Procuratie Vecchie
  1. Home
  2. Architettura
  3. Procuratie Vecchie

Procuratie Vecchie

Piazza San Marco attraverso lo sguardo dei procuratori

David Chipperfield

Procuratie Vecchie
Scritto da Redazione The Plan -

È un viaggio nel tempo e nello spazio, fino all’epoca dei procuratori della Serenissima e al loro sguardo su piazza San Marco. Dopo cinque anni di lavori di restauro su progetto di David Chipperfield Architects e su allestimento di Migliore+Servetto, le Procuratie Vecchie di Venezia sono tornate a essere accessibili al pubblico con un ampio programma di aree espositive, spazi polifunzionali, aree di co-working, nonché di uffici delle assicurazioni Generali (committente dell’opera) e della sede di The Human Safety Net, la fondazione della compagnia del Leone impegnata a favore delle persone vulnerabili. Tra conservazione e innovazione, al primo, secondo e terzo piano la contemporaneità è andata modellandosi per valorizzare le preesistenze e i materiali originali. Al primo e al secondo piano, per esempio, sono state riportate alla luce parti di pavimenti in terrazzo veneziano storico, soffitti, intonaci e affreschi; al terzo, sono stati scoperti i muri in mattoni, mostrando le tracce delle trasformazioni avvenute nel corso di oltre cinquecento anni.

Procuratie Vecchie © Alessandra Chemollo, courtesy Secco Sistemi

In questo progetto si è voluto parimenti dare valore e coerenza agli elementi di apertura, oltre a renderli in armonia formale e tecnologica con il contesto attraverso la ripresa dell’estetica e dell’immagine delle finestre originali. Per tale complesso di interventi è stato dato incarico a Secco Sistemi, che ha modulato la propria risposta sulla base delle dimensioni e delle peculiarità degli elementi più grandi, come le finestre della scala, e quelli più piccoli, come gli oculi lungo la parte superiore del fronte. Questi sembrano diventare cannocchiali ottici per inquadrare i passanti sottostanti. Con l’intento di unire prestazioni, resistenza al clima della laguna ed estetica sono stati selezionati serramenti OS275 in acciaio inox brunito, i quali rimandano alle forme e alle cromie dei profili in ferro originali. Perfetto è l’equilibrio tra trasparenza e leggerezza del vetro e solidità dei telai, per un effetto elegante e sofisticato. L’identità dei serramenti è data però anche dalle preziose finiture, come l’acciaio zincato, inox o Cor-ten® e l’ottone, dialogando così in modo armonioso con il carattere dell’edificio.

Visualizza il pdf dell'articolo

SECCO SISTEMI
Via Terraglio, 195 – I – 31022 Preganziol (TV)
Tel. +39 0422 497700
E-mail: [email protected]www.seccosistemi.com

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054