Sede Eurovetro Recycling
  1. Home
  2. Architettura
  3. Sede Eurovetro Recycling

Sede Eurovetro Recycling

Un rivestimento ecosostenibile e funzionale

Francesco Renoldi Architetto

Sede Eurovetro Recycling
Scritto da Redazione The Plan -

La sede di Eurovetro, realizzata in provincia di Varese su progetto di Francesco Renoldi, esprime attraverso l’architettura l’identità e l’immagine dell’azienda, leader nel settore del recupero e riciclo di rifiuti in vetro. Il volume architettonico netto e rigoroso, solido e al tempo stesso trasparente, richiama nella sua composizione un assemblaggio quasi industriale, attento ai dettagli tecnici, che associa tre materiali ecosostenibili per la definizione dell’involucro. Lapitec®, vetro e alluminio scandiscono infatti la geometria dell’edificio, a partire dal basamento e proseguendo attraverso il piano terreno per arrivare alla pelle di rivestimento della facciata, che segue un’orditura verticale realizzata con pannelli modulari in alluminio microforato e termoverniciato di colore brunito scuro. I moduli a diverse larghezze, intervallati da elementi sfondati e da ampie vetrate, conferiscono ai prospetti una dinamicità che spezza la volumetria compatta dell’edificio. Al piano terra, le grandi vetrate fisse arretrate rispetto alla facciata creano uno “sfondato” che alleggerisce ulteriormente la massa, valorizzando l’aspetto materico del rivestimento superiore e del basamento in Lapitec®. Quest’ultimo, oltre a elevare il piano terra ne sottolinea la geometria, costituendo al tempo stesso un elemento di connessione tra le differenze di quota degli ingressi e tra i vari elementi che compongono la volumetria nel suo insieme. L’area dell’ingresso principale è segnata dalla presenza di un pilastro rastremato, elemento scultoreo che protende il basamento fino al rivestimento dei livelli superiori. Per la sua realizzazione sono state utilizzate lastre a tutta altezza delle dimensioni di 3.365x1.500 mm, che rappresentano l’estensione massima per una lastra in Lapitec®. La rastremazione in pianta crea uno spigolo vivo che ne alleggerisce la massa, esaltando il profilo della lastra di soli 12 mm. Il materiale percorre tutto il profilo dell’edificio e prosegue a terra, sempre in prossimità dell’ingresso, creando un’area pavimentata con un inserto verde, un piazzale di accesso in evidenza all’interno della più ampia pavimentazione esterna in cemento industriale. Per il rivestimento del basamento sono stati utilizzati 220 mq di Lapitec® Nero Antracite, finitura Arena; per esprimere al meglio le potenzialità del materiale, il layout delle superfici è stato studiato sfruttando il massimo sviluppo dimensionale delle lastre, riducendo tagli e fughe. La finitura Arena, strutturata e ruvida al tatto, è stata scelta in quanto garantisce il grip antiscivolo necessario al calpestio, mentre la cromia utilizzata esalta il contrasto cromatico che basamento e facciata creano con l’intero piano terra completamente “svuotato”, delineando la trasparenza delle grandi pareti vetrate.

Visualizza il pdf dell'articolo
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Materiali e sistemi per l’edilizia  #Lapitec  #Origgio  #Italia  #Europa  #2018  #Francesco Renoldi Architetto  #Report  #The Plan 109 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054