Riqualificazione edificio residenziale - Westway Architects
  1. Home
  2. Architettura
  3. Riqualificazione edificio residenziale

Riqualificazione edificio residenziale

Westway Architects

Scritto da Francesco Pagliari - 4 giugno 2015

Un alloggio inserito in un'edificazione a schiera: l'intervento di edilizia economica-popolare, realizzato da una cooperativa di ferrovieri, risale agli anni Venti del Novecento, in una zona qualificata di Milano, una zona allora in fase d'espansione con insediamenti rilevanti. Il progetto trasforma l'alloggio, collocato nella testata della schiera: da alloggio per famiglia numerosa in residenza per un singolo abitante. La sagoma e il volume della “preesistenza” vengono mantenuti, per coerenza con l'andamento della schiera. La trasformazione è tuttavia radicale. L'involucro stesso viene interessato dai procedimenti di coibentazione, fra i quali l'apposizione di un cappotto per l'isolamento termico, in modo che l'alloggio raggiunga prestazioni elevate in questo campo. L'intervento svuota l'interno: si riordina la struttura interna; si introduce una nuova percorribilità verticale dell'alloggio; si consegue una maggiore superficie, con la riconfigurazione delle altezze interpiano, l'inserimento delle nuove solette e il recupero del sottotetto a superficie abitabile. Quattro piani fuori terra e un piano interrato: l'alloggio si espande in senso verticale, con una definizione funzionale chiaramente specificata per ogni livello. Zona benessere con sauna ed idromassaggio al livello interrato, e, a seguire in senso verticale, l'area per cucina e pranzo, la zona di soggiorno, la stanza da letto, lo studio - utilizzabile anche per stanza degli ospiti - nel piano sottotetto a mansarda. Una relazione importante con l'esterno si instaura a piano terra, la zona interna conviviale si prolunga verso il retro dell'edificio attraverso una parete vetrata scorrevole che separa nella trasparenza lo spazio e lo unifica, grazie anche alla continuità della pavimentazione in pietra. Nello spazio, che si allarga fra interno ed esterno, la zona della cucina assume una centralità baricentrica, mentre attrezzature di servizio alla convivialità si dispongono anche all'esterno. Al primo piano, una terrazza pavimentata in listelli di legno dilata il soggiorno verso il retro dell'edificio.
Il sistema di distribuzione verticale sostiene la riconfigurazione degli interni, formando anche un ausilio statico per prevenire deformazioni alle pareti trasversali, che si alzano per oltre 11 metri. Il progetto infatti trasforma radicalmente l'assetto spaziale e funzionale dell'alloggio: le scale costituiscono parte rilevante delle scelte progettuali, assestandosi in uno schema verticale alternato, ora appoggiandosi ad una parete, ora all'altra. Si forma in questo modo un percorso che partecipa dell'intera superficie di ogni livello: nella connessione verticale degli spazi interni, diviene punto fondamentale l'attraversamento delle stanze, una scelta che nell'idea di un “itinerario” complesso amplifica la dimensione di un'esperienza intersecata degli spazi, radicalmente configurata per appropriarsi in profondità dell'intera disponibilità degli spazi. Separare e distinguere le “funzioni” interne, suddividendole nei differenti piani, ma unificare ad un livello superiore la vivibilità dell'alloggio: le parti formano l'insieme, contraddistinto dalla medesima attenzione alla configurazione di spazi leggibili e percorribili nella loro correlazione, dimostrando il valore qualitativo nella trasformazione degli spazi, in modo da identificare nella nuova residenza l'idea di una villa urbana, che si raccoglie e manifesta nell'eleganza del proprio interno.

Francesco Pagliari
 

Luogo: Milano
Committente: Privato
Anno di Realizzazione: 2013
Superficie Costruita: 168 m2
Architetti: Westway Architects
Design Team: Luca Aureggi, Maurizio Condoluci, Stefano Pavia
Impresa di Costruzione: Milanoverde

Consulenti
Strutture: Geostruprogetti
Impianti Elettrici: Soelco
Impianti idrici e Meccanici: M.B.R. Progettazione impianti Gestione Domotica: Connex

Fornitori
Illuminazione: Viabizzuno, Buzzi&Buzzi
Serramenti in Ferro: Jansen Janisol
Sanitari: Boffi
Vasca Area Fitness: Jacuzzi
Cucina: Minotticucine
Vetri: Vetreria RE
Pavimenti in Pietra Naturale: I.D. Company

Fotografie: © Andrés Otero/LUZphoto


Westway Architects
Fondato da Luca Aureggi e Maurizio Condoluci, lo studio Westway Architects si occupa di progettazione architettonica con interventi a diversa scala, dall’edificio all’interior design. Westway Architects realizza progetti nei settori residenziale, produttivo, commerciale e direzionale: abitazioni private, uffici, sedi aziendali, negozi, sale conferenze e stand espositivi.
Lo studio sviluppa progetti in chiave contemporanea gestendoli in tutte le fasi e gli aspetti: dal concept al dettaglio, dalla pianificazione economica al cantiere.
La cifra distintiva di Westway Architects è tutta nella ricerca della ragione del progetto attraverso un processo fondato sull’integrazione di diverse discipline, la relazione con il contesto, la capacità d’interpretare le richieste della committenza, il rispetto delle testimonianze del passato, l’utilizzo di materiali e tecnologie di valorizzazione, la proposta di soluzioni in cui forma e struttura costituiscono un’entità unica, la formulazione di consuntivi corrispondenti ai preventivi. E’ un’impostazione di matrice anglosassone (da qui deriva il nome dello studio) che è stata acquisita presso importanti realtà professionali in Italia e negli Stati Uniti. L’approccio è di sostanziale integrated design che offre garanzia della gestione della complessità progettuale e della sua riuscita formale e costruttiva.
Tra i progetti e le realizzazioni più rappresentativi: il progetto per l’edificio “Elettronici“ dello stabilimento Ferrari a Maranello, lo studio legale Pedersoli e Associati a Milano, gli uffici della Festa del Cinema a Roma, gli uffici legali della Cementir Holding a Roma, la sala conferenze Caltagirone e il negozio Castroni a Roma, il nuovo complesso residenziale di viale Monte Grappa a Milano, il restyling della sede della Cantina Santa Margherita a Fossalta di Portogruaro (Ve) per la quale realizza anche lo stand al Vinitaly.

Tag
#Andrés Otero/LUZphoto  #Milano  #Italia  #Residenza  #Europa  #Westway Architects  #Architettura Italiana 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054