Sede Fashion Research Italy, Studio Cervellati Associati | THE PLAN
  1. Home
  2. Architettura
  3. Sede Fashion Research Italy (FRI)

Sede Fashion Research Italy (FRI)

Studio Cervellati Associati

Scritto da Francesco Pagliari -

Lungo l’asse che dal centro di Bologna conduce verso il Delta del Po a nord-est, sotto il grande scalo ferroviario a oriente della città, si estende un’ampia area produttiva e artigianale sviluppatasi dagli anni Sessanta con una densa lottizzazione di capannoni per attività artigianali e grandi superfici commerciali. Nell’alternanza serrata di contenitori edilizi uniformi, di piccole attività artigianali e produttive, la nuova sede della Fondazione Fashion Research Italy (FRI) rappresenta un’eccezione architettonica e funzionale. Nata nel 2015, la Fondazione FRI è un ente non-profit voluto dal patron del gruppo fashion La Perla negli spazi completamente rinnovati della sede storica del gruppo bolognese: un polo didattico, espositivo e archivistico dedicato alla formazione, all’innovazione e alla valorizzazione del settore moda come elemento chiave del sistema economico-produttivo italiano. L’esperienza maturata in cinquant’anni di produzione diventa la premessa per un nuovo progetto orientato alla didattica e all’innovazione: questa ambiziosa sinergia si traduce architettonicamente nel riutilizzo di due edifici post-moderni esistenti e nella concezione di un nuovo volume di connessione su disegno dello Studio Cervellati Associati. La sequenza dei tre edifici collegati da una passerella diventa l’espediente progettuale per raccontare le tre anime della fondazione: esperienza, insegnamento, comunicazione. L’ingresso neoclassicista viene immaginato come una flaticon costruita, simbolo della destinazione espositiva e culturale del complesso. Il contrasto fra preesistenza e contemporaneità nel nuovo intervento, viene esperito dal visitatore lungo l’unico elemento di colore del progetto, la passerella multimediale, che collega i tre edifici e rappresenta il percorso formativo concepito dalla Fondazione. La nuova Accademy, fulcro dell’intero progetto, si sviluppa su due livelli e si allunga tra i due edifici esistenti: il piano terra è arretrato rispetto al piano superiore, è completamente vetrato con le aule e la grande hall direttamente accessibili dalla passerella. Il piano primo si compone di una porzione più arretrata e lineare e di una curvilinea e aggettante in corrispondenza della sala conferenze. La luce nelle sue evoluzioni giornaliere e stagionali viene celebrata dai bianchi pannelli dell’innovativa facciata in solidsurface. Il suo potenziale di trasformazione è stato discriminante per la scelta del materiale: morbido, caldo al tatto ma anche luminoso, profondo, facilmente riparabile e al 100% riciclabile. La passerella multimediale trova il suo traguardo in un’enorme scultura luminosa di 21.000 LED nell’atrio dell’area espositiva: 2000 mq di open space su tre piani, ottenuti tramite lo svuotamento interno della palazzina a 4 piani recuperata, consentono la massima flessibilità per accogliere esposizioni, spettacoli, incontri e una delle collezioni di design tessile più importanti in Europa.

Luogo: Bologna
Committente: Privato
Anno di realizzazione: giugno 2017
Superficie lorda: 6.180 m2
Costo dei lavori: 8.7000.000 Euro
Architetto: Studio Cervellati Associati
Gruppo di progetto: Ulrich Seum, Pier Luigi Cervellati, Federica Finelli, Giorgio D'Albano, Ana Bigarella, Duilia Madonia
Appaltatore principale: Paolo Castelli SpA

Consulenti
Strutture: Gilberto Dallavalle, Friedrich Drollmann
Ingegneria impiantistica: Omega Impianti (Luca Landi, Mirco Mantovani)
Coordinatore per la sicurezza: Massimo Ranieri
Illuminotecnica: Riluce (Chiara Rinolfi)
Progettazione paesaggistica: Maria Grazia Manzini
Progetto antincendio e sicurezza: Ingegneria del Fuoco

Fornitori
Rivestimento ceramico di facciata: Porcelanosa
Infissi: Camero
Pavimentazioni: Ariostea
Isolamento: Foamglas
Impianti audio-video: Senso Immersive Experience

Impianti audio-video: Videoworks
Infissi: Schüco

Fotografie: © Daniele Domenicali, © Ulrich Seum

STUDIO CERVELLATI ASSOCIATI
Lo Studio Cervellati Associati è uno studio di architettura specializzato nel settore Restauro e Recupero a livello edile ed urbano garantendo ai propri clienti soluzioni che possa­no conciliare l’aspetto di ricerca tecnica e intellet­tuale con l’elaborazione “artigianale” del progetto. Il processo creativo fa parte del più ampio processo produttivo, bilanciando ricerca, sperimentazione, esperienza e know-how.
Prof. arch. Pier Luigi Cervellati, Assessore all’Urbani­stica del Comune di Bologna, docente di Urbanistica e riqualificazione urbana e territoriale presso l’Univer­sità di Bologna e di Venezia (IUAV), si occupa di temi inerenti la progettazione urbana e ambientale con particolare riguardo al restauro della città storica e alla tutela della campagna. E’ stato membro del Comitato di Amministrazione dell’I­stituto Beni Culturali Regione E.R.
Arch. Ulrich Seum, laureato in Architettura a Franco­forte nel 1991, iscritto all’Ordine degli Architetti di Bo­logna, è socio e Direttore Tecnico dello Studio, con esperien­za ventennale di progettazione e D.L. per edifici contemporanei e di rilevanza storica, ha seguito i corsi avanzati di Casa­Clima, è stato consigliere regionale del Network Ca­saClima ed è abilitato al Coordinamento della Sicu­rezza. Con la società MirAR ha realizzato applicativi in Re­altà Aumentata per il turismo e per i beni culturali.

Iscriviti alla newsletter:
Ho letto la privacy policy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Non perdere interessanti opportunità di formazione
Scopri in anteprima i contenuti del Magazine e della Webzine di THE PLAN
Articoli Correlati

Scopri di più


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054