Edificio direzionale e residenziale
  1. Home
  2. Architettura
  3. Edificio direzionale e residenziale

Edificio direzionale e residenziale

Edificio direzionale e residenziale
Scritto da Redazione The Plan -
La ristrutturazione a Treviso, nella storica Piazza San Vito, di un palazzo commerciale costruito negli anni Cinquanta, ha portato alla realizzazione di tre unità distinte: la prima destinata a uffici e le altre due a residenze private. Il progetto architettonico, opera di Studio Arplan con Studio Taarchitettura, si inserisce nel contesto della piazza dialogando con gli edifici esistenti in termini di rapporti dimensionali e uso dei materiali.
La facciata in pietra “giallo d’Istria” finemente sabbiata recupera la tradizione dell’uso di questo materiale per gli edifici storici della città; il bronzo dei serramenti riprende i toni scuri dei vetri, riducendone la percezione e accentuando il rapporto chiaroscurale tra pieni e vuoti.
L’interno del fabbricato è stato ridefinito, con la realizzazione di sette livelli dal piano terra al terrazzo di copertura. I primi tre piani sono occupati dagli uffici, ai quali si accede da un ingresso a doppia altezza che ospita una scenografica scala elicoidale in acciaio brunito e bronzo realizzata da Astec. Una grande finestra stabilisce la relazione con l’esterno, inquadra la scala dall’esterno, e trasmette una luce diffusa all’interno, dando uno scorcio suggestivo sulla vita della piazza.
Due unità residenziali - la prima su uno, la seconda su tre piani - si collocano agli ultimi quattro livelli del fabbricato; in copertura, un terrazzo panoramico a uso esclusivo di una delle residenze si apre sui quattro lati dell’edificio affacciandosi sulla città.
Tutti i serramenti in “bronzo architettonico” delle facciate sono stati realizzati utilizzando il sistema ABX® di Astec, che alla fornitura dei prodotti ha affiancato il suo servizio di ingegnerizzazione e assistenza permettendo di concretizzare le scelte progettuali, anche attraverso la realizzazione di manufatti ad hoc. Il disegno delle porzioni vetrate dell’edificio ha giocato un ruolo significativo nella progettazione, e ha richiesto l’adattamento di componenti dei prodotti di serie Astec; i profili fermavetro e i coprifili, ad esempio, sono stati ridisegnati prevedendo una sezione ridotta, secondo le richieste dei progettisti. Significativa l’opera dei serramenti del piano attico; qui un grande salone si apre sul centro storico con tre facciate in bronzo architettonico e vetro, specchiature a tutta altezza e ante scorrevoli, mentre un giardino d’inverno in bronzo architettonico e vetro permette di usufruire degli spazi esterni in ogni stagione. Tra i manufatti speciali la scala elicoidale della hall di ingresso, in acciaio brunito e bronzo, realizzata in un unico blocco, e opere di finitura, anch’esse su disegno, quali le piastre dei citofoni. Ottimi i risultati tecnici ottenuti nei termini dell’acustica e delle prestazioni termiche.

ASTEC
Via Tarantelli, 17
I - 31030 Dosson di Casier (TV)
Tel. +39 0422 490183 r.a.
Fax +39 0422 383120
www.astec.it
www.abxbronze.com
Visualizza il pdf dell'articolo
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Beppe Raso  #Serramenti  #Astec 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054