Opere speciali per interventi di restauro
  1. Home
  2. Architettura
  3. Opere speciali per interventi di restauro

Opere speciali per interventi di restauro

Opere speciali per interventi di restauro
Scritto da Redazione The Plan -

L’integrazione tra antico e contemporaneo è una tra le principali sfide che coinvolgono architetti e progettisti nell’intervenire nel contesto consolidato delle nostre città. La tecnologia rappresenta un importante alleato nella ricerca e adozione di soluzioni innovative che, nel rispetto dell’esistente, assicurino agli edifici funzionalità e performance in linea con le esigenze e gli standard contemporanei. Il Gruppo Simeon mette a disposizione la sua competenza nell’affiancare i progettisti in caso non solo di nuove realizzazioni, ma anche di interventi di recupero e restauro su qualunque scala. Per il museo delle Arti di Nantes, oggetto di restauro, trasformazione e ampliamento su progetto di Stanton Williams Architects, Simeon ha realizzato un ascensore panoramico e le teche d’ingresso in vetro nel palazzo storico, mentre per l’ampliamento ha sviluppato, testato e costruito ad hoc coperture vetrate, serramenti, una facciata a cavi e un volume totalmente in acciaio e vetro. La facciata a cavi, realizzata con traversi a T in acciaio sostenuti da cavi pretensionati, è uno degli elementi più caratterizzanti dell’opera, così come il tamponamento con vetrocamera avente una lastra stratificata in marmo, che conferisce alla facciata un aspetto traslucido. A Parigi, #cloud.paris è un progetto di Philippe Chiambaretta Architecte che ha riqualificato un insieme di edifici storici, per una superficie di oltre 38.000 m2, dando luogo a un complesso per uffici innovativo, con spazi di lavoro e per il relax. Articolato attorno a un atrio centrale, il progetto ha previsto diverse tipologie di facciata: semplice pelle, doppia pelle (anche con vetri curvi), serramenti puntuali, mentre una copertura vetrata protegge l’atrio e ne garantisce un buon livello di comfort. Il progetto di Archea Associati per il recupero dell’ex magazzino vini sul lungomare di Trieste - destinato a ospitare il marchio enogastronomico Eataly - conserva il volume originario scavando all’interno un nuovo edificio, completamente indipendente, sviluppato su quattro livelli. Corten e vetro caratterizzano questo volume etereo, il cui involucro assume un aspetto vibrante grazie alla rete metallica inserita in posizioni diversificate nel tamponamento in doppio vetrocamera. Un progetto che ha richiesto una approfondita ricerca sui materiali degli involucri, con soluzioni non convenzionali concepite su misura per valorizzare l’edificio.

Visualizza il pdf dell'articolo
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054