CasaOz - Turin, Italy
  1. Home
  2. Architettura
  3. CasaOz - Turin, Italy

CasaOz - Turin, Italy

Scritto da Redazione The Plan -
CasaOz è un’associazione onlus che si occupa di sostenere, offrendo loro spazi e servizi, le famiglie che si trovano in una situazione di difficoltà a causa della malattia di un bambino. CasaOz è dunque innanzitutto un’equipe formata da educatori professionisti, assistenti sociali e diversi volontari, ma è anche una casa, uno spazio di accoglienza, sostegno, socialità, riposo.
La nuova sede che ospiterà l’associazione a partire dal 2010, costituita da nursery, stanza della quiete, stanza dei giochi, quattro piccoli alloggi, uffici, laboratorio, biblioteca, videoteca, sala studio, cucina e lavanderia, è in costruzione a Torino, in un’area prossima alle Molinette e all’Ospedale Regina Margherita, all’interno di un contesto ambientale di pregio. Enel Cuore Onlus e numerosi sponsor tecnici contribuiscono alla realizzazione dell’edificio. Il progetto architettonico è stato realizzato da AT Studio Associato di Torino, con progetto strutturale dell’ing. Pierluigi Violetto e impiantistico di Prodim. Traendo ispirazione dall’immaginario infantile, i progettisti hanno concepito una casa caratterizzata da pochi tratti semplici e rassicuranti: volume contenuto, tetto con due falde spioventi contrapposte, porte e finestre distinte e ben leggibili, materiali tradizionali (legno e muratura). L’edificio consta di un corpo di fabbrica principale lineare a due piani, orientato verso il fiume, e di volumi regolari trasversali più bassi, coperti da terrazze calpestabili. Il sistema di involucro di CasaOz e gli impianti sono stati progettati per contenere al massimo il dispendio energetico ed ottenere la classificazione a emissioni zero. Il pacchetto di tamponamento è costituito da una muratura continua intonacata in blocchi di calcestruzzo cellulare, coibentazione in pannelli di polistirene espanso estruso, camera di ventilazione e rivestimento esterno con finitura in legno di larice per il corpo principale e pannellature a secco in fibrocemento per le parti a un piano fuori terra. Il rivestimento di copertura è previsto in lamiera di zinco-titanio Rheinzink con doppia aggraffatura, posato su assito in legno con sottostante camera di ventilazione e strato coibente con pannelli incrociati di polistirene espanso estruso.
I serramenti saranno in lega leggera a taglio termico di nuova generazione con sistema Schüco AWS 75.SI e vetri bassoemissivi Planibel I-Top di AGC Flat Glass Italia in tripla vetrata con argon al 90%.
Per il riscaldamento è stata prevista la possibilità di utilizzare tre tipi di impianti, con priorità di utilizzo per le fonti rinnovabili. Il sistema è quindi alimentato da energia solare con collettori solari piani Logasol SKS 4.0, geotermia con pompa di calore acqua/acqua Logafix WRHP 4142 e, solo per riserva e supporto, da gas metano: il tutto fornito da Buderus. L’impianto prevede inoltre l’utilizzo di un accumulatore specifico per impianti solari Logalux BKS 1000 di Buderus e l’installazione di 50 moduli con pannelli solari di tipo policristallino, sia per alimentare la pompa di calore sia per altri usi, a seconda delle necessità.
Visualizza il pdf dell'articolo
Iscriviti alla newsletter:
Ho letto la privacy policy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Non perdere interessanti opportunità di formazione
Scopri in anteprima i contenuti del Magazine e della Webzine di THE PLAN

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054