Paolo Belardi (HOFLAB) - Scuola dell'Edilizia
  1. Home
  2. Award 2016
  3. Education
  4. Scuola dell'Edilizia

Scuola dell'Edilizia

Paolo Belardi (HOFLAB)

Education / Completed
Paolo Belardi (HOFLAB)

Il nuovo edificio, che ospita la sede direzionale e operativa del CESF-Centro Edile per la Sicurezza e la Formazione di Perugia, si configura come modello esemplare, fondando la propria identità sulle ragioni della sostenibilità ambientale.

In tal senso il progetto, oltre a proporsi come occasione di ricucitura di un intorno disorganico (contrassegnato dalla compresenza della scala macroscopica, propria degli insediamenti produttivo-commerciali, e della scala microscopica, propria degli edifici residenziali unifamiliari), è animato da quattro strategie tanto distinte quanto sinergiche. La prima strategia è volta a recuperare verde: l’edificio restituisce un microhabitat naturale all’interno di un’area fortemente artificiale. La seconda strategia è volta a guadagnare suolo: l’edificio evita l’occupazione intensiva del suolo e si solleva, lasciando spazio a un pendio verde. La terza strategia è volta a garantire benessere: l’edificio presenta un sistema di corti che, in virtù dell’ottimizzazione espositiva e della variabilità percettiva, persegue un’elevata qualità ambientale. La quarta strategia è volta a risparmiare energia: l’edificio promuove, tramite azioni distinte ma sinergiche (involucro frangisole, generatori microeolici, sistemi solari termico e fotovoltaico), un uso razionale delle fonti energetiche. Queste quattro strategie progettuali tendono a esprimere la volontà di superare la cementificazione fine a se stessa e, unitamente alle spiccate valenze bioclimatiche dell’edificio (che perseguono un migliore utilizzo dell’energia attraverso i caratteri tipologici e la conformazione spaziale prima che attraverso la mera dotazione di componenti tecnologiche), rivendicano la necessità della riconciliazione tra edilizia e ambiente, assunta come vero e proprio slogan didattico.

Dal punto di vista distributivo l’edificio, compatto all’esterno e articolato all’interno, è organizzato su sei livelli, collegati da due nuclei di comunicazione verticali: un livello interrato accessibile mediante una rampa carrabile destinato a parcheggio e a locali tecnici; un livello seminterrato destinato a spazi per esercitazioni applicative; un livello terreno costituito da un piano inclinato verde interamente all’aperto ad eccezione dei nuclei di comunicazione verticale in cui è anche situato l’ingresso principale; un primo livello sopraelevato destinato ad attività formative (aula magna, aule didattiche e aule informatiche), sala lettura, sala convegni, coffee break, archivi e magazzini; un secondo livello sopraelevato destinato a uffici e sale riunioni; un livello di copertura destinato a parco tecnologico didattico.

Dal punto di vista costruttivo l’impianto strutturale dell’edificio, realizzato in calcestruzzo armato, è costituito da un’iterazione di setti che ritmano l'immagine esterna e regolano l'organizzazione interna. Il corpo sopraelevato è ricomposto dall’involucro frangisole, realizzato in pannelli compositi modulari in alluminio con finitura superficiale opaca punteggiata da un doppio ordine di forature.

Il carattere esemplare dell’edificio è suggellato da un sistema di citazioni letterarie, concernenti l’arte del costruire e desunte dal migliore repertorio della trattatistica italiana (Marco Vitruvio Pollione, Leon Battista Alberti, Andrea Palladio, Francesco Milizia ecc.), che punteggiano gli spazi interni proponendosi in forma di decorazioni grafiche.

Credits

 Perugia
 Centro Edile per la Sicurezza e la Formazione di Perugia
 03/2013
 7800
 11000000
 HOFLAB (Paolo Belardi, Carl Volckerts), HOFPRO (Alessio Burini), Valeria Menchetelli
 HOFLAB (Paolo Belardi, Matteo Scoccia, Carl Volckerts), HOFPRO (Alessio Burini), Valeria Menchetelli
 Seprim sas, Edil Costruzioni srl (A.T.I)
 Area Progetto (strutture e sicurezza), Flu.Project (impianti meccanici e prevenzione incendi), Drisaldi Associati (impianti elettrici e speciali), Enrica Bizzarri (sistemazioni vegetali)
 Akzo Nobel Coatings, Alufiero, CBI Europe, Cobiax Italia, Elcom, Granulati Zandobbio, Harpo, In Caltiber, Knoll, LAFAP, Margaritelli, Metalmontaggi, Paesaggi Umbri, Schüco International Italia, Tarkett, Timotei Officine Meccaniche, Totem
 Dario Diarena

Curriculum

HOFLAB - Paolo Belardi (Gubbio 1958). Laureato in Ingegneria Civile Edile a Roma. Professore associato nell’Università di Perugia, dove insegna “Progettazione digitale” e “Architettura e Composizione 1”. Direttore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia.

HOFLAB - Carl Volckerts (Ängelholm, Svezia 1980). Laureato in Ingegneria Civile Edile nel 2006 a Lund, Svezia, completando il proprio percorso formativo nell’Università di Perugia. Dal 2010 svolge attività professionale.

HOFPRO - Alessio Burini (Perugia 1959). Laureato in Ingegneria Civile Edile a Roma. Docente a contratto nell'Università degli Studi di Perugia, dove insegna "Architettura Tecnica". Presidente di ALA Assoarchitetti Umbria.

Valeria Menchetelli (Marsciano 1976). Laurea e PhD in Ingegneria Civile a Perugia. Ricercatore a tempo determinato nell’Università di Perugia, dove insegna “Laboratorio di Disegno dell’architettura” e “Rilievo dell’architettura”.

http://www.hoflab.it

Community Wish List Special Prize

Contribuisci con il tuo voto

Votazioni chiuse

Tag
#Hoflab  #Dario Diarena  #Hofpro  #Valeria Menchetelli  #Edificio scolastico  #Calcestruzzo armato  #Alluminio  #Struttura in calcestruzzo armato  #Schermatura solare  #Europa  #Italia  #Perugia  #The Plan Award 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054