La casa sulla casa ampliamento - Raimondo Guidacci
  1. Home
  2. Architettura
  3. La casa sulla casa ampliamento

La casa sulla casa ampliamento

Raimondo Guidacci

Scritto da Francesco Pagliari - 16 giugno 2015

L'ampliamento di un edificio unifamiliare a Trofarello, in una zona urbana periferica a bassa densità e caratterizzata da edifici tradizionali a modeste dimensioni su una suddivisione di proprietà a piccoli lotti di terreno, introduce temi progettuali d'interesse, nell'affrontare i vincoli per la definizione dell'incremento volumetrico sulla copertura e nel determinare un elemento architettonico di rilievo espressivo e qualità funzionali. Il sopralzo propone una stanza da letto, con annesso bagno. Il volume aggiunto, la cui struttura è in travi e pilastri in legno di abete, occupa soltanto una parte della copertura ed è affiancato dalle superfici aperte di due terrazze praticabili laterali, entrambe protette con una balaustra metallica leggera e semitrasparente, coerente con la caratterizzazione principale del volume aggiunto, il rivestimento in lamiera Rheinzink a nervature verticali ed oblique, che spicca nel panorama urbano costruito nei dintorni. I vincoli relativi alle distanze (riguardo la distanza dal filo stradale, dagli edifici laterali, dai confini di proprietà, distanze cui va dedotto l'ingombro del cappotto esterno per l'isolamento termico) pongono le premesse per identificare l'assetto volumetrico del sopralzo: se i margini geometrici di pianta sono definiti dai vincoli, l'elaborazione architettonica riflette sull'intersecazione di volumi, componendo un parallelepipedo radicato alla superficie piana della copertura, su cui si intreccia un prisma, orientato in modo da simulare il precedente andamento, fortemente obliquo, delle falde di copertura. Le pareti laterali sono prive di aperture finestrate e la comunicazione con le terrazze laterali avviene attraverso porte ai lati opposti, con cerniere esterne, ritagliate nel rivestimento in lamiera di zinco-titanio ad interromperne le nervature. Sui fronti verso la strada e verso l'interno del lotto, si affacciano le finestre a sviluppo orizzontale, nastri vetrati perpendicolari situati ad altezze diverse sui fronti, che alimentano una composita relazione con la luce naturale, attraverso fonti opposte. Il volume architettonico rende distinguibile, per forma e per materiale di rivestimento, la propria configurazione e la propria funzionalità: annodare intrecci volumetrici secondo una decisa proposizione compositiva appare una modalità elegante e coerente per risolvere il nodo della correlazione fra tessuto costruito dai caratteri tradizionali ed intervento contemporaneo, inserendo con oculatezza quei rapporti che coniugano fra loro le differenze, in una mediazione fra semplicità e complessità, e rendono possibile la crescita organica e consequenziale di una “casa sulla casa”.

Francesco Pagliari

Luogo: Trofarello, Torino
Committente: Privato
Anno di Realizzazione: 2014
Superficie Costruita: 30 m2
Architetti: Raimondo Guidacci
Design Team: Giancarlo Ambu, Nadia Saglietti, Marco Chirico
Direzione dei Lavori: Raimondo Guidacci
Impresa di Costruzione: Ferro Antonio

Fornitori
Rivestimento in Zinco-titanio: Rheinzink

Fotografie: © Beppe Giardino
 

Raimondo Guidacci
Raimondo Guidacci (Foggia 1968) si laurea in architettura nel 1995 presso lo IUAV di Venezia. Contemporaneamente si diploma al Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia.
Nel 1998 apre il suo studio professionale a Torino. Dal 1995 al 2005 collabora con Emanuele Levi Montalcini ai Laboratori di Progettazione Architettonica presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino, dove dal 1996 al 1999 è anche assistente di Guido Martinero.
Alcuni suoi lavori sono stati pubblicati su riviste specializzate e selezionati in premi di architettura, mostre e rassegne. Tra le pubblicazioni si ricordano in particolare: gli Almanacchi di Casabella 2001, 2003, 2005, 2008; il libro a cura di Marco Mulazzani "Architetti Italiani, le nuove generazioni" edito da Electa nel 2006, il libro a cura di Massimo Fagioli "Nuove Tendenze in Architettura" edito da Aiòn, il libro "Italian panorama italiano" edito da The Plan, oltre a riviste specializzate tra le quali The Plan, Abitare, Costruire, D’Architettura, C3, Domus International.
Il  progetto “due case in Puglia” è stato selezionato al Premio Cosenza 2004 e al Premio Barbara Cappochin 2007 nella categoria migliori opere  internazionali e ha vinto il Premio INARCH/ANCE 2008 nella categoria opere realizzate da giovane professionista, e si è classificato primo ex-equo al Premio abitareilmediterraneo 2011.
Ha inoltre esposto i suoi progetti all'interno del Padiglione Italia in occasione della XIV Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, 2014.
Recentemente è stato pubblicato dalla casa editrice Libria il suo libro dal titolo "Una ragazza che suonava".

Tag
#Beppe Giardino  #Torino  #Italia  #Copertura in zinco titanio  #Legno  #Residenza  #Europa  #Raimondo Guidacci  #Architettura Italiana 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054