Scuola Enrico Fermi - BDR bureau
  1. Home
  2. Architettura
  3. Scuola Enrico Fermi

Scuola Enrico Fermi

BDR bureau

Scritto da Redazione The Plan - 25 febbraio 2020

Spazio d’incontro e di apprendimento, la scuola rappresenta un luogo di passaggio fondamentale per la vita di ogni ragazzo. Ragionare sull’edificio scolastico dal punto di vista architettonico è una sfida unica, che richiede la capacità di comprendere quali siano le necessità dei giovani durante la crescita e le condizioni che favoriscono i processi legati all’apprendimento.

Per il progetto di trasformazione della Scuola Fermi a Torino, risalente agli anni Sessanta, lo studio di architettura BDR bureau si è messo alla prova aprendo una riflessione culturale, pedagogica e architettonica. Il progetto per l’edificio scolastico, vincitore del concorso internazionale del 2016 “Torino Fa Scuola”, concretizza un ragionamento che vede come principali fattori i due utenti a cui l’immobile è destinato: i ragazzi e gli abitanti del quartiere, situato a sud-est della città, tra il fiume Po e il Lingotto.

L’intento dei progettisti è stato quello di trasformare la percezione della scuola da parte sia dei giovani sia della comunità locale, inserendo aree verdi e spazi funzionali fruibili e accessibili a tutti, accentuando il concetto di community school. Intervenendo per addizione, BDR bureau ha integrato al livello terreno, inteso come un civic center, una serie di servizi aperti a tutti: la palestra, la biblioteca, l’auditorium e la caffetteria.

Questi elementi sono distribuiti attorno all’atrio centrale d’ingresso, a cui si può accedere sia attraverso un’ampia scalinata, posta in diretta connessione con piazza Carlo Giacomini, sia passando per il nuovo accesso principale su via Casimiro Sperino, che una volta era il retro dell’edificio. Su questo lato si concentrano tutta una serie di interventi volti a rivoluzionare la percezione della scuola: l’inserimento di un’area verde con nuove alberature e l’addizione di un involucro abitabile in acciaio lungo tutti i fronti, sul quale sono ricavate delle terrazze accessibili direttamente dalle aule scolastiche, riorganizzate in cluster al piano primo e secondo.

Il tema compositivo individuato è quello filiforme del telaio che, giocando con le trasparenze, si pone in stretto dialogo con l’edificio storico. Un colore omogeneo e diverse granulometrie, che conferiscono profondità, rimodellano la pelle della scuola e la relazionano direttamente con l’addizione in acciaio.

Per valorizzare il dialogo tra ambienti interni ed esterni sono state mantenute le ampie vetrate già presenti in affaccio sull’area cortiliva, e si è ridotta al minimo la presenza del telaio al livello terreno, massimizzando la permeabilità dell’immobile. Queste accortezze fanno sì che le attività formative e ricreative degli studenti si sviluppino anche all’esterno, dove il dialogo con il paesaggio incentiva l’incontro e lo scambio di idee tra alunni e professori.


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054