Museo di Storia Militare - Daniel Libeskind
  1. Home
  2. Architettura
  3. Museo di Storia Militare

Museo di Storia Militare

Daniel Libeskind

Scritto da Daniel Libeskind - 1 ottobre 2012

“Volevo creare uno stacco audace, una dislocazione fondamentale per penetrare l’arsenale storico…” queste le parole di Daniel Libeskind per descrivere l’ampliamento del Museo di Storia Militare di Dresda, edificio neoclassico dell’epoca di Guglielmo I imperatore di Germania, su cui l’architetto è intervenuto con un nuovo spazio, un cuneo di 5 piani e 200 tonnellate di cemento, acciaio e vetro che taglia facciata e volume dell’antica architettura.
Nato come arsenale dell’esercito sassone, poi in successione museo della guerra sassone, nazista, sovietico e infine tedesco-orientale, il museo illustra la storia militare tedesca, parte integrante della storia culturale della Germania. Ma vuole anche far riflettere sulla natura della guerra, sulle forze sociali e gli impulsi umani che creano la cultura della violenza.
Base per l’elaborazione del progetto è l’idea di un museo militare contro la guerra, considerazione già di per sé straordinaria, ma non solo: vuole essere un luogo della memoria, un “luogo di opinione”, insegnare la cultura della pace. Questo il concept degli spazi espositivi, sottolineato dal contrasto architettonico tra le due parti del museo, l’edificio preesistente con la storia militare presentata in ordine cronologico e la nuova area espositiva che s’incunea nella storia con percorsi tematici sul valore della pace, la lotta contro la povertà e la fame, la difesa dell’ambiente, l’importanza delle missioni internazionali di pace, l’impegno contro la minaccia del terrorismo; una sezione è dedicata alla Germania dell’Est e al regime che aveva tolto ai cittadini libertà e dignità.
All’ultimo piano della nuova struttura, una piattaforma panoramica esposta ai venti che penetrano dai tagli nell’involucro metallico, offre viste sorprendenti della città ricostruita dopo il terribile bombardamento subito nel febbraio del 1945, terminando con un drammatico spazio di riflessione la visita del museo; il cuneo stesso invece, come una grande scheggia di vetro, punta nella direzione opposta, verso quella parte del cielo da cui provennero i bombardieri che distrussero la città. Il Museo di Storia Militare di Dresda è oggi il più grande museo della Germania con un’area espositiva di circa 20.000 metri quadrati e il linguaggio architettonico dell’edificio neoclassico e della nuova estensione firmata da Daniel Libeskind, crea una simbiosi naturale tra spazio, narrazione e contenuto.

 


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054