Progetto CMR - Customer Center Banca Popolare di Milano
  1. Home
  2. Award 2016
  3. Interior
  4.  

Customer Center Banca Popolare di Milano

Progetto CMR

completed
Progetto CMR

Il Nuovo Customer Center Banca Popolare di Milano, Uno Smart Office Accogliente Come Una Casa Colori dalla brand identity forte e tante zone razionali e versatili caratterizzano nuovi spazi-uffici di BPM a Milano, che diventano un luogo piacevole dove passare la giornata lavorativa Progetto CMR è intervenuto di recente nella riqualificazione di una parte dell’area uffici del Centro Direzionale di Banca Popolare di Milano, in via Massaua (zona Ovest di Milano). Perfetta rappresentazione di ciò che si può definire oggi smart office. Lo spazio, organizzato su due livelli, ricopre una superficie di 1400 mq e si articola in diverse zone: uffici, aree informali, sale riunioni riconfigurabili a seconda delle necessità, servizi dedicati ai dipendenti e uno spazio con 150 postazioni operative. Quest’ultimo, definito Customer Center, è il cuore delle operazioni svolte dai dipendenti che, a stretto contatto l’uno con l’altro, offrono assistenza ai fruitori dei servizi BPM online. Per la natura frenetica di questo lavoro, lo spazio richiedeva una grande versatilità, un miglioramento dell’efficienza e della qualità dell’ambiente di lavoro: chi svolge questo tipo di mansione non ha una postazione fissa ed è spesso sottoposto a ritmi pressanti per poter fornire risposte a più utenti nel tempo minor possibile. Il personale quindi necessita di luoghi dove riunirsi, ma anche per prendere delle pause. Progetto CMR si è posto l’obiettivo di pensare a una razionalizzazione degli spazi e alla valorizzazione dell’immagine aziendale, al fine di ottenere il massimo beneficio di tutti gli utenti. Gli ambienti risultano quindi efficienti, flessibili, funzionali, elevati qualitativamente, con un grande comfort visivo. Le postazioni sono suddivise in gruppi di dimensioni differenti, ciascuno gestito da un team leader, che permettono conformazioni variabili nel tempo. Le postazioni singole, isolate da pareti in vetro, sono dedicate ai coordinatori o ad incontri che richiedono una maggiore privacy. Tutte le postazioni usate a rotazione sono prive di cassettiere: vi è quindi una zona (in entrambi i piani) dotata di locker numerati dove gli operatori possono riporre i loro effetti personali. Due sale riunioni sono state collocate al piano superiore e sono dotate di una parete impacchettabile che permette di riconfigurarle in base a esigenze diverse. Altre due stanze, dotate della più moderna tecnologia, agevolano le relazioni esterne anche grazie a moderni sistemi di video-conference; vi sono poi specifiche aree, postazioni tecnologiche, che permettono di accomodarsi e usufruire di collegamenti Internet. Per favorire invece l’interazione tra colleghi, sono state create diverse aree comuni: un’area break con cucina per pranzi veloci, un’area incontri e accoglienti angoli relax. L’ambiente è stato reso particolarmente piacevole grazie all’uso di una palette cromatica dai toni accesi e allegri: le nuance che partono dal verde (il colore corporate scelto da BPM) declinato nelle sue diverse varianti, includendo accenti blu petrolio e arancione che creano accostamenti forti e di grande impatto. L’arredamento, fornito da Estel, è lineare e sobrio, composto da tavoli con paretine fonoassorbenti, bench alti, tavolini, sgabelli, divani e pouf confortevoli, arredo standard e su misura realizzato in base alle esigenze specifiche di BPM. Le aree che richiedevano maggiore intimità invece sono state fornite di divani Privé, disegnati da Progetto CMR e realizzati con materiali fonoassorbenti da Ares Line, che permettono conversazioni in assoluta riservatezza. Al fine di ridurre il più possibile l’inquinamento acustico dell’open space, dove lavorano insieme fino a 80 dipendenti l’uno a stretto contatto con l’altro, sono stati studiati particolari accorgimenti. Gli spazi sono lineari, con il giusto gioco di pieni e vuoti, e al consueto controsoffitto è stato preferito il posizionamento di pannelli colorati e fono-assorbenti di Caimi Brevetti. Questi sono dotati di tecnologia brevettata Snowsound®, composti da materiale a densità variabile, che permette di ottenere un assorbimento selettivo alle diverse frequenze e quindi di ottimizzare l’acustica dell’ambiente. Gli stessi pannelli sono posti anche a parete acquisendo anche un ruolo decorativo, riprendono per forma e colore sia il tema delle “doghe” del pavimento vinilico Fractile® di Liuni (design di Progetto CMR), sia la geometria dei quadrotti grigi in moquette Biosfera di Interface, realizzata con fibre riciclate al 100 per cento. Il grande spazio aperto del piano inferiore, sempre dotato di postazioni suddivise per gruppi di lavoro, è anticipato da un corridoio perfettamente organizzato che dispone di altri numerosi locker numerati e di box per la gestione della raccolta differenziata. Il sistema di illuminazione è regolarizzato da un touch panel garantendo quindi il comfort luminoso che i gruppi di lavoro ritengono ottimale. A questo stesso livello un’area esterna, protetta da una struttura e dotata di divanetti confortevoli, costituisce un’oasi verde accessibile dagli uffici.

Credits

 milano
 Banca Popolare di Milano
 12/2014
 1.400
 massimo roj - progetto cmr
 Client Leader: Massimo Roj Project Leader: Antonella Mantica Architect Leader: Licia Micolitti Design Team: Paolo Cardin, Katia Gentilucci, Paolo Frana, Enrico Less, Simone Pietroforte Pratiche edilizie: Alessandro Colombo Impianti Tecnologici: Claudio Pa
 -
 -
 -
 -

Curriculum

Massimo Roj, architetto, fonda nel 1994 a Milano, Progetto CMR, società leader nel settore della progettazione integrata, nei campi dell’Interior Design e dell’Architettura con l'obiettivo di realizzare un'architettura flessibile, efficiente ed ecosostenibile. Visiting Professor all’Università di Tianjin, nel 2002 è membro del comitato scientifico di Humantec, dal 2006 fa parte del comitato scientifico di ULI, dal 2011 partecipa ai comitati scientifici di Eire e Assoimmobiliare. Tra le pubblicazioni: “Less Ego More Eco. Verso una sostenibilità condivisa”. Progetto CMR ha sede a Milano e diversi uffici nel mondo. Partner di European Architect Network, dal 2010 è tra i primi 100 studi di architettura al mondo segnalati da BD World Architecture Top 100. Vince i Mipim Awards 2015 con il progetto “Oxygen Eco-Tower” e il Premio ReBuild 2015 per la riqualificazione dell’edificio “San Prospero” a Milano per Deutsche Asset & Wealth Management.

http://www.progettocmr.com/

Wish
Voti Ricevuti

Votazioni chiuse

I progetti più votati - 2016