Nuova Casa Starpool: un progetto che manifesta i valori aziendali
  1. Home
  2. Architettura
  3. Nuova Casa Starpool: un progetto che manifesta i valori aziendali

Nuova Casa Starpool: un progetto che manifesta i valori aziendali

24 settembre 2020

La nuova “Casa Starpool” è un edificio che rappresenta l'azienda e i suoi valori di trasparenza, accessibilità, accoglienza e ospitalità.

Immersa nelle montagne del Trentino e circondata dai rigogliosi boschi della Val di Fiemme la nuova sede Starpool è “viva, respira, si muove.” Così ne parla Riccardo Turri, amministratore delegato, considerandola una vera e propria creatura. Casa Starpool è il luogo fisico dove ha origine e si sviluppa la filiera, la sede di una comunità di persone che lavorano insieme, il cuore di un’idea di benessere, il simbolo del marchio e di un certo modo di fare impresa e di raccontarsi. Tutte dimensioni interdipendenti che costituiscono una narrazione coerente e sono concepite come componenti di un unico grande organismo.

Il progetto di riqualificazione e ampliamento è stato guidato da alcuni elementi cardine come la pulizia compositiva e il massimo equilibrio delle proporzioni, ma anche la presenza dell'attività produttiva e dei lavoratori.

L’intervento, affidato allo studio aledolci&co, nasce dalla volontà di ampliare gli spazi di lavoro dell'azienda in crescita, non essendo più sufficienti le dimensioni del fabbricato già ingrandito nel 2006, di migliorare efficienza e comfort e di rafforzare l’identità aziendale attraverso un messaggio architettonico univoco. Un progetto importante che arriva come corollario di un percorso di formazione e riorganizzazione interna, di crescita e sviluppo, iniziato nel 2015/2016, con il supporto di un team di esperti di Lean Management.

«È stato un passaggio fondamentale per la nostra azienda in questo momento di crescita: prima ci siamo concentrati sulla riorganizzazione interna, su processi, operatività, team e persone; tutti aspetti immateriali ma vitali per ogni impresa. Solo successivamente abbiamo progettato la “casa” più adatta a ospitare questo cambiamento, a raccontarlo e rappresentarlo verso l’esterno»: spiega Massimo Libretti, responsabile Area Tecnica.

I lavori di cantiere hanno seguito lo stesso approccio, partendo prima dall’interno, le linee produttive, gli ambienti di lavoro ed intervenendo in un secondo momento sugli esterni e la facciata. Il nuovo edificio oggi ha permesso di reintegrare in un unico polo le zone di produzione satellite sviluppatesi nel tempo. Solo la falegnameria è rimasta decentrata rispetto al nucleo di Via Stazione 25. Punto cardine dell'intervento, rendere identificabile come un organismo unico, l'edificio originale e i successivi ampliamenti del 2006 e del 2019, raccogliendoli in unico pensiero funzionale ed estetico, che diventa espressione architettonica della design identity sviluppata da Starpool nel corso degli anni.

«Negli anni, la design identity di Starpool ha preso sempre più corpo tramite il disegno dei prodotti, la grafica, l’allestimento degli stand, la realizzazione di spa iconiche e degli showroom» – racconta l’architetto Alessandro Dolci.

Oggi, riuniti in un unico piano, i reparti produttivi sono luoghi per persone, spazi di luce in perenne evoluzione, sempre aperti a ospiti e visitatori che possono visionare tutte le fasi di realizzazione di un oggetto Starpool. I clienti in questo contesto diventano ospiti, sono partecipi del processo aziendale e respirano un’aria di familiarità, da sempre un valore fondamentale in Starpool. «Noi produciamo benessere. Diamo forma al bello. L’ambiente in cui viviamo ogni giorno, dove nascono idee e realizzazioni, deve corrispondere a questi valori di benessere e bellezza e deve poterne aiutare lo sviluppo»: prosegue Libretti.

Il giardino d’ingresso, con il parcheggio riservato agli ospiti, è il primo spazio deputato all’accoglienza. Il primo passo dentro Starpool avviene quindi all'aperto. Il filtro d'accesso è la vegetazione, che cambia nel corso delle stagioni e degli anni. Il passaggio è trasparente, filtrato solo dal verde. La nuova facciata è il risultato della completa ristrutturazione della facciata  preesistente che ha modificato interamente gli elementi compositivi nell’ottica di enfatizzare l’identità aziendale. Ora il fronte Starpool è organizzato, definito, intenso nei colori e nei materiali, ma anche trasparente, permeabile verso il giardino e la strada antistante. I parapetti in cemento sono stati sostituiti con quelli attuali in vetro per percepire l'attività che si svolge all'interno di una azienda fatta soprattutto di persone che lavorano.

«Questi boschi ci danno tanto: ci ispirano e ci ossigenano. E così abbiamo voluto utilizzare per la facciata l’abete del territorio, trattato come avviene per le nostre saune. L’attenzione alla sostenibilità ambientale è la diretta conseguenza dell’abitare in questo luogo speciale che ci accoglie da sempre. Facciamo entrare la luce naturale ovunque possibile. Circola l’aria, circolano le idee, e circolano anche gli ospiti. Vengono per scoprire dove e come nascono i nostri prodotti. Stimoliamo la loro curiosità, li invitiamo a toccare con mano. Solo provando si può comprendere, e poi amare. La trasparenza diventa un veicolo di comunicazione, un modo per rendere visibili i valori della nostra azienda»: racconta con entusiasmo Turri.

Non ultimo, “fattore umano” è centrale per chi si occupa di benessere. «Non si può offrire ciò che non si possiede. Perciò non vogliamo limitarci a esportare benessere all’esterno: è un’esperienza che tutti dobbiamo conoscere e condividere. Quindi, oltre a estendere e valorizzare gli spazi, creare ambienti di comfort, facciamo testare e utilizzare a tutto il team Starpool i nostri prodotti. In sede abbiamo progettato due zone wellness e vari spazi benessere utilizzabili costantemente dai dipendenti, insieme a un’area Zerobody a disposizione per recuperare energie e ricevere un boost immediato. Inoltre, ogni nuovo assunto, al suo arrivo, è invitato a trascorrere un’intera giornata in spa per scoprire i benefici del wellness. È importante per sentirsi coinvolti, per essere consapevoli di far parte di un gruppo e di un progetto che necessitano delle capacità di ognuno, e per diventare veri ambasciatori di benessere».

 

Scopri di più

www.starpool.com

 

Location: Ziano di Fiemme

Project: aledolci&co

Photographs: Gaia Panozzo

Location: Ziano di Fiemme

Project: aledolci&co

Photographs: Gaia Panozzo


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054