Ex opificio Castel Gandolfo
  1. Home
  2. Architettura
  3. Ex opificio Castel Gandolfo

Ex opificio Castel Gandolfo

Ripensare un’antica fabbrica in una bio-architettura

DRA&U

Ex opificio Castel Gandolfo
Scritto da Redazione The Plan -

Tra tradizione, rispetto dell’identità della preesistenza, soluzioni tecnologiche e domotiche per standard nZEB, un antico opificio del secondo dopoguerra, adibito all’epoca alla lavorazione di prodotti derivati dall’estrazione dell’olio di oliva con residenze collegate, è ora diventato un edificio residenziale “intelligente”, smart e con un basso impatto ambientale. La sua sagoma originaria è ancora ben percepibile, tuttavia il progetto firmato dallo studio romano DRA&U ha portato queste abitazioni di Castel Gandolfo ad assumere un’identità contemporanea e ricercata, con un gioco di materiali e di vetrate capace di cogliere l’occhio dell’osservatore fin dall’esterno.

Ex opificio Castel Gandolfo Courtesy T2D

Composto da quattro corpi di fabbrica connessi tra loro a forma di parallelepipedo dalle diverse dimensioni e altezze (da uno a tre piani fuori terra), l’edificio conta altrettanti appartamenti, variamente dotati di giardini privati e terrazzi. A questi, poi, si aggiunge un’area condominiale con giochi per bambini e orti comuni.

Il carattere del complesso, dunque, è già percepibile dalle linee esterne, dalla facciata movimentata a nord-ovest che crea una corte centrale e dall’alternanza dei materiali utilizzati, come anche dalle diverse finiture finali, dall’intonaco tradizionale bianco fino al rivestimento in doghe di larice siberiano.

Ex opificio Castel Gandolfo Courtesy T2D

Per quanto riguarda le soluzioni costruttive si è fatto ricorso a diversi prodotti di T2D, l’azienda specializzata in strutture opache in laterizio, in particolar modo in strutture portanti per zone ad alto rischio sismico e in involucri ad alte prestazioni termiche. Per questo progetto, nominato tra l’altro finalista del premio Poroton® 2022, si è fatto ricorso alla linea Acustica® (blocchi a elevata massa per la realizzazione di divisori interni tra unità abitative distinte), alle tramezze ad incastro Poroton®, alleggerite con farina di legno ad altissime prestazioni acustiche, ai blocchi termici porizzati per tamponatura in doppia parete e monostrato Poroton® P600 e, infine, al tamponamento TRIS®. Quest’ultimo è un sistema costruttivo a taglio termico completo composto da blocchi dotati di pannelli isolanti in Neopor® per eccellenti prestazioni termiche.

Tali soluzioni costruttive, come anche il posizionamento delle finestre, i serramenti a bassa trasmittanza, la ventilazione meccanica controllata, i pannelli solari e fotovoltaici, sono determinanti per il rispetto dei parametri della classe energetica nZEB. Un ulteriore contributo è dato infine anche dai numerosi sistemi a gestione domotica, a partire dalla climatizzazione e dall’illuminazione, fino alla distribuzione dell’energia elettrica e gestione dei carichi. Una bio-architettura, dunque, che vanta una propria indipendenza energetica.

Visualizza il pdf dell'articolo

T2D
Via A. Canobbio, 34 – I – 37132 Verona
Tel. +39 075 8959854
Email: [email protected]www.t2d.it

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054