MEF, Museo Casa Enzo Ferrari
  1. Home
  2. Architettura
  3. MEF, Museo Casa Enzo Ferrari

MEF, Museo Casa Enzo Ferrari

MEF, Museo Casa Enzo Ferrari
Scritto da Redazione The Plan -
Dedicato alla figura di Enzo Ferrari, il MEF è un nuovo complesso museale che comprende due spazi distinti, la Casa Natale, dove Ferrari nacque nel 1898, e un nuovo edificio adiacente al manufatto storico. L’intero museo è stato progettato dallo studio londinese Future Systems; dopo la scomparsa nel 2009 di Jan Kaplický, Andrea Morgante (Shiro Studio), coprogettista dell’opera, ha assunto la direzione artistica del cantiere occupandosi di tutti gli allestimenti museali.
Sinuosa e scultorea, la sagoma del nuovo edificio abbraccia il volume della Casa Natale, in un gioco di contiguità e continuità spaziale e temporale, che accosta colori, materiali, tecnologie del passato e della contemporaneità.
La Casa Natale e il volume dell’officina meccanica Alfredo Ferrari sono stati recuperati mantenendo la struttura originaria. Il doppio volume dell’officina ospita un innovativo sistema espositivo, concepito come un libro a grande scala, che incorpora illuminazione, proiezioni digitali e teche espositive.
La nuova Galleria si caratterizza all’esterno per la copertura gialla in alluminio e per la facciata vetrata a tutta altezza che fronteggia la Casa Natale e che consente allo sguardo di spaziare dall’interno all’esterno e viceversa. L’interno della Galleria è un unico spazio bianco, nel quale pareti e pavimento si fondono costituendo una superficie fluida e omogenea; protagoniste dell’ambiente le auto, esposte su pedane sopraelevate secondo un allestimento flessibile; espositori di design ospitano documentazione, oggetti e contributi audio-video. Oltre alla sala espositiva, la Galleria ospita un locale congressi, un locale didattico e una sala per video-proiezioni. Numerosi attori hanno preso parte alla realizzazione del nuovo complesso museale: Project Management e direzione lavori sono stati seguiti da Politecnica, capogruppo nel coordinare l’intera commessa è stata CdC, Cooperativa di Costruzioni di Modena, Stahlbau Pichler ha realizzato tutte le strutture metalliche mentre Mapei ha partecipato in veste di sponsor tecnico e fornitore di prodotti e soluzioni tecnologiche, fornendo un costante supporto tecnico in cantiere. L’intervento di Mapei ha riguardato sia il restauro della Casa Natale, con l’esecuzione del massetto di posa e l’applicazione del rivestimento finale in resina, sia la realizzazione del nuovo edificio, con la messa in opera del pavimento industriale, ottenuto con la stessa resinatura utilizzata nella casa natale, e dei rivestimenti verticali.
Per la resinatura Mapei ha utilizzato la finitura poliueretanica Mapefloor Finish 56, prodotta appositamente per questo cantiere. Altamente resistente ai graffi e all’abrasione, Mapefloor Finish 56 conferisce alle superfici un effetto satinato che riflette le luci colorandosi a sua volta, contribuendo all’aspetto fluido e scultoreo dell’architettura.

Mapei
Via Cafiero, 22
I - 20158 Milano
Tel. +39 02 37673.1
Fax + 39 02 37673214
E-mail: mapei@mapei.it
www.mapei.com
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054