Grattacielo residenziale 11 Hoyt
  1. Home
  2. Architettura
  3. Grattacielo residenziale 11 Hoyt

Grattacielo residenziale 11 Hoyt

Una facciata dinamica e pulita

Studio Gang

Scritto da Redazione The Plan -

Il nuovo grattacielo residenziale 11 Hoyt, firmato da Studio Gang, si staglia nello skyline di Brooklyn con i suoi 189 m di altezza e una facciata che sembra incresparsi come l’acqua del vicino porto. La torre di 57 piani offre diverse soluzioni abitative, dai monolocali agli appartamenti con quattro camere da letto, oltre a tutta una serie di servizi, tra cui un centro fitness, una piscina, una spa e una sala giochi. A questi spazi si aggiungono lo Sky Club al 32° piano, per cene con vista panoramica, e l’ampio parco privato, con aree per l’esercizio e per il gioco, progettato da Hollander Design. Per le residenze, Michaelis Boyd Associates ha disegnato interni di lusso con due tavolozze di finiture distinte, Heritage e Classic. Le ampie finestre inondano gli ambienti interni di luce naturale e incorniciano viste spettacolari sui paesaggi urbani di Manhattan e Brooklyn.
La facciata del grattacielo, sviluppata e realizzata dall’azienda altoatesina Pichler Projects, è costituita da una serie di bay window che le conferiscono un aspetto dinamico e pulito allo stesso tempo. A livello architettonico, l’indicazione dei progettisti era di rendere i profili in alluminio invisibili in facciata e, per quanto riguarda l’interno, di avere gli stessi ingombri e la stessa forma per le ante apribili e quelle fisse, in modo da assicurare la massima pulizia estetica del serramento. Per rispondere a questa duplice esigenza, Pichler Projects ha messo a punto una soluzione ad hoc, a partire dai profili usualmente impiegati per curtain wall, sigillando il vetro strutturalmente sul telaio invece di utilizzare i consueti fermavetri. Il profilo con una profondità di 120 mm ha permesso di realizzare, in corrispondenza dell’anta apribile, una fresatura per ospitare il telaio dell’anta stessa, rendendolo così complanare alla cornice perimetrale dell’apertura. L’edificio presenta un’altezza doppia al 2°, al 29° e al 52° piano, dove trovano posto rispettivamente ingresso pedonale, servizi e locali tecnici. I serramenti di questi livelli presentano quindi un’altezza maggiorata e, per rispettare i requisiti statici, i vetri hanno lo spessore incrementato. Gli infissi sono stati ingegnerizzati e prodotti nella sede di Pichler Projects a Bolzano. Il montaggio delle finestre doveva tenere conto delle tolleranze di costruzione dei blocchi in cemento prefabbricati e garantire semplicità di installazione presso il prefabbricatore. Per questo, è stato pensato un sistema apposito per consentire la regolazione dell’ancoraggio nelle tre direzioni (alto/basso, dentro/fuori, sinistra/destra). 
11 Hoyt è un edificio scultoreo eppure fluido, con prospetti sfaccettati a richiamare le onde del mare sospinte dal vento: la natura diventa così protagonista dell’architettura, in questo nuovo concept del design newyorkese realizzato con una tecnologia italiana.

Visualizza il pdf dell'articolo

PICHLER PROJECTS 
Via Edison, 15 - I - 39100 Bolzano
Tel. +39 0471 065000
E-mail: info@pichler.pro - www.pichler.pro

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#tectonicphoto  #nyconstructionphoto  #Sistemi per Involucri  #Pichler  #New York  #U.S.A.  #America settentrionale  #2021  #Studio Gang  #Report  #The Plan 131 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054