Cantine Nervi
  1. Home
  2. Architettura
  3. Cantine Nervi

Cantine Nervi

Degustare il nebbiolo avvolti dal calore del legno

Studio di Architettura Primatesta

Cantine Nervi
Scritto da Redazione The Plan -

Un parquet in rovere e un tetto a botte in legno avvolgono la nuova sede delle Cantine Nervi a Gattinara, in provincia di Vercelli. Il progetto, che ha visto la partecipazione di CP Parquet, nasce per affiancare alla storica cantina piemontese un edificio avveniristico, destinato all’accoglienza degli ospiti, agli uffici e alla produzione. Cantine Nervi è la più antica casa vitivinicola del Gattinara Docg, fondata nei primi anni del Novecento. La tenuta, che comprende 27 ettari di Nebbiolo alle pendici del Monte Rosa, è stata acquisita qualche anno fa dal barolista Roberto Conterno, che ha subito affidato all’architetto Gian Carlo Primatesta il progetto di ampliamento del complesso.

Fulcro del nuovo spazio, composto da due piani fuori terra, è la sala degustazioni, che si affaccia sull’ambiente in cui trovano posto le botti e la zona di imbottigliamento con pareti vetrate, che offrono una vista a 360° sull’area sottostante. Sommelier professionisti e dilettanti possono così assaggiare grandi espressioni di Nebbiolo e al contempo vedere come nascono questi vini. La sala sospesa è caratterizzata da una spettacolare copertura in legno con nervature romboidali, ispirata all’opera dell’ingegnere Pier Luigi Nervi. Il tetto a cassettoni con travi arcuate a vista, composto da un’unica campata che si estende per 23 m con un‘altezza massima di 10,5 m, dialoga con le strutture portanti in metallo di colore nero e con il pavimento in rovere di CP Parquet (fornito e posato dalla ditta Bea di Bellardi), realizzato con tavole in legno naturale Antico Asolo 3 strati e rifinito con un effetto rustico e una leggera spazzolatura. L’azienda trevigiana ha fornito anche i gradini su misura per la scala curvilinea che conduce alla sala degustazione, utilizzando lo stesso legno di rovere. Il parquet si ritrova inoltre nella hall, negli uffici e nei servizi, dove il rivestimento in legno sale anche a parete, affiancato a inserti in marmo bianco per i piani di appoggio dei lavabi.

Grazie alle ampie vetrate presenti su tutti i lati dell’edificio, gli interni sono inondati di luce naturale, che esalta la matericità del parquet, sottolineando le sfumature di colore, i nodi e le nervature. CP Parquet è stata scelta per il progetto non solo in virtù della qualità delle superfici in legno naturale, ma anche per via della particolare tonalità del rovere, che si abbina perfettamente al colore delle botti. L’essenza selezionata per realizzare i parquet proviene da foreste di coltivazione responsabile, gestite in modo sostenibile per garantire l’equilibrio e la rigenerazione dell’ecosistema. La materia prima viene poi lavorata impiegando verniciatura all’acqua e colle a bassissime emissioni di VOC, mentre le finiture sono eseguite a mano da maestri artigiani.

Visualizza il pdf dell'articolo

CP PARQUET
Via Rosset, 2-4-6-8 - I - 31017 Pieve del Grappa (TV)
Tel. +39 0423 53305
Email: [email protected] - www.cpparquet.it

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054