Carrasco International Airport
  1. Home
  2. Architettura
  3. Carrasco International Airport

Carrasco International Airport

Scritto da Redazione The Plan - 6 aprile 2011

L’aeroporto di Carrasco Montevideo, inaugurato nel 1947, è stato recentemente ampliato con la realizzazione di un nuovo terminal per arrivi e partenze, per un traffico di circa 1 milione di passeggeri all’anno, progettato da Rafael Viñoly.
La nuova struttura si caratterizza per la copertura monolitica curva larga 80 metri e lunga 366; di questi, 150 metri coprono l’edificio, e 108 vanno a formare i due profondi cornicioni in aggetto laterale. L’edificio trasparente sottostante, con le pareti vetrate inclinate verso l’esterno in direzione del cielo, è occupato al piano terra dalle aree di arrivo, al primo piano dalle partenze. Al di sopra, un’ampia piattaforma per i visitatori ospita un ristorante con vista sulla pista e sull’ingresso principale. La struttura nel suo insieme dà un’impressione ingannevole e stupefacente: il tetto, dall’aspetto pesante a causa delle dimensioni imponenti, sembra quasi galleggiare sulla struttura a telaio molto leggera dell’edificio. La leggerezza è enfatizzata da uno studio rigoroso dei colori e dei materiali, tra i quali dominano bianco e argento, vetro, metallo e pietra levigata. In tutto il progetto un ruolo essenziale è giocato dalla luce diurna, cui si affianca il progetto illuminotecnico realizzato da Ricardo Hofstadter. Il concept dell’illuminazione si basa sulla scelta di illuminare in modo puntuale e indiretto l’involucro di copertura con un unico tipo di luce sia all’esterno sia all’interno, così da sottolineare con la luce i contorni di questa imponente opera architettonica. Nell’area interna sono stati installati washer per soffitti Parscoop IV di Erco, montati sul braccio orizzontale della struttura portante reticolare in acciaio. Dotati di lampade ad alogenuri metallici altamente efficienti, sono in grado di offrire elevato comfort visivo e di limitare le potenze allacciate a soli 14W/m2. L’illuminazione indiretta della copertura prosegue all’esterno con i proiettori compatti Powercast per lampade ad alogenuri metallici montati sul muretto che fiancheggia la strada antistante il Terminal. I riflettori Spherolit con caratteristica “oval flood” creano nel complesso un’illuminazione tenue ed omogenea. Ai gate di partenza la copertura vetrata offre la vista diretta del cielo; qui faretti Optec, integrati con discrezione nei montanti strutturali, forniscono un’ illuminazione concentrata diretta. Anche qui sono utilizzate lampade ad alogenuri metallici. Nelle aree retail, VIP e ristorante, sono infine stati installati i faretti incassati Gimbal da 35 e 70 W ad alogenuri metallici, caratterizzati dalla sospensione cardanica che consente di definire con precisione l’orientamento del raggio luminoso. La progettazione integrata di architettura e illuminazione è uno dei punti di forza del nuovo terminal di Montevideo, che si eleva nel paesaggio come un nuovo landmark, simbolo di modernità e accoglienza.

 

ERCO Leuchten GmbH
Brockhauser Weg 80-82
D - 58507 Lüdenscheid
Tel. + 49 2351 551100
Fax + 49 2351 551555
E-mail: info.de@erco.com
www.erco.com


ERCO illuminazione
c/o Edificio Sedici
Viale Sarca 336F
I - 20126 Milano
Tel. +39 02 36587284
Fax +39 02 6437831
E-mail: info.it@erco.com
www.erco.com


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054