I vincitori del premio Luigi Zordan
  1. Home
  2. Architettura
  3. I vincitori del premio Luigi Zordan “Ingegneria e architettura: progetto e costruzione”

I vincitori del premio Luigi Zordan “Ingegneria e architettura: progetto e costruzione”

Sono tre le tesi di laurea premiate dall'iniziativa dell'Università dell'Aquila

I vincitori del premio Luigi Zordan
Scritto da Redazione The Plan -

Il progetto per una scuola in Guinea-Bissau fra tradizione e innovazione, un approccio parametrico-generativo alla progettazione di strutture in legno e una tecnologia costruttiva per il freeforming. Sono questi i soggetti delle tre tesi di laurea vincitrici della settima edizione del premio Luigi Zordan, dal titolo “Ingegneria e architettura: progetto e costruzione”, bandito dal dipartimento di Ingegneria civile, edile-architettura, ambientale (DICEAA) dell’Università dell’Aquila e aperto non solo ai neolaureati, ma anche ai professionisti impegnati nel campo della progettazione architettonica e strutturale. L’obiettivo dell’iniziativa, sostenuta da THE PLAN in qualità di media partner, è valorizzare il talento dei giovani laureati offrendo loro un tirocinio presso strutture ospitanti di alto profilo – quali lo studio di Berlino gmp Architekten - Von Gerkan, Marg and Partners e la società di ingegneria Artelia Italia – e incentivare i progettisti attraverso un premio in denaro.

 

I vincitori e la premiazione

Il premio, che vede il professor Renato Morganti come responsabile scientifico, è organizzato in due sezioni, valutate da due distinte commissioni aggiudicatrici: la prima (A.1) è incentrata su approcci originali al tema “progetto e costruzione”, la seconda (B.1.1.) su concezioni strutturali e sistemi costruttivi innovativi per infrastrutture, grandi luci ed edifici alti. Inoltre, a partire dall’edizione 2021, è stata introdotta una sottosezione dedicata alle tesi teorico-sperimentali (B.1.2). Al DICEAA, diretto dal professor Angelo Luongo, sono pervenute 42 candidature da 17 Atenei di tutta Italia.

Prima classificata della sottosezione A.1 è risultata Grazia Marrone del Politecnico di Milano, con la tesi “Escola do Sol - Progettazione Clever Tech tra innovazione e tradizione: sviluppo di spazi per l'istruzione a Farim in Guinea Bissau” elaborata assieme a Francesca Dellisanti ed Erick Anthony Huaman Sedano (relatore M. Imperadori). Nella sottosezione B.1.1 è stato invece premiato Mykhaylo Kazmiruk dell’Università degli Studi di Trento con la tesi “Approccio parametrico-generativo alla progettazione di strutture lignee” (relatori G. Massari e M. Piazza). Il primo posto per la sottosezione B.1.2, infine, è stato assegnato a Ruben Agostino dell’Università degli Studi di Napoli Federico II con la tesi “Adaptive cross panel-system. Tecnologia costruttiva per il freeforming” (relatore S. Pone). Oltre ai tre vincitori, sono stati nominati anche 11 tra meritevoli e menzionati.

La cerimonia di premiazione si terrà il 26 maggio 2022 a L’Aquila, nel Palazzo dell’Emiciclo, sede del Consiglio regionale. Verrà inoltre allestita una mostra con una selezione dei lavori che hanno partecipato al bando, che resterà aperta al pubblico fino al 4 giugno.

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#L'Aquila  #Premio  #2021 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054