Residenza unifamiliare, Verona
  1. Home
  2. Architettura
  3. Residenza unifamiliare, Verona

Residenza unifamiliare, Verona

ARCStudio Perlini

Scritto da Francesco Pagliari -

Il tema della confluenza fra architettura e sostenibilità si introduce man mano nella contemporaneità del progetto come una necessità sulla quale riflettere e con la quale comporre esempi, in un arco variabile di soluzioni. L’operatività consta di una cultura, che procede ad acquisisce caratteri di condivisione fra gli attori del processo edilizio, e si fonda su una progettualità, che ambisce validare simboli congruenti del fare in direzione della qualità abitativa, in modo da sostanziare il raggiungimento di standard essenziali. Un percorso intrecciato, che si alimenta e sostiene nella costituzione per fasi successive di un terreno comune. La residenza unifamiliare nei dintorni di Verona identifica i termini di questo itinerario condiviso: per un alloggio di dimensioni significative, attorniato da una consistente area libera, il progetto individua obiettivi proprio nella intersezione fra architettura e sostenibilità in senso lato. L’espressività architettonica ed il comfort abitativo si collegano al raggiungimento di uno standard di certificazione importante, in relazione ai parametri di riduzione per i consumi energetici. Il comfort abitativo diviene una sintesi in cui confluiscono elementi di razionalità e d’inventiva, nella considerazione di un arco ampio di esigenze attraverso le quali il benessere diviene una costante effettiva: controllo climatico interno, controllo della luminosità in relazione alle funzioni espletate negli ambienti che compongono la residenza, efficacia dell’isolamento termico ed acustico. Esigenze di caratterizzazione in direzione di un’aspirazione all’unicità della costruzione si esprimono nella concezione architettonica: la configurazione geometrica e volumetrica insiste su concetti di linearità e di semplicità attraverso la formazione di un parallelepipedo come figura di riferimento, sulla quale si distribuisce un’articolata definizione d’architettura. L’asse longitudinale dell’edificio si dispone secondo un orientamento sudovest- nordest, con i prospetti principali rispettivamente verso nordovest e sudest. Alla relativa ampiezza nell’apertura di pareti vetrate nel fronte sudest, protette da frangisole automatizzati, corrisponde una relativa chiusura del fronte opposto, contraddistinto da finestre strette ed alte, in relazione ad una suddivisione funzionale che impone sul lato ad esposizione solare più marcata la collocazione degli ambienti di soggiorno e le due stanze da letto (la stanza principale sull’angolo verso est e la stanza per ospiti al centro della facciata), mentre sul lato opposto si situano i servizi igienici, la lavanderia e l’ambiente della cucina vera e propria. Il soggiorno gode di un’ampia parete vetrata che risvolta dal fronte sudest al lato corto dell’edificio; per la stanza da letto principale e per il vano del servizio igienico principale si dispongono ulteriori risvolti vetrati a sottolineare una certa visione dinamica dell’edificio. L’accesso all’alloggio si scompone in parti: sul lungo fronte sudest, quattro gradini in travertino conducono ad una piattaforma intermedia, ed altri tre gradini sbarcano ortogonalmente sullo spazio a loggia che diviene l’accesso aperto e riparato al soggiorno e ne costituisce il prolungamento. All’interno, gli spazi si distribuiscono a scorrere sull’asse longitudinale. La struttura della costruzione rappresenta un elemento di caratterizzazione della residenza: l’edificio è privo di radicamento a terra, è sospeso sul terreno; agli otto pilastri a trave a doppia T d’acciaio si collegano le travi perimetrali, cui si aggancia il solaio in cemento armato; la copertura piana dispone di ventilazione naturale tramite griglie verticali e si compone di un consistente sistema d’isolamento termico. I prospetti si contraddistinguono quindi per l’evidenza del telaio strutturale, fra la ricorrenza dei pilastri esterni, il solaio - le cui travi perimetrali sono rivestite da una lamiera bianca d’acciaio - e la copertura: la percezione dell’edificio si frantuma fra montanti, cornici e le articolazioni dei pieni e vuoti nella facciata, un tratto riflessivo per ripensare la storicità del moderno.

Francesco Pagliari

Luogo: Verona
Committente: Privato
Anno di Realizzazione: 2012
Superficie Costruita: 140 m2
Architetto: ARCStudio Perlini ® Arch. Michele Perlini
Consulente CasaClima, Direzione Lavori: Michele Perlini

Fornitori
Serramenti: Tip - Top Fenster 
Porte Interne: Zanini Porte
Salva 
Arredo Bagno: Pozzi Ginori
Pavimenti: Listone Giordano

Fotografie : © ARCstudio Perlini
Michele Perlini © ARCStudio Perlini ® 
Laureato in Architettura Sostenibile all’Università IUAV di Venezia nel 2007. Durante gli anni di formazione ha collaborato con studi di architettura conosciuti a livello internazionale, seguendo le tematiche legate alla sostenibilità e al disegno di interni. Dal 2005 svolge attività professionale a Verona nello studio di famiglia, specializzato nell’architettura sostenibile a basso consumo energetico e nel design. Dal 2006 al 2009 segue presso la sede centrale di Bolzano seminari e corsi CasaClima, ottenendo il Diploma di Consulente Esperto CasaClima. Sono in fase di realizzazione progetti, alla scala edilizia, urbana e del paesaggio, basati sull’innovazione tipologica e tecnologica con grande attenzione agli aspetti legati alla sostenibilità ambientale, energetica ed economica. Tra le realizzazioni di recente ultimate si citano il Primo Restauro Conservativo CasaClima classe “A“ Nature in Italia ed il primo CasaClima Welcome in Italia progettato e sviluppato in un centro storico, un luxury hotel di design. E’ stato invitato a partecipare a conferenze come consulente esperto CasaClima presso importanti manifestazioni nazionali. I suoi progetti sono stati pubblicati in importanti riviste di architettura italiane ed internazionali e presentati in celebri programmi televisivi.

Iscriviti alla newsletter:
Ho letto la privacy policy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Non perdere interessanti opportunità di formazione
Scopri in anteprima i contenuti del Magazine e della Webzine di THE PLAN

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054