Casa studio a Catania
  1. Home
  2. Architettura
  3. Casa studio a Catania

Casa studio a Catania

Santa Contarino

Casa studio a Catania
Scritto da Francesco Pagliari -

Nel centro storico di Catania, il progetto di recupero edilizio di un immobile dai tratti rustici, dotato di un piccolo giardino antistante, innerva soluzioni architettoniche intrecciate fra l'attenzione ad alcuni aspetti della tradizione costruttiva e il rinnovo per fornire ambienti qualitativamente contemporanei. Al fondo di un vicolo, che sfocia nella via Etnea, uno degli assi fondamentali nel tessuto urbano della città siciliana, si accede al giardino trapezoidale attraverso un portone metallico dal disegno “decorativo” stilizzato: si passa in pochi metri dalla via di grande circolazione ed importanza urbana ad una condizione appartata, in cui le potenzialità di raccoglimento e tranquillità si rivelano immediate. L'edificio a due piani fuori terra è adibito a casa-studio, con l'unico fronte rivolto a sud, verso il giardino: le grandi aperture finestrate su intelaiatura metallica donano luminosità agli spazi interni, aggiungendosi al forte contributo assicurato dalle finestre a raso posizionate sulla falda sud della copertura, che forniscono una controllata e diffusa luce zenitale e propiziano - all'apertura - la ventilazione naturale per smaltire il calore in eccesso durante i mesi estivi. Il prospetto dichiara il desiderio di lasciar traccia di una tradizione costruttiva, attraverso la coniugazione dei materiali: corsi in pietra lavica dal tipico colore grigio scuro si intervallano a duplici corsi in mattoni di taglio, a corrugare la superficie di parete e indicare la riproposizione rinnovata della tradizione, cogliendo la radice del colore lavico che costituisce carattere distintivo delle architetture storiche nella città, una seconda natura strutturale ed emotiva che si evidenzia. Sul prospetto, l'ingresso all'interno è segnalato dalla pensilina aggettante e praticabile, in vetro ed armatura metallica, che concede un tratto filigranato al pervadere della luminosità mediterranea. L'interno della casa-studio si concentra sullo spazio a tutt'altezza centrale, una sorta di corte interna abitabile attorno alla quale ruotano gli ambienti e su cui si diffonde la luce zenitale dalle finestre scavate a raso in copertura. La dimensione di grande verticalità offerta dallo spazio centrale è percorsa da elementi concatenati, che coincidono con le necessità di rendere praticabile le diverse esigenze delle attività professionali con la riservatezza dell'abitazione privata: al piano terreno la zona cucina e pranzo è separata dallo studio, segnando lievi differenze di livello, la zona notte si suddivide in ambienti distinti che si affacciano sullo spazio a doppia altezza centrale e collegati da una passerella aerea in vetro strutturale; ambienti autonomi, con soppalco per la grande altezza del piano e con propri servizi igienici. Lo spazio interno si compone di sensazioni nell'interrelazione concitata di materiali e di colori: i setti in mattoni a vista di produzione artigianale locale (provenienti dalla località di Giarre), la consistenza e il colore della pietra lavica che fa mostra di sé, la parete al primo piano dal colore denso, blu cobalto, che determina una sorta di confine, le pareti dai toni chiari, l'orditura della copertura in travi di legno. E vetro e metallo: la scala, che si distende verso il primo piano, indica una centralità architettonica, corrispondente alla centralità dello spazio a doppia altezza. Geometria e materiali, per un'interpretazione dinamica delle relazioni nello spazio, per coinvolgere lo sguardo che apprezza il sottile lavorio della luce naturale che si riflette, che attraversa le trasparenze e i vuoti, che rende evidente la struttura a piastre collegate in acciaio su cui poggiano i gradini in vetro e il sottile corrimano a sezione rettangolare in acciaio. Uno spazio multiforme, in cui si apprezza la molteplicità degli accenti architettonici, in una composizione che intende valorizzare gli accostamenti di materie e di geometrie, misurando di volta in volta l'addensamento e la selezione delle sensazioni nella forma dell'abitare.
Francesco Pagliari

Luogo: Catania
Committente: Privato
Anno di Realizzazione: 2013
Architetti: Santa Contarino

Fotografie: © Giuseppe Famoso

Santa Contarino
Santa Contarino vive e lavora a Catania. Si è laureata a Venezia all'Istituto Universitario di Architettura nel 1987. Negli anni di formazione accademica, ha approfondito anche aspetti filosofici ed estetici concernenti l'architettura, che insieme a mitologia e psicologia contribuiscono a costituire punti fondamentali nell'Arte del Progetto.
Esperienze iniziali nell'ufficio tecnico di una grande impresa a Catania e la collaborazione con l'arch. Giacomo Leone hanno consolidato le conoscenze nella dimensione pratica e funzionale del concreto “fare architettura”.
Metodologicamente, il progetto diviene un'esperienza che traccia l'equilibrio fra arte e ricerca tecnica, in un rapporto dinamico fra innovazione e rispetto della tradizione, sottolineando i caratteri sensoriali ed emozionali, estrapolati dalla terra siciliana, insieme all'apprezzamento dei contrasti, e tenendo in considerazione gli apporti intuitivi ed istintivi al progetto.
Ha frequentato corsi post lauream, dalla bio-architettura al restauro conservativo, e segnatamente il corso dedicato alla progettazione alberghiera, diretto dall'arch. Marco Piva al Politecnico di Milano.
Nel settembre 2001 ha partecipato alla manifestazione “Abitare il tempo”, con il tema “La carezza dell'acqua & Feng Shui”, insieme al collega Seok Chulkkim.
La sua attività si rivolge in prevalenza alle ristrutturazioni residenziali e alle strutture ricettive. In particolare, ha progettato la ristrutturazione di alberghi, fra cui l'hotel Kore di Agrigento, lo Zagarella Hotel & Resort e Cristal Palace di Palermo. Nel 2010 fa realizzato il nuovo Ibis Styles di Catania Acireale. Recentemente, ha ultimato la ristrutturazione dello storico hotel President a Palermo, trasformandolo in una seconda struttura Ibis Styles.

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Catania  #Italia  #Residenza  #Europa  #Santa Contarino  #Architettura Italiana 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054