Ceramica italiana
  1. Home
  2. Architettura
  3. Ceramica italiana

Ceramica italiana

Scritto da Redazione The Plan - 1 settembre 2016

Caratteristiche tecniche e versatilità progettuale sono i principali punti di forza della ceramica, materiale che, grazie alla ricerca tecnologica e nel settore del design, può divenire un importante elemento qualificante per l’architettura. Un semplice sfondo, capace di esaltare forme e geometrie del costruito, o un elemento dalla forte connotazione e decorativa, protagonista nella definizione degli spazi e importante supporto alla creatività di progettisti e designer. 

Unika di ABK propone superfici che sembrano segnate dal tempo, miscelando tracce di pietre millenarie con tratti di cementificazione, da affiancare per contrasto all’architettura contemporanea. La gamma di cinque colori proposti in formati modulari fino a 60x120 cm permette di creare composizioni multiformato, arricchite dall’inserto di decori colorati e geometrici adatti a molteplici ambientazioni.

Urbanature di Panaria fa sue contaminazioni di materiali quali cemento, legno, metallo e maiolica, proponendo tre finiture e la novità delle lastre in grande formato a spessore 0,3 cm. L’estrema duttilità del materiale, facile da tagliare e da lavorare, rende le lastre utilizzabili per svariate soluzioni progettuali e creative, per nuove realizzazioni ma anche in caso di ristrutturazioni. La grande dimensione esalta inoltre la bellezza della ceramica e permette di realizzare superfici caratterizzate da un effetto di continuità.

Syncro di Century si ispira alle superfici in resina e cemento, ed è proposta in quattro formati, sei colori e tre finiture: soft, naturale e lappata. La formella Decoro è realizzata secondo un disegno geometrico che comprende diverse tonalità cromatiche e che conferisce al rivestimento un suggestivo effetto tridimensionale. 

Mexicana di Cerdomus propone quattro colori e superfici naturali e satinate, declinate in cinque formati, quadrati e rettangolari, di grandi dimensioni. Mattoncini tridimensionali, mosaici e decori bicolori concorrono ad arricchire l’uniformità delle superfici, offrendo ampie possibilità creative. 

I mosaici Texture di Appiani realizzano una fitta trama con effetto pixelato che si caratterizza per la leggera stondatura della superficie smaltata e la brillantezza dei colori. Sono realizzati con un processo di monopressocottura che ne esalta le qualità estetiche, di resistenza e durata nel tempo. 

Con Cementine_Evo, disegnata da Silvia Stanzani, Ceramica Fioranese propone geometrie ispirate ai tessuti optical; le grafiche dal forte impatto visivo sono ottenute utilizzando il colore a campiture piatte per creare forme essenziali. Sono disponibili nel formato 20x20 cm, secondo nove soggetti da mixare tra loro. Cinque disegni sono disponibili per la posa a soggetto unico.

Un forte segno grafico caratterizza anche i decori di Toka, di Ceramica Fondovalle, disponibile in tre formati e altrettante tonalità. La superficie si ispira a cemento, cotto e pietre naturali, mentre le grafiche dei decori spaziano da motivi urban style al recupero delle maioliche, permettendo di realizzare ambienti dalle connotazioni diverse, ma accomunati da un disegno essenziale.

Guarda al passato Bits di Piemme, disegnata da Gordon Guillaumier, che reinterpreta in chiave contemporanea il pavimento alla palladiana. La tematica del riuso dei materiali di scarto rivive in una nuova veste grafica, con i decori stampati direttamente sulla piastrella in gres porcellanato. Il marmo della tradizione viene sostituito dal legno secondo due composizioni: Quad e Facet, che si rifanno rispettivamente alle tecniche romane del lapis porphyrites e dell’opus incertum.

Riabita il Cotto di Ceramica Serenissima presenta la reinterpretazione di un altro classico, ispirata alle pavimentazioni in cotto con la proposta di cinque nuance naturali declinate in formati quadrati, rettangolari o esagonali. Le superfici stonalizzate possono essere arricchite da lievi decori geometrici tono su tono.

Canvas di Sichenia propone infine un forte salto materico, con una superficie che riproduce la texture di un tessuto. Pavimenti e rivestimenti, realizzati in quattro formati e cinque colori, si vestono di trame e motivi decorativi che si ispirano alle stoffe per arredo, con composizioni monocromatiche o arricchite dai numerosi decori disponibili, per un risultato di leggera raffinatezza.

 

CERAMICS OF ITALY

Viale Monte Santo, 40 - I - 41049 Sassuolo (MO)

Tel. +39 0536 804585 - Fax +39 0536 806510

E-mail: info@laceramicaitaliana.it - www.laceramicaitaliana.it

Visualizza il pdf dell'articolo

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054