T FONDACO - OMA-JFA
  1. Home
  2. Architettura
  3. T FONDACO

T FONDACO

Reinterpretare la storia

OMA-JFA

Scritto da Redazione The Plan - 3 luglio 2017

Il Fondaco dei Tedeschi, storico palazzo affacciato sul Canal Grande nei pressi del ponte di Rialto, sin dalla sua costruzione nel corso del XIII secolo ha svolto un ruolo centrale nella vita di Venezia, attraversando alterne vicende sino all’ultimo intervento di restauro, realizzato su progetto architettonico di OMA e, per l’interior design, di Jamie Fobert. All’interno del complesso, restituito alla sua vocazione commerciale con il nome T Fondaco, trova oggi posto uno store di proprietà di DFS (società del gruppo LVMH), con boutique e spazi espositivi di lusso distribuiti su quattro livelli. Fulcro dell’intervento la corte centrale al piano terreno, una nuova piazza coperta che funge da luogo di passaggio e distribuzione; da qui si accede direttamente agli spazi commerciali situati al piano terreno, mentre nuovi collegamenti verticali consentono di salire ai piani superiori. L’intervento ha interessato in maniera importante anche i livelli più alti, con la realizzazione di un nuovo solaio in acciaio e vetro su cui poggia il volume che ospita lo spazio espositivo e con il recupero della copertura e la realizzazione di un’ampia terrazza panoramica aperta sulla città. All’esterno, l’intervento sulle facciate ha dovuto tenere conto della tutela monumentale cui è sottoposto l’edificio, che ha imposto di non modificare paramenti murari, decori e aperture, vincolati nella loro forma e posizione. La “nuova immagine” del Fondaco è affidata ai serramenti OS2 75 di Secco Sistemi in ottone naturale, che riprendono il materiale che caratterizza l’interno nella scala, in alcune partizioni interne e nella finitura di numerose superfici. La scelta dell’ottone per i serramenti è motivata anche dall’inalterabilità delle sue prestazioni in ambiente marino, mentre sotto il profilo estetico la finitura naturale permetterà nel tempo al materiale di ossidarsi assumendo un caldo colore brunito. Il sistema a taglio termico OS2 75 di Secco Sistemi riprende l’immagine del ferro finestra nelle ridotte dimensioni dei profili, riproponendola attraverso metalli pregiati come l’ottone, l’acciaio Cor-ten, l’acciaio inox e l’acciaio zincato verniciato. È disponibile in 37 profili - a partire da 27 mm di larghezza - ed è utilizzato nella realizzazione di porte, finestre con apertura a ribalta, bilico e libro. Può alloggiare vetri isolanti fino a 32 mm, con uno spessore di soli 62 mm nel nodo centrale nelle finestre a due ante e di 47 mm nei nodi laterali. Nel disegno del prospetto del serramento è possibile scegliere tra vetri complanari e non complanari, aperture visibili o non visibili e tra quattro tipologie di fermavetro. Gli accessori studiati appositamente per il sistema, quali maniglie, scarichi d’acqua e cerniere, sono realizzati nello stesso materiale dei profili. OS2 75 è particolarmente indicato per l’architettura contemporanea perché consente grande libertà compositiva, ma al tempo stesso assicura la massima versatilità per interpretare al meglio l’essenza di edifici storici e monumentali, integrandosi con essi attraverso un linguaggio essenziale e moderno.

Secco Sistemi
Via Terraglio, 195 - I - 31022 Preganziol (TV)
Tel. +39 0422 497700
E-mail: info@seccosistemi.it - www.seccosistemi.it