Archilinea - Lamborghini Factory 4.0 - Linea Urus e Finizione
  1. Home
  2. Award 2018
  3. Production
  4. Lamborghini Factory 4.0 - Linea Urus e Finizione

Lamborghini Factory 4.0 - Linea Urus e Finizione

Archilinea

Production / Completed
Archilinea

Il progetto per l’edificio Linea Urus e la Finizione è inserito all’interno del piano di ampliamento aziendale promosso da Automobili Lamborghini in vista dell’incremento produttivo connesso al lancio del terzo modello della casa bolognese, il SSUV Urus.
L’intento progettuale è stato tradurre la filosofia Lamborghini in spazio architettonico, attraverso le linee nette delle facciate, le superfici pulite, la ricerca di materiali, e dare risposta all’esigenza di ospitare un cuore produttivo altamente tecnologico.

S.Agata Bolognese è sede sin dalla nascita nel 1963 dell’azienda, si colloca in un contesto agricolo baricentrico rispetto le città di Bologna e Modena, in quella che viene definita la culla del distretto Motor-valley.
Sviluppato a sud, l’ampliamento del perimetro aziendale di 140.000 mq si arricchisce di strutture indispensabili, come Assemblaggio e Finizione, Pista prove, Polo energetico, Impianto di trigenerazione, ed il Magazzino Logistico progettati dal gruppo associato Prospazio-Archilinea
Il Team che ha progettato gli interventi è focalizzato sull’ integrazione delle diverse discipline e curando l’intero processo dall’ideazione alla direzione lavori ha permesso il completamento dei lavori per la Manifattura Lamborghini in soli 18 mesi.

La nuova linea d’Assemblaggio vettura e ed il reparto Finizione unitamente agli uffici operativi vengono ospitati in due volumi differenti, collegati da uno spazio di passaggio coperto e sono accumunati dalla dinamica facciata a nord che sottolinea l’importanza strategica dei due spazi, che si configurano come il cuore della nuova espansione aziendale.
Lo spazio dedicato alla Linea Urus nasce dall’ampliamento del Centro Logistico preesistente a cui viene affiancato un edificio di nuova costruzione chiamato ad ospitare il reparto finizione. Gli involucri che racchiudono questi volumi produttivi sono cinti da fasce aggettanti a contrasto che abbracciano entrambi, ricordano i profili angolati e aerodinamici delle supercar.
L'ottimizzazione dei flussi e l’integrazione con il percorso produttivo all’avanguardia ha suggerito le regole per i layout interni, dove i diversi trattamenti cromatici del pavimento distinguono le aree dedicate al lavoro da quelle di transito.

Il benessere dei lavoratori e la vivibilità degli spazi, sono tra punti centrali del progetto e vengono assicurati da un attento studio della luce, dove le ampie superfici traslucenti in policarbonato garantiscono una luce diffusa durante le ore diurne e contribuiscono ad illuminare le zone pedonali circostanti nelle ore serali..
Le pareti vetrate utilizzate anche nel contesto industriale suggeriscono un’ambiente aperto e collaborativo nelle zone ufficio ai primi piani, ed i materiali scelti riflettono scelte coerenti con il brand feeling costituendo un riferimento per i successivi edifici.
All’interno, l’area dedicata all’assemblaggio del nuovo modello Lamborghini è caratterizzata da spazi puliti e superfici chiare, ed emerge un volume aggettante definito da una forma di matrice esagonale: l’Olimpo. Questo spazio soprelevato è pensato per condurre gli ospiti a vivere l’esperienza della Manifattura Lamborghini. Da qui è possibile infatti osservare dall’alto la linea dell’Assemblaggio in un percorso immersivo dedicato ai visitatori.
Le caratteristiche dell’involucro e le soluzioni tecniche adottate hanno portato al raggiungimento della classe AA di prestazione energetica, mentre la modellazione tridimensionale e l’integrazione di strutture ed impianti è stata fondamentale per gestire un progetto caratterizzato da numerose variabili e la presenza di spazi sotterranei per l’alloggiamento delle tecnologie.

Nello spazio esterno l’asse stradale che dividendo i due volumi traguarda la storica sede è dedicato al fondatore Ferruccio Lamborghini, qui l’inserimento di specie vegetali autoctone e arredo urbano unisce il comparto in un dialogo dinamico tra passato e futuro.

Credits

 Sant'Agata Bolognese
 Automobili Lamborghini S.p.a
 08/2017
 22.750
 0.0
 Giuseppe Gervasi
 Luca Bernardoni, Carla Chiarini, Marco Stefani
 Mario Neri Spa, Termoin Srl, Ing.Ferrari Spa
 Prospazio, Praxis Ambiente, Sinergia.
 Portoni industriali - Hormann, Sistema di facciata Lazzaro - Policarbonati Dr.Gallina ;Pannelli di rivestimento Hoesh, Serramenti Gecal - Finestre Shueco
 Matteo Serri

Curriculum

Archilinea è uno studio di progettazione integrata tra architettura, ingegneria, design e consulenza che opera dal 1982 con sede a Sassuolo. Archilinea è in grado di abbracciare tutti gli obiettivi della progettazione facendoli propri e di sostenere l’intera gestione multidisciplinare della commessa: dal concept, allo sviluppo progettuale, all’elaborazione tecnica fino alla fase esecutiva di cantiere, garantendo affidabilità ed efficienza. Archilinea si contraddistingue per la capacità di sintetizzare competenze specifiche legate ai campi dell’architettura e del design con soluzioni ingegneristiche innovative e sostenibili. Questo processo ha come principale obiettivo quello di creare spazi per le persone, che concretizzino espressione creativa ed efficienza tecnica, sviluppando un linguaggio unico ed esclusivo che unisca l’essenza della ricerca, della sperimentazione e l’interpretazione che Archilinea ne fa e applicando procedure di pianificazione, gestione e controllo.


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054