Residenza Mukund. Reinterpretazione della casa con corte
  1. Home
  2. Architettura
  3. Residenza Mukund, una reinterpretazione della casa con corte

Residenza Mukund, una reinterpretazione della casa con corte

Il progetto è sviluppato attorno a una corte nascosta, che porta nell'abitazione una fitta vegetazione tropicale

Kukke Architects

Residenza Mukund. Reinterpretazione della casa con corte
Scritto da Redazione The Plan -

Tutto nasce dall’idea di una corte: uno spazio vuoto, custodito nell’intimità della casa, che ne espande i confini mescolandoli con il cielo e la natura. Nel quartiere di Jayanagara, a Bangalore, in India, un lotto residenziale circondato da case di piccole dimensioni e da una fitta vegetazione è stato acquistato dai coniugi Mukund, per costruirvi la loro residenza di famiglia. Il progetto, affidato a Kukke Architects, ha mosso i primi passi da una tipologia abitativa tipica del sud dell’India: una casa con corte interna. Tradizionalmente questo è uno spazio in cui godere della natura non solo in una dimensione contemplativa, ma un luogo dove svolgere una serie di attività funzionali al vivere, uno spazio di sollievo climatico e un luogo che avvicina l’uomo alla natura, in un ambiente che non è né dentro né fuori dalla casa.

 

Atmosfere tropicali

Residenza Mukund, Kukke Architects ©Teepoi LLP, courtesy of Kukke Architects

Partendo da questo archetipo e studiando le case a corte tradizionali della zona settentrionale del Karnataka, lo Stato indiano di cui Bangalore è la città più grande, gli architetti hanno disposto i volumi della residenza all’interno del lotto, lasciando un grande vuoto nella porzione nord, separati dalle altre case da una massiccia parete verde. È in questa porzione che si viene a creare il cortile interno: un giardino segreto che si insinua nel volume dell’architettura.

La casa, che si sviluppa su quattro livelli di cui uno seminterrato, è costruita attorno al giardino, in cui l'elemento fondamentale associato alla vegetazione è la presenza dell’acqua. Questa, oltre a richiamare atmosfere tipicamente tropicali e lussureggianti, è usata come elemento che governa la composizione, dividendo in senso longitudinale la residenza.

Una sottile e stretta vasca si insinua infatti nei volumi architettonici a livello del piano terra, separando su questo livello la zona riservata alla famiglia da quella degli ospiti. La vasca scava sopra di sé un’apertura che arriva sino al cielo, come un cavedio interno che porta luce internamente a ogni livello.

Al piano terra è ospitata la camera degli ospiti, il salotto per le occasioni e gli incontri più “formali” e la cucina con zona pranzo e living, dedicato alla famiglia: gli ambienti si guardano attraverso vetrate a tutta altezza e sono separati dall’acqua. Gli spazi godono delle viste sul giardino, che sembra entrare nella casa attraverso le ampie superfici vetrate.

Al piano superiore sono ospitate la camera padronale e la camera per la figlia della coppia, ognuna delle quali dotata di bagno privato.

>>> Scopri anche The Colour Burst House, una casa coloratissima nei tropici dell'India

 

Colori neutri a contrasto con il verde

Residenza Mukund, Kukke Architects ©Teepoi LLP, courtesy of Kukke Architects

Gli interni sono definiti da una palette di colori minimale: il bianco delle superfici e i colori neutri del legno, che danno calore agli ambienti. I materiali utilizzati sono pochi: la zona living, la sala da pranzo e la cucina presentano rivestimenti in marmo bianco austriaco, mentre gli ambienti privati vedono un ampio utilizzo del legno, un teak birmano che colora gli ambienti e connota gli spazi con atmosfere vagamente coloniali. A contrasto con questo sfondo neutro la vegetazione esterna, che con una palette di verdi vividi entra dalle ampie vetrate e contrasta con gli interni.

In copertura, dove è presente una terrazza abitabile, sono ospitati anche pannelli fotovoltaici che producono energia elettrica in eccesso rispetto al fabbisogno domestico: questa viene ceduta alla BESCOM – la Bengaluru Electricity Supply Company – facendo sì che l’edificio sia energeticamente NET-Positive.

Le facciate, definite da volumi sfalsati e aggettanti, presentano una composizione di materiali diversi – rivestimenti di granito scuro e di travertino – che danno alla residenza una forte componente materica.

Infine, le vetrate che affacciano sull’esterno sono oscurate da pannelli scorrevoli in rame, decorati con una trama a tessuto per la quale sono stati coinvolti artigiani locali: un elemento estetico che si fonde cromaticamente con l’ambiente circostante.

 

Iscriviti alla newsletter

 

Location: Jayanagar, Bangalore, India
Completion: 2019
Client: Private
Building area: 724 m2
Architecture: Kukke Architects

Photography by Teepoi LLP, courtesy of Kukke Architects

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054