Residenza sul mare
  1. Home
  2. Architettura
  3. Residenza sul mare

Residenza sul mare

Marco Ciarlo

Residenza sul mare
Scritto da Francesco Pagliari -
Una residenza a Bergeggi, in provincia di Savona, situata sul declivio della costa ligure di Ponente, verso gli orizzonti del mare: il progetto di Marco Ciarlo procede dai valori paesaggistici, impliciti nello sconfinato orizzonte marino che si può percepire dalle alture in costa, che rappresenta il riferimento basilare, e mutevole, per lo sguardo soggettivo e per la composizione degli spazi abitativi. L’architettura partecipa al processo di costruzione del paesaggio, assemblando una presenza esplicita e nello stesso discreta, coerente alla determinazione di una presenza antropica, ma sottile nell’interpretare l’accostamento agli elementi della natura. Il declivio è percorso da una scalinata che conduce al mare, e divengono evidenti i terrazzamenti ed i muri di contenimento in pietra, indice di continuità con una solida tradizione costruttiva. La villa si distende su un terrazzamento, procedendo nell’idea di fondo di una configurazione per linee orizzontali, in una meditata sovrapposizione alle linee caratterizzanti il paesaggio. L’edificio si sviluppa su tre livelli, collegati da ascensore e scala interna, in una progressione che distingue vari gradi di visibilità e relazione con l’esterno, un piano interrato, un seminterrato con aperture finestrate ed il livello superiore, il volume di maggior spicco, che vive dell’ampiezza di relazione con l’orizzonte sul mare. Al livello seminterrato si collocano, separati da un atrio distributivo, tre locali accessori e la zona notte, con due stanze da letto. I due nuclei manifestano una differente connotazione: il prospetto dell’edificio al lato est della villa, in corrispondenza della zona notte, si arricchisce di un rivestimento in doghe di legno, che spicca per contrasto con le facciate intonacate. La torre dell’ascensore, che si eleva separata a raggiungere la terrazza in copertura, è anch’essa rivestita in doghe di legno. La zona dei vani accessori è seminascosta da un muro in pietra simile ai muri di contenimento del terreno, con varchi posizionati in relazione alle finestre. Il piano superiore, completamente fuori terra, individua la sequenza degli ambienti, soggiorno sala pranzo e cucina, con il corridoio distributivo che si allunga sulla facciata e diviene anch’esso parte dello spazio di relazione: nella pianta trapezoidale la profondità degli ambienti si restringe progressivamente, fino a coincidere con la zona di distribuzione in cui si immettono le scale e l’ascensore. Il piano superiore è il luogo della residenza dove si esplicita il fondamento che lega l’architettura al paesaggio: la vetrata continua a tutt’altezza sul loggiato occupa l’intero prospetto, incorniciato da pareti e solette, ad inquadrare il nucleo abitativo. Gli spazi si dilatano, il loggiato protetto dalla soletta diviene immediato proseguimento degli ambienti di soggiorno, un segno orizzontale che marca il centro di vivibilità nella residenza, e sollecita la continuità programmatica fra interno ed esterno, accentuata anche dalla correlazione per tonalità e materia della pavimentazione, doghe in legno per gli interni e listelli parimenti in legno per il loggiato. E il parapetto vetrato della loggia contribuisce a rendere pressoché tattile la sensazione dell’orizzonte marino, dall’alto e senza barriere opache interposte. All’esterno, la terrazza, copertura per il volume della zona notte, e camminamenti pavimentati in legno conducono alla piscina sul lato est della villa: da qui, ancora, si traguarda il mare.

Francesco Pagliari

Luogo: Bergeggi, Savona
Committente: Privato
Anno di Realizzazione: 2011
Superficie Costruita: 180 m2
Architetti: Marco Ciarlo Associati
Impresa di Costruzione: Edilcantieri

Consulenti
Strutture: Sergio Fenoglio
Impianti: Alberto Pera

Fotografie: © Alberto Piovano

Marco Ciarlo 
Nato a Savona nel 1961, dopo aver frequentato la bottega dei maestri del vetro Alfio, Amanzio e Augusto Bormioli e il Liceo artistico “Arturo Martini”, si laurea in architettura a Genova, relatore Giuliano Forno con il quale collabora, ancora studente, ai corsi di progettazione urbana.
Nel 1988 inizia l’attività professionale sotto la direzione di Teobaldo Rossigno, collaborando contemporaneamente con Paolo Stringa ai progetti Leader della Comunità Europea relativi ai recuperi dei centri storici e successivamente con Brunetto De Battè.
Nel 1993 avvia una stabile collaborazione con gli architetti Fabrizio Melano e Giampiero Negro ufficializzata nel 2004 con la fondazione del gruppo Marco Ciarlo Associati (membri dell’Agenzia Italiana di Architettura Aid’a).
Dalla seconda metà degli anni novanta lo studio trova ospitalità nelle principali riviste di architettura.
Nel 2004 la rivista digitale Parametro dedica una monografia al loro primo periodo di attività.
Nel 2007 l’inArch di Brescia organizza una mostra monografica dei lavori dello studio nello spazio espositivo della libreria Einaudi a cura di Giorgio Goffi.
Nel 2008 l’Editrice Librìa pubblica una monografia della collana About a cura di Giovanni Leoni in cui sono presentate dodici opere significative.
Agli inizi del 2012 Electa pubblica per la collana Documenti di Architettura "Architetture, Luoghi e Paesaggi. Marco Ciarlo Associati" di Marco Mulazzani con la presentazione di Francesco Dal Co e testi di Brunetto De Battè, fotografie di Alberto Piovano.

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Savona  #Italia  #Residenza  #Europa  #Marco Ciarlo  #Architettura Italiana 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054