Cabel Industry
  1. Home
  2. Architettura
  3. Cabel Industry

Cabel Industry

Scritto da Redazione The Plan - 8 aprile 2010
Un volume dalla spiccata orizzontalità, nel quale un unico segno geometrico risolve l’involucro edilizio, le aperture delle finestre e, all’interno, le decorazioni degli arredi, caratterizza la nuova sede della Cabel Industry, edificio progettato a Empoli da Massimo Mariani, e realizzato in una zona industriale ai margini di un’area prevalentemente agricola. Il disegno dell’edificio, due piani fuori terra più un piano interrato illuminato dall’ampio scavo realizzato davanti al fronte principale, gioca sull’interazione tra forma, luce e colore. Il rettangolo di facciata, il cui tamponamento è stato realizzato con pannelli prefabbricati forati realizzati su disegno, è incorniciato da una fascia di alluminio che si rompe in prossimità di ingressi e terrazzi e che richiama il rivestimento di copertura che avvolge e fascia l’intero volume dell’edificio. La realizzazione di questa copertura è stata effettuata con sistema Riverclack® 55 in alluminio grigio il quale, per una superficie di 1500 mq, funge da copertura e segue il profilo della struttura, arrotondato alle estremità, come a determinarne l’appoggio morbido a terra. Un grigliato in lamelle orizzontali, complementare al sistema Riverclack®, nasconde in testata gli spazi tecnologici. Il bicromatismo bianco/grigio di facciata e copertura è ripetuto all’interno, ed è spezzato dall’utilizzo di vetri colorati, che durante il giorno lasciano filtrare negli ambienti una luce colorata, mentre di sera restituiscono nel paesaggio circostante la sagoma policroma dell’edificio, che si staglia nel buio e sembra galleggiare nell’oscurità, grazie anche alla luce proveniente dal piano interrato attraverso lo scavo.

Iscom
Via Belvedere, 78
I - 37026 Pescantina (VR)
Tel. +39 045 6889911
Fax +39 045 7732970
www.riverclack.com
Visualizza il pdf dell'articolo

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054