Hub - Il posto di lavoro smart
  1. Home
  2. Architettura
  3. Hub - Il posto di lavoro smart

Hub - Il posto di lavoro smart

Scritto da Redazione The Plan - 25 febbraio 2015

Oggi, il workplace è un luogo fisico e mentale di grande polivalenza, uno spazio multifunzionale ibrido, pronto a cambiare e ad adattarsi nelle funzioni, nel numero di persone e nei ruoli, da condividere con altri ma anche luogo dove isolarsi e concentrarsi al meglio.
Il progetto Hub di Matteo Ragni nasce come risposta alla trasformazione del mondo del lavoro, che richiede flessibilità, mobilità e, di conseguenza, spazi modulabili e riconfigurabili in base alle esigenze di chi li andrà a vivere nella propria quotidianità. Un sistema per ufficio che combina materia e contemporaneità, lasciando grande libertà nella personalizzazione di postazione e assetto a seconda del destinatario, della modalità e frequenza di utilizzo. Il fulcro del progetto è la struttura geometrica, un telaio metallico (con sezione 35x35 mm verniciata a polveri epossidiche) studiato per fornire un modulo replicabile all’infinito. L’overhead, rivestito in tessuto fonoassorbente, oltre a creare un ambiente più raccolto funge da ripiano per riporre gli oggetti personali e integra l’illuminazione a LED dimmerabile. A livello cromatico, le finiture naturali del piano si accostano alle colorazioni (blu, giallo e arancio) delle porzioni in tessuto. I tavoli vengono forniti con pannellino top-access con angoli smussati a 45° per permettere la salita di cavi, includono una svariata gamma di accessori come schermi divisori, appendi borse, appendiabiti, portabottiglie, e si completano con un contenitore locker. Hub è una scatola senza pareti che favorisce una dimensione osmotica del relazionarsi con lo spazio e le persone.

FANTONI
Via Europa Unita, 1
I - 33010 Osoppo (UD)
Tel. +39 0432 9761
Fax +39 0432 986246
E-mail: info@fantoni.it
www.fantoni.it

Visualizza il pdf dell'articolo

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054