Barozzi Veiga - Barozzi Veiga
  1. Home
  2. Architettura
  3. Barozzi Veiga

Barozzi Veiga

Barozzi Veiga

“The Architects Series – A documentary on: Barozzi Veiga” è il 32° appuntamento del format espositivo curato dal magazine THE PLAN per Iris Ceramica Group. Martedì 17 ottobre, dalle ore 18:30, gli utenti interessati potranno assistere, previa registrazione sulla piattaforma digitale di Iris Ceramica Group, alla proiezione di un video-documentario della durata di 30 minuti e alla successiva Lecture curata da Fabrizio Barozzi e Alberto Veiga. Il webinar sarà trasmesso in diretta streaming dallo Showroom di Iris Ceramica Group e Matimex di Barcellona.

Barozzi Veiga è un prestigioso studio di architettura, fondato nel 2004 a Barcellona da Fabrizio Barozzi e Alberto Veiga, che da sempre concepisce l’eccellenza come un obiettivo fondamentale per lo sviluppo di tutti i suoi progetti. Lo studio ha realizzato edifici iconici per la cultura, la città e l'istruzione, raccogliendo consensi a livello internazionale.

La visione architettonica di Barozzi Veiga comprende opere pubbliche e private, affascinando il pubblico di tutto il mondo, grazie ad una meticolosa progettazione artigianale e a un design accurato. La sede centrale di Ribera del Duero (2011), l'Auditorium Infanta Elena di Águilas (2011) e the Szczecin Philarmonic Hall (2014) sono solo alcune delle creazioni del team spagnolo, che hanno lasciato un segno indelebile nel paesaggio architettonico.

Con una forte vocazione per l’innovazione, Barozzi Veiga è attualmente impegnato in progetti innovativi in tutto il mondo dal Belgio alla Cina, dalla Germania alla Spagna, dal Regno Unito agli Emirati Arabi Uniti e negli Stati Uniti. In particolare, lo studio è stato incaricato di creare un nuovo masterplan per il prestigioso Art Institute di Chicago, confermando le sue competenze e la sua visione architettonica.

L'abilità progettuale di Barozzi Veiga ha ottenuto ampi riconoscimenti e numerosi premi. Fin dai primi anni di attività, il talento dello studio è stato confermato da prestigiosi premi come l'Ajac Young Catalan Architect Award (2007), il Barbara Cappochin International Architecture Award (2011), la Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana per la migliore opera prima (2012), il Premio Giovane Talento dell'Architettura Italiana (2013) e il Design Vanguard Award (2014).

L’impegno di Barozzi Veiga è stato ulteriormente celebrato con riconoscimenti quali l'International FAD Opinion Award e il Life in Architecture Award. Il progetto Bündner Kunstmuseum Chur è stato premiato con il RIBA Award for International Excellence nel 2018. L'anno successivo, i notevoli risultati dello studio sono stati riconosciuti con il Chicago Atheneum International Award, il Best Architects 20 Award e l'AD Award Architects of the Year.

Le opere di Barozzi Veiga non solo hanno affascinato il mondo dell'architettura, ma sono state anche oggetto di importanti mostre internazionali. Dal 2019 alcuni disegni e modelli fanno parte della collezione permanente del rinomato Centre Pompidou di Parigi. Le idee dello studio e la sua filosofia sono state esposte in varie mostre, in particolare "A Sentimental Monumentality", un'installazione presentata alla Biennale di Venezia nel 2016. "On Continuity", è invece una mostra monografica che ha affascinato il pubblico di Venezia presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia nel 2021. Il loro straordinario percorso è proseguito con mostre a Milano presso il Politecnico (2022) e a Budweis presso la Casa dell'Arte di České Budějovice (2022).

L'approccio di Barozzi Veiga è incentrato sulla collaborazione e sulla diversità: circa 25 persone di talento provenienti da diversi angoli del mondo fanno parte dello staff di professionisti che compone lo studio. Il background e le competenze di tutti i collaboratori consentono allo studio di avere un'ampia gamma di prospettive, il che garantisce come obiettivo principale la realizzazione di progetti di altissimo livello.

Articoli Correlati


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054