Un sottopasso per riunire due anime della città
  1. Home
  2. Architettura
  3. Un sottopasso per riunire due anime della città

Un sottopasso per riunire due anime della città

Mariani Architetti

Scritto da Caterina Testa - 2 febbraio 2021

Il lungo tracciato di Viale Ceccarini a Riccione unisce due parti di città diversissime e complementari: a est quella legata al mare e al turismo, a ovest quella dell’entroterra e delle colline. La barriera della linea ferroviaria segna una separazione fisica e simbolica tra questi due modi di vivere la città romagnola e la sua strada più famosa: da una parte i negozi e la movida, dall’altra una dimensione più residenziale e quieta.

Il progetto di ampliamento del sottopasso che valica la ferrovia e ricongiunge i due tratti di Viale Ceccarini assume pertanto un significato cruciale per la riqualificazione del collegamento e per la ricucitura simbolica tra due anime della stessa città.

Nel progetto di Fabio Mariani Architetti il potere simbolico del ponte, sinonimo di unione, s’intreccia con quello evocativo del passaggio ipogeo: attingendo ai significati religiosi, letterari e psicologici legati alla dimensione sotterranea, il progetto riesce a trasformare un luogo solitamene anonimo, spesso marginale, in un nuovo punto di riferimento urbano.

Camminare, osservare, scoprire diventano i gesti fondanti del progetto, esaltati da un percorso concepito per destare curiosità e meraviglia. Gli accessi da via dei Mille e via delle Magnolie trasformano le discese verso il basso in un gesto scenografico e accattivante: la rampa e la scalinata s’innestano su una superficie di marmo dalla finitura antiscivolo fiammata, sottolineate da un nastro sinuoso rivestito in legno che accompagna dolcemente nella discesa.

Una volta raggiunta la quota inferiore, accompagnati dal calore del legno e dalle fasce luminose inserite nelle scanalature a parete, lo spazio si apre in un’ampia rotonda al centro della quale potrebbe essere collocata la statua di Maria Boorman Ceccarini, figura cara a Riccione per le sue attività filantropiche che permisero la realizzazione di servizi fondamentali per la città.

Nel ripensamento dei quasi 1000 mq di superficie sui 1500 totali, l’obiettivo dello studio Mariani è stato quello di realizzare un’opera corale e collettiva, capace di rappresentare l’intera città, dagli artigiani, agli artisti, alle persone di cultura e di arricchire la quotidianità di ogni singolo cittadino che percorrerà il sottopasso.

Architect: Mariani Architetti
Project and artistic direction: Fabio Mariani
In collaboration with Silvia Biagini
Location: Riccione, Italy
Client: Municipality of Riccione
Contractor: Zambelli
Margraf: Stone paving
Photography by © Daniele Domenicali 
courtesy of MARIANI ARCHITETTI

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design:
Ho letto la privacy policy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Non perdere interessanti opportunità di formazione
Scopri in anteprima i contenuti del Magazine e della Webzine di THE PLAN

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054