Politecnica Ingegneria e Architettura - PALAZZO DI VARIGNANA RESORT & SPA
  1. Home
  2. Award 2018
  3. Hospitality
  4.  

PALAZZO DI VARIGNANA RESORT & SPA

Politecnica Ingegneria e Architettura

completed
Politecnica Ingegneria e Architettura

La Società Palazzo di Varignana S.r.l. ha incaricato Politecnica della redazione del progetto preliminare, definitivo, esecutivo e della direzione lavori del progetto di quarantaquattro nuove camere e suites connesse alla struttura ricettiva esistente del Varignana Resort. L’elegante complesso è situato in località Varignana, piccola frazione del Comune di Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna. Nasce attorno all’elegante villa settecentesca della famiglia Bentivoglio, in una posizione facilmente raggiungibile dalla via Emilia e dall’Autostrada, ma al contempo parte del paesaggio collina bolognese dove si alternano declivi ad uliveti e vitigni, campi arati, zone boscate e calanchi. Vicini sono sia il Parco regionale dei Gessi Bolognesi e i Calanchi dell'Abbadessa che le belle città di Bologna, Imola e Faenza. Il resort, già articolato in vari corpi tutti destinati ad attività ricettive (congress center, SPA e reception, area ristorazione e banqueting, Il Borgo, Il Poggio, Il Fienile, La corte, tutti con le stanze connesse all’area SPA ) offre, già dalla fine del 2017 altre quarantaquattro camere alle novanta esistenti, distinte in varie tipologie a seconda delle dimensioni e degli standard. Le nuove camere sono state chiamate le Terrazze perché ognuna di esse possiede uno spazio esterno completamente protetto, ma aperto verso il paesaggio a sud. I nuovi corpi potevano essere collocati solo sul versante sud est del poggio sul quale è oggi insediato il resort, ad una quota più bassa rispetto all’attuale ingresso agli edifici esistenti. Lavorare sul versante rispettandone la sua natura è diventato lo slogan di questo nuovo progetto, prevalentemente incentrato sul rapporto paesaggio da vedere e connessioni funzionali in grado di garantire il massimo comfort ai clienti. Il progetto si è costruito allora sull’idea di percorso come parte dell’esperienza di arrivo: approccio, scoperta dello spazio dove si potrà abitare la camera come fosse la propria casa, proprio approdo, completamente protetto, unico, senza introspezioni. Nell’ assecondare la geomorfologia della collina, si è pensato di realizzare tre piccoli corpi sostanzialmente indipendenti ma uniti tra loro e posti a quote tra loro differenti. L’unione è avvenuta mediante due corpi cannocchiale che puntano il paesaggio con occhi discreti. Sono concepiti per osservare e non per farsi osservare e per chi abita il resort sono parte essenziale del percorso di scoperta che mi avvicina alla casa (di qualche ora, di qualche giorno) che si apre al paesaggio. Si tratta di sue importanti strutture in acciaio, ancorate a monte, concettualmente “libere” di scorrere verso valle. L’ingegneria di questa struttura è un altrettanto affascinante viaggio di scoperta. Tramite queste due importanti e mimetizzate strutture raggiungono i corpi scala ed i fine gli spazi di distribuzione alle camere. Ecco il percorso: dalla sommità del poggio su cui nasce il nucleo più antico di Varignana, si scende ai vari livelli dei tre corpi, si asseconda il percorso senza disturbare il versante, senza troppo comprendere le viste esterne che si ritrovano con unicità solo con l’ingresso alle stanze. Sono tre i nuovi corpi e non un unico edificio perché è necessario accorciare le distanze (tra reception, camere e spa) ma anche produrre le giuste interruzioni del costruito e riequilibrare l’ingresso della natura nei punti di rottura stessi tra gli edifici. Una volta all’interno dei vari corpi, la distribuzione alla camere risulta molto chiara essendo realizzata longitudinalmente “ a mezza costa” lungo il versante: per questo tema che ruota ancora sul tema del percorso, abbiamo lavorato tanto sulla luce, per portarla anche là dove non poteva arrivare. Nella distribuzione più bassa, sfiora pareti e materiali in grado di diffonderla maggiormente. Il progetto è costruito sul percorso e lo spazio della distribuzione ne è la materializzazione e ne rappresenta pertanto il carattere. La percezione del nuovo manufatto dai punti di vista abituali verso il resort è stato oggetto di una lunga indagine perché l’impatto di questo edificio non creasse distonie sul paesaggio intorno. L’idea del cannocchiale è anche il messaggio di una natura che si guarda con rispetto prima di poterla godere. L’ausilio della modellazione tridimensionale e integrata (BIM) è stato fondamentale per lo sviluppo di questo progetto: dapprima per focalizzare con l’adeguata cura il rispetto della morfologia del luogo, poi dati i forti limiti urbanistici legati alle altezze ed alle superfici, per controllare in modo costante i rapporti di altezze, le estensioni, le caratteristiche costruttive dell’edificio. Il progetto si completa con due piscine con effetto infinity poste anch’esse a mezzacosta, completando l’offerta di tranquillità e nuove esperienze per i clienti di Palazzo di Varignana.

Credits

 Castel san Pietro, Bologna, Località Varignana
 Palazzo di Varignana Resort & SPA
 10/2017
 4000
 Politecnica Ingegneria e Architettura
 Progetto Architettonico: Paola Gabrielli, Luciano Gasparini, Gianluca Giordano, Thorsten Lang, , Francesca Ferrari, Sandra Zoboli, Massimo Cavazzuti, Emanuela Becchi, Giulia Graziosi, Giovanni Gamberini, Fabio Forghieri, Stefano Simonini, Stefano Tronconi Interior design: Paola Gabrielli, Cansu Kapar Direzione Lavori: Paolo Muratori, Simone Giandomenico, Paola Gabrielli, Emanuela Becchi, Massimo Cavazzuti, Giulia Graziosi
 Impresa Tonon S.p.a
 Arredi Paolo Castelli Spa, Frau Sanitary fixture: Falper Srl, Fantini, Duravit, Devon&Devon Lighting: Artemide, Luciferos
 Gabriele Melloni, Cento29, Modena

Curriculum

Politecnica è una delle maggiori società italiane di progettazione integrata – architettura, ingegneria e urbanistica. Indipendente, fa capo a 40 soci, ingegneri ed architetti, che hanno firmato lavori in oltre 50 Paesi al mondo. Tra le prime società ad aver adottato la progettazione in BIM (Building Information Modelling) Politecnica offre servizi conformi al Sistema di Qualità ISO9001 e UNI EN ISO 14001:2004, ha ottenuto il Rating di Legalità con il punteggio massimo, è membro del Green Building Council e promuove le migliori pratiche di sostenibilità ambientale in compliance con protocolli LEED. Inoltre, numerosi soci hanno conseguito la certificazione Envision e il titolo di Project Management Professional. 5 sono le sedi in Italia a Modena, Milano, Bologna, Firenze, Catania e 10 i Paesi di presenza all’estero (Armenia, Belize, Costa d’Avorio, Ghana, Malta, Panama, Repubblica Democratica del Congo, Sierra Leone, Turchia, Etiopia, Kenya).

https://www.politecnica.it/

Wish
Voti Ricevuti

Votazioni chiuse