Palazzo Pucci
  1. Home
  2. Architettura
  3. Palazzo Pucci

Palazzo Pucci

Una nuova veste per un marchio storico

Palazzo Pucci
Scritto da Redazione The Plan -

Palazzo Pucci, fino al 2017 sede storica dell’iconico marchio fiorentino Emilio Pucci, è stato oggetto di un importante intervento di restyling realizzato seguendo la visione di Laudomia Pucci, Image Director del marchio di moda italiano Emilio Pucci, e con la consulenza dello Studio Lissoni Associati e di Noferi e Locorotondo Architetti. Gli spazi del Palazzo, situato nel cuore di Firenze, sono così rinati sotto una nuova veste, quella di “Emilio Pucci Heritage Hub”, una realtà dedicata alla promozione della cultura d’azienda e della storia del marchio, con l’obiettivo di celebrare Emilio Pucci e la sua iconica eredità richiamando giovani talenti. Il progetto ha coinvolto un piccolo gruppo di giovani professionisti selezionati grazie alle collaborazioni con l’università Central Saint Martins e con Polimoda, che ha lavorato per trasformare Palazzo Pucci in un centro che racconta la storia di Emilio Pucci e del Made in Italy, catalogando anni di attività del marchio e presentando le sue radici in modo innovativo. Alla stampa “Vivara”, una delle più iconiche della Maison, è stata interamente dedicata una sala con una suggestiva installazione realizzata in carta da parati. È stata inoltre ricreata la boutique storica, che ha ospitato tutte le collezioni per oltre quattro decenni, proponendo alle pareti alcune cromie tratte dalla enciclopedia del colore del marchio. Al suo interno verrà presentata una selezione di progetti speciali che traggono ispirazione dalla storia del marchio, proponendo collezioni che spaziano dal tessuto all’home decor. Il progetto di restyling dell’edificio ha cercato una sintesi tra architettura e moda, un dialogo tra materia e colore, un equilibrio tra passato e presente, tra la storia e la sua rivisitazione contemporanea. Un elemento chiave all’interno di questa ricerca è rappresentato dalla luce, cui è affidato il compito di valorizzare sia le installazioni e gli oggetti esposti, sia gli spazi e i dettagli dell’architettura e dei ricchi apparati decorativi. La scelta di installare apparecchi Zumtobel ha permesso di assicurare al progetto elevati standard qualitativi nel rispetto dell’integrità architettonica degli spazi del Palazzo, sfruttandone le caratteristiche per un inserimento discreto e funzionale degli apparecchi illuminanti. All’interno dei saloni affrescati, per esempio, sono state installate barre LED sui cornicioni; per la Sala Bianca, impreziosita dalle decorazioni barocche di Giovan Battista Foggini, è stato scelto un sistema su binario con Faretti Vivo ad alto indice di resa cromatica, che consentono di esaltare i dettagli dello spazio e di valorizzare le installazioni senza interferire con l’architettura. Per alcuni locali accessori, sono stati infine utilizzati downlight Panos Infinity. Al fine di garantire flessibilità d’uso agli ambienti, l’intero sistema illuminotecnico è gestito dal sistema Litecom, grazie al quale è possibile dimmerare le luci impostando lo scenario più idoneo alle situazioni e agli allestimenti presentati nelle sale.

Visualizza il pdf dell'articolo
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054