CERAMICHE REFIN / GIULIO IACCHETTI - Labyrinth
  1. Home
  2. Award 2016
  3. Industrial Design
  4.  

Labyrinth

CERAMICHE REFIN / GIULIO IACCHETTI

completed
CERAMICHE REFIN / GIULIO IACCHETTI

Labyrinth è la collezione di piastrelle in grès porcellanato creata di Giulio Iacchetti per DesignTaleStudio, laboratorio creativo di Ceramiche Refin Spa. Il progetto Labyrinth è nato da un’inedita costruzione geometrica generata all’interno di un quadrato: linee che congiungono punti medi ai vertici opposti, sino ad estrapolare due elementi ad “elle” contrapposti che permettono, a seconda di come viene ruotata la piastrella, di disegnare linee ordinate di quadrati, tracciati segmentati a zigzag, oppure senza alcun ordine prestabilito di posa, al fine di originare perimetri grafici infiniti in cui smarrirsi. A partire dal modulo quadrato della piastrella, Labyrinth vince la monotonia della standardizzazione utilizzando sistemi modulari che danno vita a decori sempre diversi, in un’infinità di possibili combinazioni. La superficie così cambia sotto i nostri occhi attraverso semplici variazioni di posa e l’occhio si perde in labirintici effetti zig-zag, speculari , simmetrici o casuali, restituendo, come dice Giulio Iacchetti, “un senso di infinito, uno sviluppo grafico senza confini…”. La piastrella ceramica sfida quindi la sua stessa natura, perdendo la rigida serialità e acquisendo addirittura una terza dimensione percepita, che scardina i vincoli a cui è legata proiettandoci nell’emozione del trompe l’oeil e dei disegni modulari ispirati dal maestro Escher, tanto amato da Iacchetti. Allo stesso tempo Labyrinth recupera e valorizza la cultura del decoro e del colore ceramico, che negli ultimi tempi (ricordiamo la collezione di grande successo Frame di DesignTaleStudio) ha riconquistato il ruolo che le apparteneva nei decenni passati. “Pensare e progettare una superficie per me significa provare a lambire il concetto di infinito e di tridimensionalità, partendo da un disegno modulare che si sviluppa senza limiti nello spazio, ispirato alle costruzioni grafiche del Maestro Escher a cui tanto del mio lavoro si rifà” spiega Giulio Iacchetti, “Pensare e progettare dunque un elemento che, ripetendosi a matrice, sviluppa tracce che si avviluppano su se stesse, che segnano percorsi a volte regolari e a volte complessi, in grado di evocare un senso di profondità, veri e propri labirinti grafici tridimensionali, da cui il nome di questa collezione di piastrelle.” La collezione Labyrinth si sviluppa in due famiglie, ANGLE e MIRROR, entrambe proposte nel formato quadrato 60x60cm e studiate per un uso libero del modulo piastrella, allo scopo di permettere all’utilizzatore di costruire il proprio “labirinto” personale decidendo come posare il prodotto e partecipando così in prima persona al processo creativo del progetto. Ispirata alle creazioni di Josef e Anni Albers, interpreti del Bauhaus, la famiglia Angle si delinea sulle tre linee cromatiche Navy, Slate e Pearl che esprimono un potente concetto grafico di sovrapposizioni di livelli. Anche la variante Mirror si sviluppa in tre linee cromatiche denominate Silver, Ash e Sand. Il risultato in questo caso è un effetto di profondità esaltato da una trama grafica che si ispira al mondo del tessile.

Credits

 Casalgrande
 09/2015
 0
 -
 Giulio Iacchetti, DesignTaleStudio

Curriculum

Giulio Iacchetti si occupa di industrial design dal 1992 collaborando con i più noti marchi del design. E’ curatore di mostre scaturite da riflessioni su diversi temi di progetto come la croce da cui è nata “Cruciale” tenutasi a Milano, Roma ed Enna e il food-design da cui è nata “Razione K, il pasto del soldato in azione”, prodotta dalla Triennale di Milano nel gennaio 2015. Diversi i premi conseguiti tra cui due “Compassi d’Oro”: nel 2001, con la posata multiuso biodegradabile Moscardino” oggi parte dell’esposizione permanente del design al MOMA di New York; e nel 2014 con la serie di tombini “Sfera” progettati per Montini. Nel maggio 2009 la Triennale di Milano ha ospitato una sua una personale intitolata “Giulio Iacchetti. Oggetti disobbedienti” e nello stesso anno ha vinto il “Premio dei Premi” conferitogli dal Presidente della Repubblica Italiana per il progetto “Design alla Coop”, innovativa iniziativa volta a portare il design nella grande distribuzione organizzata.

https://www.refin.it/series/labyrinth/

Wish
Voti Ricevuti

Votazioni chiuse

I progetti più votati - 2016