Ampliamento del campus della Franklin University Switzerland di Lugano
  1. Home
  2. Architettura
  3. Franklin University Switzerland, studiare e vivere tra le pagine di un libro

Franklin University Switzerland, studiare e vivere tra le pagine di un libro

L’ampliamento del campus dell'ateneo a Lugano è un omaggio all’oggetto del sapere per eccellenza

Flaviano Capriotti Architetti

Ampliamento del campus della Franklin University Switzerland di Lugano
Scritto da Redazione The Plan -
Hanno partecipato al progetto Schueco, Duravit, Ceramiche Keope, Artemide, Zumtobel Group

Uno spazio in cui vivere esperienze di studio e di vita come racchiusi tra le pagine di un libro. Il progetto di Flaviano Capriotti Architetti per l’ampliamento del Campus della Franklin University Switzerland a Lugano, è proprio un omaggio all’oggetto del sapere per eccellenza: il libro.

Il progetto esprime appieno l’approccio olistico alla conoscenza che connota l’attività della Franklin University Switzerland, istituzione di eccellenza fondata nel 1969. L'intervento ha previsto una significativa espansione del campus a Sorengo, con la realizzazione di 29 unità abitative, spazi educativi, aule multifunzione, area fitness e parcheggi sotterranei.

Apertura, trasparenza e accessibilità sono i tratti distintivi di un’architettura permeabile, immaginata in profonda relazione con il contesto nel quale si inserisce, grazie alla forte valenza narrativa come un nuovo punto di riferimento nello spazio urbano.

Franklin University Switzerland - Flaviano Capriotti Architetti © Leo Torri, courtesy of Flaviano Capriotti Architetti

 

Un nuovo riferimento paesaggistico a Lugano

La nuova ala del Campus è costituita da due blocchi che formano spazi indipendenti ma interconnessi, grazie a un intreccio di viste prospettiche: il primo ospita le aree comuni e le funzioni aperte al pubblico, mentre il secondo è riservato alle residenze degli studenti.

Tutta l’impostazione del volume destinato agli spazi collettivi, con le aule, gli uffici didattici, una sala multifunzionale e lo Student’s Center, punta a essere un riferimento per la comunità studentesca. Questo blocco, che sostiene quello dedicato alle residenze, presenta una forma organica e sinuosa definita da un involucro curvilineo in U-glass (vetro profilato a U), satinato e semi trasparente.

Franklin University Switzerland - Flaviano Capriotti Architetti © Leo Torri, courtesy of Flaviano Capriotti Architetti
 

Si tratta in realtà di due fabbricati monopiano, il più ampio dei quali arriva ad ergersi sul prospetto principale, fronte strada, trasformandosi in un volume su più livelli che affianca quello residenziale. Un giardino mediterraneo terrazzato, racchiuso tra i due corpi di fabbrica vetrati, modella un auditorium all’aperto, luogo di incontro che può essere utilizzato anche per mostre ed eventi.

La facciata vetrata è rivestita da un sistema orientabile di lamelle fotovoltaiche bianche, sviluppato in collaborazione con il con il Dipartimento Ambiente Costruzioni e Design dell’Università SUPSI (Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana). Il sistema è tra i primi in Europa a essere dotato di componenti in grado di seguire l’orientamento del sole grazie a un software georeferenziato che ne calcola la posizione nei diversi periodi dell’anno. Una soluzione cosiddetta di Building-Integrated Photovoltaics, cioè perfettamente integrata all’edificio, pensata per garantire un comfort termico e visivo ottimale, massimizzando la produzione di energia rinnovabile.

Franklin University Switzerland - Flaviano Capriotti Architetti © Leo Torri, courtesy of Flaviano Capriotti Architetti

 

Tra le pagine di un libro

Il volume residenziale si sviluppa su quattro livelli. Il fronte strada, compatto e introverso, presenta una superficie in calcestruzzo pigmentato, con una tonalità terracotta che richiama il paesaggio alpino circostante. Le finestre sono tutte uguali, scalate saltuariamente in dimensione, e disposte secondo una rigida griglia. La trama della facciata allude infatti alla stratificazione delle pagine di un libro, attribuendo a essa un valore fortemente simbolico, che la distingue in maniera confondibile rispetto al contesto circostante.

L’edificio, i cui interni hanno un carattere fresco e giovane, si collega a quelli preesistenti andando a ricomporre l’originaria corte a C, su cui gli alloggi studenteschi si affacciano con ballatoi aperti. Una scalinata esterna, che taglia il lotto in direzione longitudinale, collega via Ponte Tresa al percorso storico di via San Grato.

 

>>> Scopri anche il progetto di BIG | Bjarke Ingels Group per il Makers' KUbe, sviluppato con e per la University of Kansas

Credits

Location: Lugano, Switzerland
Area: 6270 m2
Client: Franklin University Switzerland
Architect: Flaviano Capriotti Architetti

Consultants
Project Management, Executive Architect and Lighting Consultant: Afry Svizzera
Building Physics: Ifec
Landscape: Hortensia Garden Design
Photovoltaic Plant: SUPSI [University of Applied Sciences and Arts of Southern Switzerland]
Structural: Casanova Ingegneria
Fire Protection: Tea engineering
Climate Engineering and Plumbing: Zocchetti
Electrical: Solcà

Suppliers
Doors and Windows: Schüco
Lighting: Artemide, Zumtobel
Santiary Ware: Duravit
Ceramic: Ceramiche Keope

Photography by Leo Torri, courtesy of Flaviano Capriotti Architetti

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054
ITC Avant Garde Gothic® is a trademark of Monotype ITC Inc. registered in the U.S. Patent and Trademark Office and which may be registered in certain other jurisdictions.