Jolly Hotel
  1. Home
  2. Architettura
  3. Jolly Hotel

Jolly Hotel

Scritto da Redazione The Plan - 18 dicembre 2009
Il Jolly Hotel progettato da Dominique Perrault per il Nuovo Polo di Fiera Milano Rho, inaugurato in ottobre, fa parte di quello che viene considerato il “parco delle architetture”, e include il quartiere espositivo di Massimiliano Fuksas, i parcheggi multipiano di Mario Bellini e il verde pubblico di Andreas Kipar, cui si aggiungerà entro il 2010 l’edificio per i dipendenti delle società del Gruppo Fiera Milano, progettato dallo studio 5+1 AA e da Jean-Baptiste Pietri. Situato in prossimità della Porta Sud, l’albergo rientra in un più ampio progetto di funzioni compatibili quali negozi, strutture per la ristorazione e il tempo libero, spazi verdi. È un complesso a 4 stelle, costituito da due torri accostate a pianta quadrata, inclinate di 5 gradi rispetto al terreno: l’una è orientata in direzione di Milano, l’altra verso il centro della fiera. La hall d’ingresso, a pianta cruciforme, è unica per le due torri, così come i piani servizi (bar e ristoranti) ai livelli più bassi; le camere, quattrocento, si sviluppano dal sesto livello in poi (il terzo piano fuori terra). Alla base delle torri, grandi vasche d’acqua riflettono l’immagine degli edifici. Dall’ultimo piano, destinato all’incontro e alla gastronomia, si gode di un ampio panorama verso il cuore del polo espositivo. Il rivestimento esterno dell’albergo è stato progettato e messo in opera dal gruppo Marazzi che lo ha realizzato in linea con le esigenze progettuali espresse da Perrault: una pelle scura a specchio, dalle elevate qualità termo-acustiche, in grado di donare omogeneità formale all’intera realizzazione. Il risultato è un sistema di facciata ventilato, utilizzato per la prima volta a livello mondiale, realizzato con 20.000 lastre Jolly Black di 50x120 cm costituite da un supporto in gres porcellanato (13 mm) ricoperto da uno strato di vetro nero (3 mm). La graniglia vetrosa è stata sintetizzata direttamente sul supporto ceramico per aumentarne le caratteristiche di resistenza e di uniformità e poi levigata a specchio per accrescere la lucentezza della lastra stessa. Resistente agli sbalzi termici, al gelo, all’attacco degli agenti acidi e basici, all’abrasione, alla flessione e totalmente impermeabile all’acqua, il prodotto ha superato tutti i test di certificazione di conformità alle norme EN 14411 (ISO 13006). Sulle facciate nero lucente delle torri si aprono oltre 1.100 finestre di diverse dimensioni, disposte in modo irregolare e apparentemente casuale. Per la facciata è stato usato il sistema Metra, NC65STH a scomparsa. Di giorno le torri si stagliano nette ma aeree e luminose nel paesaggio circostante. Di notte, invece, illuminate, si presentano come lanterne nello spazio metropolitano, identificando con immediatezza il luogo. La collaborazione nella realizzazione delle torri-albergo di Dominique Perrault è anche una conferma dell’impegno di Marazzi nello studio e nella realizzazione di sistemi e tecnologie in grado di ridurre consumi energetici, impatto ambientale, e costi di manutenzione degli edifici.

MARAZZI GROUP
Viale Virgilio, 30
I - 41100 Modena
Tel. + 39 059 384111 Fax +39 059 384303
E-mail: info@marazzi.it
www.marazzi.it

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054