Alluminio a bassa impronta di carbonio Un contributo alle sfide ambientali
  1. Home
  2. Architettura
  3. Alluminio a bassa impronta di carbonio Un contributo alle sfide ambientali

Alluminio a bassa impronta di carbonio Un contributo alle sfide ambientali

Scritto da Redazione The Plan -

Hydro, produttore completamente integrato nella filiera dell’alluminio, è un’azienda internazionale fondata nel 1905 che conta 35.000 dipendenti in 40 Paesi di tutti i continenti. Oltre alla produzione diretta di alluminio primario, prodotti laminati ed estrusi, Hydro si occupa anche di estrarre la bauxite, raffinare l’allumina e generare energia.

Da oltre un secolo è impegnata attivamente per implementare nella propria strategia produttiva una visione completamente rivolta alla sostenibilità ambientale sia a breve termine (Lifting Profitability) sia a lungo termine (Driving Sustainability). In accordo con la recente accelerazione della comunità internazionale nel porre rimedio alle attuali sfide ambientali che ha portato alla stesura della ”Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”, Hydro prevede di diventare “carbon-neutral” già dal 2020 e di ridurre le proprie emissioni di CO2 del 30% entro il 2030. L’alluminio è molto leggero e questo consente di ridurre i consumi e le emissioni nei trasporti, inoltre è un materiale interamente rinnovabile e il suo riciclaggio richiede soltanto il 5% dell’energia necessaria per produrre il metallo primario; è però la capacità di abbracciare l’intera catena del valore dell’alluminio che garantisce a Hydro di essere competitiva a livello globale, infatti Il 70% della produzione primaria dell’azienda è già basata su fonti energetiche rinnovabili. Un altro elemento che contribuisce allo sviluppo sostenibile è aver preso parte alla definizione degli standard dell’Aluminium Stewardship Initiative (ASI), consentendo a Hydro di certificare alcuni propri stabilimenti, tra i quali l’impianto di estrusione italiano ad Atessa. Le proposte dell’azienda rappresentano soluzioni altamente tecnologiche che garantiscono ai clienti o ai progettisti la massima qualità a zero emissioni. Per esempio la serie di alluminio Hydro Reduxa® è un insieme di proposte che riguardano la produzione di alluminio a bassa impronta di carbonio. Attraverso l’uso di fonti rinnovabili o energia autoprodotta, Hydro riduce l’impronta di carbonio a 4,0 kg di CO2 per Kg di alluminio prodotto (meno di un quarto del valore medio globale). Tutti i prodotti Hydro Reduxa® sono certificati dalla società DNV GL.

Un’altra gamma esclusiva di prodotti è rappresentata da Hydro Circal®, che prevede l’utilizzo di alluminio proveniente da scarti post-consumo. La certificazione del materiale riciclato garantisce l’alta qualità dei prodotti finiti, e l’utilizzo di avanzate tecnologie di separazione consente di raggiungere una percentuale di contenuto da riciclo post consumo tra le più elevate sul mercato (minimo 75%), con un’impronta di carbonio inferiore a 2,3 Kg di CO2 per Kg di alluminio prodotto. Il brand di soluzioni dedicate al mondo dei progetti Wicona comprende già diversi prodotti realizzati con la lega Hydro Circal®, come Wicline 75 MAX. Questa finestra con anta a scomparsa e maniglia invisibile rappresenta anche un elemento progettuale di design, in quanto consente di rendere indistinguibili dall’esterno gli infissi apribili da quelli fissi.

 

HYDRO BUILDING SYSTEMS

Via A. Ponchielli, 3 - I - 20063 Cernusco sul Naviglio (MI)

Tel. +39 02 924291

E-mail: info@wicona.it - www.wicona.it

E-mail: info.domal@domal.com - www.domal.it

Visualizza il pdf dell'articolo
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Sistemi e componenti in alluminio  #Hydro Building Systems  #2020  #Report  #The Plan 123 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054