Bistro Bergsteiger, un hotspot turistico mimetico
  1. Home
  2. Architettura
  3. Bistro Bergsteiger, un hotspot turistico mimetico

Bistro Bergsteiger, un hotspot turistico mimetico

Plasma Studio

Bistro Bergsteiger, un hotspot turistico mimetico
Scritto da Redazione The Plan -

Bistro Bergsteiger progettato da Plasma Studio si trova in una posizione privilegiata al centro del Patrimonio Naturale Unesco delle Dolomiti di Sesto. La sua forma compositiva si adatta al luogo integrandosi sia con la natura circostante che con le preesistenze locali.

Il volume di Bistro Bergsteiger è stato inserito sul bordo di un terrapieno collocato lungo un sentiero turistico molto frequentato. La struttura è stata studiata per essere il meno invadente possibile. Infatti la vista dall’ingresso della valle sul paesaggio montano non risente della nuova presenza. Le dimensioni vengono ridotte il più possibile e le geometrie si adattano agli edifici già presenti e tutelati.

Bistro Bergsteiger si orienta da un lato verso la vista della cima 12 a sud, dall’altro verso gli edifici circostanti: in pianta, vengono ripresi gli allineamenti con il volume tutelato, mentre le altezze ridotte sono definite per rispettare il disegno del prospetto complessivo degli elementi costruiti. Il risultato è un’architettura “appropriata” al contesto, che tuttavia si sviluppa con carattere.

Il tetto è a doppia pendenza e trattato con verde intensivo, la sua superficie nasconde il fronte sottostante composto da ampie vetrate che permettono ai visitatori di godere di tutto il paesaggio che si estende oltre l’edificio. Internamente la sala principale è suddivisa spazialmente nel bancone, nello spazio di circolazione, e nelle due aree ristorante distinte, che creano intimità, tranquillità e consentono un’ampia visuale grazie alla differenza di quota tra i piani. La facciata vetrata che dà sulla terrazza può essere aperta, e con il bel tempo lo spazio esterno si può estendere verso l’interno.

I materiali utilizzati si rifanno alla tradizione locale, intonaco a spruzzo all’interno e all’esterno, e riproposizione in chiave contemporanea dei motivi del caratteristico rivestimento decorativo in legno di larice. Massetto a vista e intonaco con inerti di pietra e sabbia, prelevati direttamente in loco. Inoltre l’utilizzo di pietra dolomite e legno di larice locale negli arredi intensificano la contestualizzazione del progetto.

Architect: Plasma Studio
Design Team: Eva Castro, Ulla Hell, Holger Kehne, Chuan Wang, Peter Pichler
Location: Sexten, Italy
Year: 2021
Photography by © Florian Jaenicke
courtesy of Plasma Studio

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Florian Jaenicke  #Italia  #Rifugio alpino  #2021  #Plasma Studio 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054