallo studio di un logo: la giostra, che rimanda immediatamente al gioco e alla spensieratezza, al movimento vivace ma sicuro. È vita che gira. È il bambino che cresce.
Sulla giostra luminosa, costruita con elementi portanti in tubolare di ferro, rivestiti da pannelli di legno verniciati, campeggiano le icone colorate dei cinque ambiti, realizzate in mdf sagomato e sostenute da montanti metallici.
Livelli differenziati di lettura e fruizione comunicano ai visitatori la complessità del tema, presentando un percorso articolato sull’edilizia scolastica, e mettendo in scena elementi di progetto e produzione che compongono lo scenario degli ambienti dedicati all’istruzione e ai quali dovrebbe essere prestata la giusta attenzione: uno spaccato strutturale in x-lam (Sistem Costruzioni), una finestra posizionata ad altezza bambino (“Mozart 68” di Italserramenti), un pannello di rivestimento acustico (“4akustik” di Fantoni), tinteggiature eco dal forte impatto cromatico (“Ultrasaten” di Oikos), arredi scolastici innovativi (tavolo “Virgola” e sedia “5090” di Vastarredo), lampade child-friendly (“Baby”, “Here”, “Jumpie” di Slide), sanitari pensati per l’infanzia (“Contour21” di Ideal Standard), pavimentazione outdoor in legno (“Larideck mosaico” di Bellotti), un orto didattico (Peverelli).
Nel percorso espositivo, arricchito da arredi Staygreen, i visitatori vengono invitati a segnalare sulla mappa la propria scuola del cuore, l’edificio scolastico che avrebbe bisogno di cure per far crescere al meglio i nostri piccoli grandi bambini, mentre un video racconta di realizzazioni virtuose e di ambienti piacevoli e confortevoli per l’infanzia, che salvaguardano la salute ed educano alla bellezza.

Credits

 Rho - Fiera Milano, reception padiglioni 5-7, MADE expo 2017, 8-12 marzo 2017
 FederlegnoArredo, foro Buonaparte n. 65, 20121 Milano
 03/2017
 300
 100.000
 Valentina Fisichella
 Valentina Fisichella, Cristina Giubaldo
 Speroni&Partners s.r.l., piazzale Giulio Cesare n. 21, 20145 Milano
 Bellotti s.p.a., Fantoni s.p.a., Ideal Standard Italia s.r.l., Italserramenti s.r.l., Oikos s.r.l., Peverelli s.r.l., Sistem Costruzioni s.r.l., Slide s.r.l., Staygreen s.r.l., Vastarredo s.r.l.
 Claudio Grassi

Curriculum

Valentina Fisichella (Vittoria, 1977) è architetto e dottore di ricerca in Progettazione Architettonica, ha conseguito il master in Restauro dell’Architettura Moderna (Politecnico di Milano) e la specializzazione di Progettista di allestimenti fieristici ed eventi (Fondazione Fiera Milano).
Svolge attivamente la professione dal 2005, occupandosi di lavori pubblici, consulenze specialistiche e committenze private.
Già docente a contratto presso il Politecnico di Milano, è stata consulente di Coni Servizi spa a supporto delle attività di progettazione per MilanoSport spa.
Ha coordinato Team Zero, rete di aziende di eccellenza coinvolte nella realizzazione di Expo 2015.
Per FederlegnoArredo ha ideato Carousel for Life, un’iniziativa culturale generata da una ricerca innovativa sull’architettura per l’infanzia, presentata all’ultima edizione di MADE expo 2017.
È a capo di Carousel for Kids, associazione che sviluppa progetti per i più piccoli nell’industrial design e in architettura.

http://www.madeexpo.it/eventi-convegni/Carousel-for-Life.html

Tag
#Shortlisted #Valentina Fisichella  #Italia  #Rho  #Installazione temporanea  #Allestimento  #Legno  #Legno Lamellare  #Legno - Vetro 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054