Un portico contemporaneo aperto verso il paesaggio
  1. Home
  2. Architettura
  3. Un portico contemporaneo aperto verso il paesaggio

Un portico contemporaneo aperto verso il paesaggio

Minimalismo e chiarezza sono i caratteri identitari di questa villa a poca distanza dai Colli Euganei

MIDE architetti

Un portico contemporaneo aperto verso il paesaggio
Scritto da Redazione The Plan -

A sud di Padova e non lontano dai Colli Euganei, il comune di Sant’Elena si confonde tra i numerosi paesi della pianura veneta, dove alla chiesa e al nucleo di case più antiche si sono affiancate negli anni numerose villette: tetti a doppia falda, ampi porticati, mattoni paramano e tonalità pastello richiamano le caratteristiche dell’edilizia rurale padana. 

In un contesto di uniformità, il progetto residenziale di MIDE Architetti appare da subito estraneo e dirompente: delimitati da un’ampia piattaforma bianca di poco emergente dal terreno pianeggiante e da un importante piano di copertura parallelo al terreno, si alternano una sequenza di pieni e vuoti, porticati, vetrate e superfici estese in calcestruzzo rosa colorato in pasta che definiscono gli spazi della casa con ampio portico e vista sulla campagna.

La richiesta dei committenti, fin dalle prime esplorazioni progettuali, è stata quella di avere una nuova casa dalle linee semplici da dove poter godere del panorama circostante.

La prevalente orizzontalità del volume, sviluppato su un unico piano, l’attenta composizione di pieni e vuoti e la scrupolosa scelta di colori e materiali rendono la residenza simile a un padiglione minimalista. La monumentalità degli spazi e l’attenzione per i dettagli costruttivi, inoltre, ricordano le opere di Carlo Scarpa, la trama e il colore delle superfici in calcestruzzo colorato in pasta sembrano evocare le architetture scultoree di Luis Barragan, l’essenzialità delle linee e la scelta attenta di pochi materiali preziosi fanno pensare alle scelte progettuali di alcune ville di Mies van der Rohe.

 

Essenzialità e chiarezza all’interno e all’esterno

Mide Architetti ©Alberto Sinigaglia, courtesy of Mide Architetti

Anche da un punto di vista di vista distributivo, il progetto rispecchia la medesima essenzialità e chiarezza spaziale. A sud, l’ampio portico anticipa e indirizza alla zona giorno completamente vetrata, ad annullare la separazione tra interno ed esterno, tra spazio residenziale e campagna. Verso nord, si articolano la zona notte e servizi con stanze dalle dimensioni più raccolte e una facciata più rigida ed ermetica.

La grande copertura piana unisce tutti gli ambienti dell’abitazione, assicurando un’adeguata protezione dal sole, dalle intemperie e dall’irraggiamento diretto. Interrotta solamente in corrispondenza dei pozzi di luce sopra le aiuole del portico, si appoggia al muro perimetrale a nord e si libra su tre sostegni dalla base curvilinea a sud. I profili curvi di ogni elemento architettonico, dai pilastri ai volumi vetrati fino al perimetro della piattaforma, conferiscono armonia e movimento al volume. 

Essenzialità e minimalismo permeano anche la scelta dei materiali con un abaco di variabili estremamente contenuto: il calcestruzzo di tonalità rossastra degli elementi strutturali si combina con la pavimentazione interna ed esterna in terrazzo alla veneziana e con le ampie vetrate curvilinee.  All’interno, le venature del legno delle armadiature a muro si accostano alle tonalità di grigio degli altri arredi. Uno spazio sofisticato e silenzioso, pronto ad accogliere la contemplazione del paesaggio. 

>>> Scopri anche un’altra villa in Veneto progettata da MIDE Architetti

 

Iscriviti alla newsletter

 

Credits

Location: Padua, Italy
Architect: MIDE Architetti
Client: Private
Completion: 2023
Build up Area: 500 m2

Photography by Simone Bossi and Alberto Sinigaglia, courtesy of MIDE Architetti

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054