Städel Museum
  1. Home
  2. Architettura
  3. Städel Museum

Städel Museum

Städel Museum
Scritto da Redazione The Plan -
Il museo Städel di Francoforte è stato recentemente ampliato con la realizzazione di una nuova ala espositiva, realizzata su progetto dello studio Schneider+Schumacher, che si sviluppa per 3.000 m2 di superficie al di sotto del giardino antistante il palazzo centrale del museo. La copertura ad andamento ricurvo della nuova ala risagoma la superficie del giardino conferendole un andamento convesso; la nuova “piazza verde” si caratterizza ulteriormente per la presenza dei 195 lucernari circolari posti a illuminare lo spazio sottostante e distribuiti uniformemente su tutto il giardino. Considerando la collocazione ipogea dello spazio espositivo, il progetto illuminotecnico, sviluppato in stretta collaborazione con lo studio Licht Kunst Licht e Zumtobel, ha rivestito un ruolo fondamentale all’interno dell’intero progetto architettonico. I lucernari che punteggiano il soffitto del salone espositivo sono stati sviluppati e messi a punto appositamente per questa realizzazione, tenendo conto delle necessità legate alla destinazione d’uso e dei vincoli architettonici e conservativi. Per garantire elevati livelli di resa cromatica e distribuzione della luce, i lucernari, i cui diametri variano da 1,5 a 2,5 m, integrano elementi anulari con LED di colorazione calda (2700K) e fredda (5000K). La presenza dei LED consente di integrare la luce naturale al calare della sera o nelle giornate di cielo coperto, garantendo in ogni momento un’illuminazione omogenea delle opere esposte. L’intero impianto di illuminazione è gestito attraverso il sistema Luxmate Professional di Zumtobel, che provvede a dosare la luce artificiale in funzione di quella naturale e in base alla quantità massima di illuminamento che le opere possono sopportare. Un eliometro installato sul tetto del museo fornisce al sistema le informazioni necessarie a regolare l’intensità luminosa. I lucernari sono gestibili singolarmente o a gruppi secondo parametri prestabiliti e riconfigurabili al variare della disposizione degli spazi espositivi che sono delimitati da pareti divisorie mobili. L’estrema flessibilità di configurazione consente di esporre vicine le une alle altre opere con caratteristiche di deteriorabilità rispetto alla luce sensibilmente diverse. Ai lucernari sono collegati faretti di proiezione Arcos LED, attivabili nel caso in cui sia necessaria una particolare illuminazione su singoli oggetti o pareti. Ogni lucernario è inoltre provvisto di una schermatura solare automatizzata con quattro livelli di movimentazione, fino al completo oscuramento. Fotosensori interni segnalano infine qualunque tipo di anomalia che interferisca con l’illuminazione, consentendo di assicurare in ogni momento la luce ideale alla fruizione delle opere.

Zumtobel Lighting
Schweizer Strasse, 30
A - 6851 Dornbirn
Tel. +43 5572 390-0
Fax +43 5572 22826
E-mail: info@zumtobel.info
www.zumtobel.com

Zumtobel Illuminazione
Via Isarco, 1
I - 39040 Varna (BZ)
Tel +39 0472 273 300
Fax +39 0472 837551
E-mail: infovarna@zumtobel.it
www.zumtobel.it
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054