Ezio Siciliano - RISTRUTTURAZIONE DI UN APPARTAMENTO IN CORSO GENOVA - MILANO
  1. Home
  2. Award 2017
  3. Interior
  4. RISTRUTTURAZIONE DI UN APPARTAMENTO IN CORSO GENOVA - MILANO

RISTRUTTURAZIONE DI UN APPARTAMENTO IN CORSO GENOVA - MILANO

Ezio Siciliano

Interior / Completed
Ezio Siciliano

L’intervento di ristrutturazione ridefinisce integralmente la spazialità di un appartamento ubicato al sesto ed ultimo piano di un edificio con struttura intelaiata in calcestruzzo armato, costruito negli anni Cinquanta del secolo scorso.
L’immobile presentava un lungo corridoio d’ingresso e distribuzione che serviva da disimpegno per gli ambienti della casa. Gran parte della superficie dell’appartamento era, così, destinata a spazio servente per le stanze principali dell’abitazione (una sola camera, cucina, soggiorno ed un ampio studio).
Il progetto rilegge la geometria quadrata del perimetro dell’appartamento con l’obiettivo di ridurre la superficie occupata dalla distribuzione, accorciando fisicamente e percettivamente il corridoio d’ingresso attraverso la rotazione della direzionalità prevalente degli ambienti della zona giorno (sala da pranzo, cucina e soggiorno) lungo l’asse Nord-Sud.
Per far ciò, si è scelto di ubicare le tre camere da letto di progetto (matrimoniale, singola e doppia) all’estremità Ovest del quadrato di pianta, al fine di poterne liberare l’intera porzione più ad Est per dar forma ad un ampio open space, con doppia esposizione, che inglobasse la parte terminale del largo e profondo corridoio d’ingresso.
I servizi e il disimpegno si dispongono trasversalmente al corridoio, conferendo allo spazio continuo degli ambienti principali l’orientamento cercato, definendo un battuta visiva immediata per chi accede all’appartamento ed un indizio diretto della spazialità degli ambienti principali della casa.
La stanza matrimoniale è dotata di un ampio bagno in camera che può essere annesso alla zona giorno attraverso la movimentazione di un pannello a scorrere in legno laccato che ne isola la porzione occupata dal letto e dagli armadi a muro.
La parte terminale del blocco servizi viene caratterizzato come volume, definito e riconoscibile: un parallelepipedo su cui poggia il soffitto modellato a differenti altezze che puntualmente tocca il pavimento finito con parquet di teak. 
Attorno al parallelepipedo, che ospita il più piccolo tra i due bagni della casa, fanno perno l’alcova della cucina ed il nuovo disimpegno di distribuzione delle camere, dei due bagni e di una piccola nicchia per la lavanderia.
Coerentemente con l’idea di progetto, tutte le superfici verticali comprese tra il volume del soffitto ed il piano in legno del pavimento sono riconoscibili e dotati di propria autonomia espressiva: un lambris continuo costituito da arredi fissi e porte a bilico verticale in legno laccato entra dentro il disimpegno quadrato ed amplia ulteriormente lo spazio della zona giorno.
Le pareti del soggiorno e della sala da pranzo non arredate con mobilio fisso, sono colorate nei toni del beige e dell’azzurro, mentre i rivestimenti in piastrelle di ceramica e di pietra lavica della nicchia lavanderia e dell’alcova della cucina rivestono pure le porzioni di pavimento degli spazi accessori, schiacciati dal volume imbiancato del soffitto, che ruotano attorno al blocco centrale.
Allo stesso modo, i rivestimenti in travertino posati su alcune delle dei pareti bagni sottolineano la geometria della composizione attraverso scarti in altezza e giunti sull’intonaco che rileggono i salti di quota della superficie dei soffitti.
I pannelli in legno laccato che definiscono il volume parallelepipedo scorrono per isolare il disimpegno e chiudere lo spazio che ospita la cucina.
Il corridoio d’ingresso ospita armadiature continue dietro cui si raccoglie una porta in vetro a due ante che consente, all’evenienza, di separare la sala da pranzo dal soggiorno.
Nei pressi della porta d’ingresso, le armadiature sono presenti sui due lati del corridoio: un mobile in legno di teak e le ante specchiate della porzione dell’armadio antistante contribuiscono a dilatare percettivamente lo spazio che, allo stesso tempo, viene schiacciato dal ribassamento del volume del soffitto e definito come “altro” attraverso l’impiego di lastre di pietra lavica per il calpestio.

Credits

 Milano
 Francesco e Giulia D'Alessandro
 03/2016
 190
 240000
 Ezio Siciliano
 Ezio Siciliano, Clelia Messina
 Cospe s.r.l.
 Made a Mano, Busnelli Corporate, Gessi, Elettrica Rizzi, Freri&Brignoli marmi
 Ezio Siciliano

Curriculum

Ezio Siciliano (08.02.1985), architetto, laureato nel 2009 presso la Facoltà di Architettura di Siracusa, ha studiato presso la FAUP di Porto e svolto un tirocinio presso lo studio Aires Mateus (Lisbona).
Ha partecipato a workshop e consultazioni internazionali: Piranesi Prix de Rome - via dei Fori Imperiali di Roma (con B. Messina, E. Fidone, J. I. Linazasoro - 2017), Taking Care - Progettare il bene comune, Padiglione Italia - Biennale di Venezia 2016 (tutor di B. Messina e E. Narne, curatore TAM Associati), Expo dopo Expo - Scuole di architettura italiane per Milano (con B. Messina - 2016), Padova 2015 Architettura (con B. Messina), NHM - National History Museum (con Baukuh - 2011), Intersections. Attraverso la costa, 6 occasioni per fare città (2011, tutor di Manuel Aires Mateus).
Cultore della materia, collabora alla didattica nei corsi di Progettazione Architettonica e Urbana presso la SDS di Architettura di Siracusa. Esercita la libera professione con studio a Catania.

https://divisare.com/authors/2144658108-ezio-siciliano

Community Wish List Special Prize

Contribuisci con il tuo voto

Votazioni chiuse

Tag
#Shortlisted #Ezio Siciliano  #Italia  #Milano  #Residenza  #Legno  #Mdf  #Vetro  #Intonaco  #Pietra  #Rivestimento in legno  #Ezio Siciliano  #Italia  #Milano  #Ezio Siciliano  #Italia  #Milano 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054