Torre del Borgo - CN10 Architetti
  1. Home
  2. Architettura
  3. Torre del Borgo

Torre del Borgo

restauro ed ampliamento

CN10 Architetti

Scritto da Francesco Pagliari - 1 febbraio 2017

La Torre del Borgo costituisce per Villa d’Adda un edificio monumentale, in cui si sintetizza una storia complessa all’interno del paese, per simbologia (casa fortificata medievale e luogo caratterizzante momenti che rappresentano per il territorio fasi della storia di fazioni e conflitti militari durante i secoli) e per materialità (le murature d’ascendenza medievale sono di notevole qualità costruttiva e fattura).
L’Amministrazione comunale, nel promuovere l’intervento (il progetto preliminare risale al 2004), si indirizza ad obiettivi di varia natura, con l’intento di risanare un luogo urbano degradato, per costituire un centro polivalente a carattere museale, documentario, culturale, utile alla collettività.
Il progetto, quindi, affronta contemporaneamente livelli di approfondimento. L’elaborazione del progetto di restauro ovvia alle condizioni di degrado della torre principale (e della torre secondaria, leggermente inferiore per altezza, che vi si affianca), dettagliando misure di consolidamento strutturale e di risanamento. In stretta connessione, la riflessione architettonica si dirige ad una sintesi fra storicità e potenzialità degli elementi materici e spaziali, leggendo l’insieme del monumento, le sue valenze qualitative, la capacità rappresentativa di espletare funzioni con un forte contenuto identificativo: operare una valorizzazione degli elementi costituivi l’edificio, agendo sulla connessione degli spazi e sulla configurazione di significative suggestioni nella fruizione degli spazi. La sequenza delle opere si suddivide in due fasi realizzative, con un primo lotto dedicato alla torre principale e ad un corpo contiguo, mentre il secondo lotto riguarda la torre secondaria adiacente, con quattro ambienti che si aggiungono agli spazi della torre principale e la dotazione di impianti tecnici ed ascensore.
Nucleo della riflessione progettuale è il sistema di spazi e di collegamenti verticali, per formulare una continuità agevole nel percorso e per sottolineare le molteplici possibilità di fruizione per gli ambienti ai vari livelli, mediando fra connessione ed indipendenza degli spazi e di conseguenza nelle attività.
L’accesso al complesso avviene attraverso la sala a piano terreno della torre principale: una sorta di prolungamento dello spazio pubblico della piazza che diviene spazio protetto e suggestivo, la cui altezza e il soffitto a volta conferiscono qualità architettoniche rilevanti, luogo utile per attività polivalenti e rappresentative per l’intera comunità del paese.
Il percorso interno si incentra sull’unione degli elementi di risalita verticali e del sistema di connessione orizzontale: il nuovo corpo laterale ad est della torre principale è fondamentale per l’integrazione del percorso in unico itinerario, che si potrebbe definire quasi come un’“esperienza conoscitiva” all’interno di una complessità di spazi che si devono percepire anche secondo la direzione verticale. Il nuovo corpo consiste in tre livelli fuori terra: un elemento architettonico di immediata identificazione contemporanea, nella sovrapposizione di volumi a geometria irrigidita e seducente, con sguinci vetrati e dialogo fra i materiali, che si differenzia nettamente rispetto alla parete muraria della torre principale. Il percorso di ascesa alla torre inizia così di lato, dal luminoso corpo adiacente, si connette ad un camminamento longitudinale e conduce al livello intermedio della torre, da cui si ascende agli ambienti superiori: la scala, con struttura a profilati in acciaio e parapetti in lamiere d’acciaio, diviene protagonista, conforma lo spazio, ne dirige la lettura, come un corpo scultoreo di densità materica e di forte presenza per la percezione, che articola, frammenta e nello stesso tempo rende leggibile la continuità dello spazio interno alla torre.

 Francesco Pagliari    

Luogo: Villa d’Adda, Bergamo
Committente: Comune di Villa d’Adda
Anno di Realizzazione:  2015
Superficie Costruita: 300  m2
Costo: 900.000  Euro
Architetti: CN10 Architetti
Direzione dei Lavori: Gianluca Gelmini

Consulenti
Strutture: Lorenzo Jurina
Impianti Meccanici: Livio Mazzola
Impianti Elettrici: Alfredo Ravasio

Fornitori
Serramenti: Sideros Acciaio

Fotografie: © Gianluca Gelmini

 


CN10 Architetti
CN10 Architetti è stato fondato nel 2004 da Gianluca Gelmini. Lo studio si occupa di progettazione architettonica e recupero del patrimonio storico a diverse scale d’intervento. Negli anni lo studio ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali ottenendo premi e riconoscimenti. CN10 architetti ha realizzato diversi incarichi pubblici e privati. Tra i più significativi: i lavori di restauro delle chiese di san Giorgio e san Giuliano a Bonate Sotto (BG); il restauro della chiesa di Botta di Sotto il Monte, il recupero di Palazzo Furietti Carrara a Presezzo (BG), l’ampliamento dell’Oratorio e il restauro del Centro Pastorale di Carvico (Bg), il recupero dell’ex Scuola di Miniera di Novafeltria (Rn).
Gianluca Gelmini (Bergamo, 1967) si laurea al Politecnico di Milano nel 1996. Nel 1999 ottiene una borsa di studio per il dottorato di ricerca in Composizione Architettonica presso lo IUAV di Venezia. Nel 2005 conclude la scuola di Specializzazione in Restauro dei Monumenti del Politecnico di Milano. I lavori di ricerca e progettazione sviluppati da Gianluca Gelmini in ambito accademico e professionale hanno ottenuto premi e riconoscimenti, tra cui nel 2001 la menzione al Premio “ASSIRCCO Giovani” e nel 2004 la menzione al premio internazionale “Luigi e Sandro Angelini” per il lavoro svolto nell’ambito del Dottorato di Ricerca. Ha insegnato al Politecnico di Milano, alla Facoltà di Architettura dell’Università di Parma e all’Accademia di Architettura di Mendrisio. Dal 1996 è iscritto all'Ordine Architetti Bergamo.
Andrea Pressiani (Ponte San Pietro, 1987) si laurea in Progetto e Tutela del patrimonio costruito al Politecnico di Milano nel 2014. Collabora con lo studio dal 2010.


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054