Campus di architettura del Politecnico di Milano
  1. Home
  2. Architettura
  3. Campus di architettura del Politecnico di Milano

Campus di architettura del Politecnico di Milano

Spazi di comfort per gli architetti di domani

OTTAVIO DI BLASI & Partners

Campus di architettura del Politecnico di Milano
Scritto da Redazione The Plan -

Da alcuni bozzetti di Renzo Piano donati al Politecnico di Milano è nato il progetto per il campus di architettura, firmato da Ottavio Di Blasi, ODB – Ottavio Di Blasi & Partners, e parte integrante di un più ampio intervento di ricucitura con gli spazi verdi e urbani circostanti. Con un profondo rispetto per il patrimonio storico del sito, l’intervento ha portato a una completa riqualificazione degli spazi del complesso di via Bonardi fino a ottenere un luogo formativo contemporaneo e accogliente: i due edifici preesistenti di Gio Ponti – il Trifoglio e la Nave – sono stati restaurati, e ad essi si sono affiancati tre nuovi volumi.

Nella realizzazione di questi ultimi, pensati per essere riorganizzati internamente a seconda delle attività da svolgere, grande importanza è stata data alle facciate, disegnate con ampie vetrate. È un modo per stabilire un nuovo contatto con la natura, reso ancor più forte dalle terrazze poste in sommità ai due edifici più bassi: qui possono essere organizzati eventi, ma anche attività didattiche. Lo stesso importante ruolo è rivestito dal parterre, una piazza alberata di 8.000 m2 attrezzata con panchine cablate per studiare all’aperto.

Campus di architettura del Politecnico di Milano © Daniele Domenicali, courtesy of Pellini

Per questo progetto Pellini, società specializzata in schermature tecniche, ha fornito le tende veneziane motorizzate in vetrocamera ScreenLine, inserite a loro volta in facciate continue con sistema a montanti traversi appositamente estrusi con profili minimal. Le tende, talvolta alte fino a quattro metri, sono dotate di una lamella rivestita di coating altamente riflettente e a bassa emissività: un prodotto frutto di un percorso di ricerca e di sviluppo ad hoc e che, grazie ai numerosi abbinamenti tecnici effettuati e alle tecnologie brevettate, garantisce isolamento termico del profilo, riduzione dei valori di trasmittanza e fattore solare.

La scelta di ScreenLine è stata dettata dalle caratteristiche architettoniche e funzionali stesse del campus: aule e laboratori, via via riconfigurabili a seconda delle attività didattiche in corso, sono aperti verso l’esterno da ampie vetrate. Per questo la possibilità di attivare elettricamente il sistema di schermature facilita il mantenimento di un clima confortevole con il mutare dell’illuminazione naturale nel corso della giornata, oltre che di un adeguato equilibrio termico.

Funzionalità dunque, ma anche estetica: le tende possono essere messe in movimento a gruppi, contemporaneamente e in modo omogeneo, così da mantenere un’uniformità architettonica in facciata. L’obiettivo è infatti quello di avere un impatto visivo minimo e della massima pulizia estetica possibile: a questo contribuiscono anche il design essenziale e lo spessore ridotto della lamella, per un effetto complessivo tecnologico e innovativo.

Visualizza il pdf dell'articolo

PELLINI
Via Fusari, 19 – I – 26845 Codogno (LO)
Tel. +39 0377 466411
E-mail: [email protected]www.pellini.net

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054